mercoledì 8 ottobre 2014

New Adult Corner - L'Angolo degli inediti: Ugly Love di Colleen Hoover

Buongiorno ragazze,
oggi vorrei dedicare la rubrica all'ultimo libro uscito di una delle mie scrittrici preferite di New Adult, cioè Colleen Hoover. Il romanzo in questione è Ugly Love ed è...straziante, non saprei come altro definirlo. Però, non straziante nel senso di noioso, straziante nel senso che ti spezza il cuore più e più volte, calpestando i pezzi e poi buttandoli via. Cosa che ha in comune con praticamente tutti i libri di questa autrice, quindi per certi versi non si contraddice. In ogni caso, senza molti indugi, ecco a voi Ugly Love di Colleen Hoover.

“Dio ci da la bruttezza, in modo da non farci mai dare per scontato le cose belle della vita.”



“L'amore non è sempre bello, Tate. A volte spendi tutto il tempo a sperare che eventualmente diventerà qualcosa di diverso. Qualcosa di migliore. Poi, prima di accorgertene, sei di nuovo all'inizio e hai perso il tuo cuore da qualche parte lungo la strada.”

TRAMA:
Quando Tate Collins incontra il pilota Miles Archer, sa che non è amore a prima vista. Non si spingono neanche così in là dal considerarsi amici. L'unica cosa che Tate e Miles hanno in comune è un'innegabile e reciproca attrazione. Una volta che i loro desideri sono allo scoperto, realizzano di avere il perfetto incastro. Lui non vuole l'amore, lei non ha tempo per l'amore, quindi questo lascia solo il sesso. Il loro accordo potrebbe essere sorprendentemente senza legami, fino a quando Tate riesce ad attenersi alle uniche due regole che Miles ha:
Mai chiedere del suo passato.
Non aspettarsi un futuro.
Pensano di poterlo gestire, ma realizzano quasi subito che non possono gestirlo proprio per niente.
I cuori si mettono in mezzo.
Le promesse si rompono.
Le regole si infrangono.
L'amore diventa brutto.

“A volte non parlare dice molto più di tutte le parole del mondo.”



“Lui è dappertutto. Tutto è Miles. È così quando una persona sviluppa dei sentimenti verso qualcun altro. Lui non è da nessuna parte, poi all'improvviso è ovunque, che tu lo voglia o no.”

Una delle prime cose che ha detto la Hoover su questo libro è stata che Miles è stato il primo a farla piangere mentre scriveva.
Solo per questo, uno si aspetta un libro eccezionale, in più è la Hoover, quindi l'asticella è settata molto in alto. Posso dire che non delude le aspettative. Personalmente, ritengo che Maybe Someday sia il più bello scritto da lei, ma questo ci va comunque molto, molto vicino.
Metà dei capitoli di questo libro è dedicata a Tate, una futura infermiera, che si è appena trasferita a casa del fratello pilota, mentre l'altra metà è dedicata a Miles. Questi ultimi, però, non sono ambientati nello stesso periodo degli altri, ma sei anni prima, spiegando il motivo per cui Miles ha chiuso il cuore in cassaforte gettando via la chiave.
Miles è un pilota, come il fratello di Tate, e vive nell'appartamento davanti al loro ed è più o meno così che si conoscono. Il loro primo incontro, infatti, avviene quando lei lo trova ubriaco fradicio contro la porta del fratello. Tate è appena arrivata in città e non sa chi sia Miles, quindi, nel disperato tentativo di entrare nell'appartamento, gli chiede la porta sulla mano.
Dopo che suo fratello, che in quel momento è al lavoro, le chiarisce l'equivoco, lei lo fa entrare e lo trascina sul divano.
Lì succede una cosa strana, Miles inizia a piangere, chiedendole scusa e scambiandola per una certa Rachel. Lei lo abbraccia, consolandolo e sussurrandogli che è tutto a posto finchè non si addormenta.
La mattina dopo, il ragazzo della sera prima è sparito e ci viene presentato un Miles cupo e pieno di rabbia, ma con degli occhi impressionanti, azzurro limpido.
L'attrazione tra i due è innegabile, nonostante Miles faccia di tutto per sopprimerla, ma presto, arrivano ad un accordo che potrebbe distruggere definitivamente il cuore di Tate o riuscire a liberare quello di Miles.

“Alcune persone diventano più sagge quando invecchiano. Sfortunatamente, la maggior parte delle persone invecchia e basta.”

Anche su questo libro, Griffin Peterson ha scritto una canzone, chiamata anch'essa Ugly Love, vi metto qui sotto il video e il testo della canzone.

I think it might be easier if we
fell the way to the bottom of the sea
I bet it might be easier if we
run for the hills where you can follow me
But I don't want just run away
not when your love is right in front of me
this ugly love it won't go away
straight to my heart like I put you in my veins.
I've been waiting for you
to come and pull me back down
all the weight of the truth
is taking me to the ground.
I say, love ain't always pretty sometimes it's ugly, ugly
you say, love ain't always pretty sometimes it's ugly, ugly.
I keep coming back begging you for more
watch my knees as they fall to the floor.
watch you to push you always take the shove
you don't need this broken kind of love
I set the rules are you gonna stay
this is a game you might not want to play
Passing through hell on my way back home
I feel the loneliness seep into my bones.
I've been waiting for you
to come and pull me back down
all the weight of the truth
is taking me to the ground.
I say, love ain't always pretty sometimes it's ugly, ugly
You say, love ain't always pretty sometimes it's ugly, ugly.
I've been waiting for you
to come and pull me back down
all the weight of the truth
is taking me to the ground.
I say, love ain't always pretty sometimes it's ugly, ugly
You say, love ain't always pretty sometimes it's ugly, it's ugly.




“Il dolore sarà sempre là. Così anche la paura. Ma il dolore e la paura non sono più la mia vita. Sono solo momenti.”


Cosa ne pensate di questo straziante e bellissimo libro? A me è piaciuto un sacco, ho fatto le cinque del mattino pur di finirlo, quindi non posso che dargli punteggio pieno. Una cosa che ho apprezzato molto di questo libro, è stata che la Hoover non fa solo attenzione alle parole che scrive, ma anche a come le scrive, a come dare enfasi ad una piuttosto che ad un'altra, proprio come si fa per le poesie. 



10 commenti:

  1. Fantastico, ma io devo ancora trovare un libro della Hoover che non lo sia.... Lo Voglioooooo ma in italia????

    RispondiElimina
  2. Con mia somma tristezza, non ho apprezzato Ugly Love :( Non che sia brutto ma non ha toccato nessuna corda nel mio cuore, cosa che invece hanno fatto gli altri suoi libri. Non ho proprio capito perchè Miles l'abbia fatta piangere così tanto... A me hanno fatto piangere gli altri ma Mails no, nemmeno una lacrima :\ Concordo però sul fatto che Maybe Someday sia il più bello! Adoro quel libro *___*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? Beh immagino che dipenda dai gusti..! :) comunque anch'io mi sono chiesta perché Miles l'abbia fatta piangere e gli altri no..!il passato di lui è terribile..ma non è che gli altri protagonisti dei suoi romanzi ne abbiano uno molto più roseo..!basti pensare a Will di Slammed..!

      Elimina
  3. Bella recensione, mi ha incuriosito, ma è solo un libro? Spero di si, ho troppe serie da leggere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie..! :) e si è un libro singolo..!

      Elimina
  4. Mi ispirano tutti i romanzi scritti dalla Hoover, ragion per cui li voglio vedere tutti pubblicati in Italia. A cominciare dal secondo libro della serie Slammed, che si sta facendo aspettare parecchio (Rizzoli svegliaaa!!!) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce lo stanno proprio facendo sudare quel libro! Io amo questa autrice e non vedo l'ora di leggere un suo nuovo romanzo!

      Elimina
  5. Io l'ho adorato. L'ho letto due volte di seguito. <3

    RispondiElimina
  6. Ma questo libro deve ancora uscire? Mi piace la trama e dalla recensione vorrei leggerlo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto, al momento è inedito in Italia, ma sembra che verrà pubblicato prossimamente!

      Elimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!