giovedì 22 gennaio 2015

L'Angolo degli inediti: Poles Apart di Kirsty Moseley

Buongiorno a tutti,
in questi giorni molti di voi avranno sentito parlare di Il ragazzo che entrò dalla finestra e si infilò nel mio letto di Kirsty Moseley, soprattutto visto che ha avuto pareri molto contrastanti. A me personalmente è piaciuto, quindi quando ho visto un nuovo libro della scrittrice, ho deciso di iniziare a leggerlo e poi di presentarvelo. Quindi, ecco a voi, Poles Apart di Kirsty Moseley.

“Solo un uomo superava le mie difese. Solo un uomo aveva il permesso di toccarmi. Solo un uomo aveva il permesso di farmi sentire in paradiso. Carson Matthews.”


“Era sempre stato così: tenero, dolce, gentile. Non sembrava sesso, sembrava stesse facendo l'amore con me. Era sempre sembrato così, come se fossimo connessi: una persona, un'anima, un'entità.”

TRAMA:
Lui è in pole Position...
Carson Matthews, il più figo pilota che abbia mai partecipato ad un circuito di MotoGP, ha la vita spensierata di una celebrità. Con poco di cui preoccuparsi, oltre all'essere in cima alla classifica, il suo passatempo preferito del fine settimana è far visita ad una certa bionda all'Angels Gentlemen's Club.
Lei è una ballerina di pole dance.
Emma Bancroft, è una ballerina di lap dance part-time, sta solo provando ad arrivare alla fine del mese. Le sue responsabilità le pesano addosso, come il segreto che ha tenuto nascosto a tutti per due anni e mezzo.
Loro due vivono due pole diversi.

“Quando Carson mi baciava, sembrava potessi fare qualsiasi cosa ed essere chiunque.”



“Questo era tutto quello che ero per lui. Un corpo, niente di più. Qualcosa per togliersi delle voglie di dosso, proprio come faceva con centinaia di altre ragazze.”

Vorrei premettere che non avevo letto la trama. Purtroppo è una mania di cui non riesco a liberarmi. Goodreads me lo dava tra i libri in uscita a Novembre dei miei autori, la copertina mi ispirava e l'affare si è concluso quando ho letto la prima frase e ho capito che si trattava di un pilota. Uno dei miei libri preferiti è Racing For Freedom, quindi ho pensato: “perché no?” Grosso errore.
Ho provato una grossa antipatia verso il protagonista maschile nell'esatto istante in cui ci viene presentato. Con la camicia appositamente sbottonata ed i capelli tirati indietro in modo impeccabile. Il mio primo pensiero è stato: “Ti prego, non essere il protagonista maschile”. Poi Emma ci rivela che è inguaribilmente innamorata di lui ed in quel momento ho capito che ero spacciata e che quell'uomo, che se la tira così tanto, me lo sarei dovuta sorbire per tutto il libro. Dopo che i due parlano però, ho iniziato ad apprezzare Carson, perché sembra veramente tenerci a lei. Anche qua, grosso errore.
Emma, all'inizio, sembrava un personaggio a posto, tipica eroina imbranata, innamorata dello sciupafemmine di turno. Poi, all'inizio del secondo capitolo, si scopre cosa nasconde. E cascano le braccia. Non tanto per cosa nasconde, ma per tutto il contorno.
Mano a mano che la storia evolve, si sa che succederà almeno un cataclisma ed il primo si ha circa a metà libro. Tutti i punti che Carson aveva acquistato, vanno completamente a farsi benedire. Secondo me i due protagonisti sono bipolari e assolutamente, totalmente, inesorabilmente testardi. Si prendono a cornate, senza neanche parlare sul serio di quello che sta succedendo. Se Carson non fosse stato così “anche il cielo mi bacia i piedi”, lei avrebbe accettato senza drammi. Se lei non fosse stata così inutilmente orgogliosa (perchè la stronzata là fatta lei, ora non può rivoltare la frittata) sarebbero riusciti a chiarirsi. D'altronde, se questo fosse successo, probabilmente la storia sarebbe finita nell'esatto istante in cui scoppia il cataclisma.
Mi sono sforzata di andare avanti a leggere, perché volevo vedere quanto ancora la tirava per le lunghe. Diciamo per tutta l'altra metà di libro.
Detto ciò però, il romanzo ha alternato anche parti divertenti ed interessanti. La fine, per quanto prevedibile, è fatta e sviluppata bene, quindi sono felice di averlo concluso. Nel totale, perciò, anche se mi sembra di aver massacrato il libro, darei 2 stelle e mezzo. Di sicuro, ho apprezzato molto di più  Il ragazzo che entrò dalla finestra e si infilò nel mio letto, ma posso dire di aver letto di peggio.


Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!