lunedì 2 febbraio 2015

Recensione "Tutto o niente" di M. Leighton

Tutto o niente
di M. Leighton
(The Bad Boys #3)

La Trama

La ricca cugina di Olivia Townsend, Marissa, aveva tutto quello che una ragazza potrebbe desiderare: un bel lavoro, una vita privilegiata e tanti amici. Tutto ciò che il denaro non potrebbe mai comprare. Ma per un fatale scambio di identità, il suo mondo si capovolge e Marissa finisce tra le mani dell’uomo più pericoloso e sexy che abbia mai incontrato. Un enigma per Marissa, ma anche per colui verso il quale prova un irresistibile e inspiegabile trasporto. Con quest’uomo Marissa scoprirà un universo dove il desiderio è libero di esprimersi, ma anche pieno di ombre oscure e terribili segreti, una realtà dove nulla è ciò che sembra: tranne la passione cieca, alla quale non può sfuggire. E a cui deve cercare di sopravvivere…

L'opinione di AleNic

Siamo al terzo ed ultimo volume della trilogia e i nostri sexy-gemelli si ritrovano alla resa dei conti con i criminali che hanno distrutto la loro famiglia e messo in pericolo le persone a loro più care. 
Per buona parte del libro Nash, che è il protagonista indiscusso di questo ultimo capitolo, mi ha scatenato diversi tipi di emozioni……e molte non proprio carine. 
Spesso l’ho trovato irritante e un tantino odioso, tutto per colpa di una arroganza e una freddezza quasi indisponenti.
Da parte sua però c’è da dire che non è facile passare 7 anni come un contrabbandiere fuggitivo senza una famiglia e uno straccio di amico, spiando suo fratello che conduce due vite parallele entrambe fatte di vizi, ricchezze e ogni ben di Dio che lui non potrà mai avere. Il tutto, dopo che una banda di criminali psicopatici ha fatto saltare in aria sua madre davanti ai suoi occhi.
Beh, come dargli torto se ora cova una rabbia immensa e l’unico scopo della sua vita è la sete di vendetta?
E poi c’è Marissa, col suo cambiamento di carattere così drastico che all’inizio fa storcere un po’ il naso. 
Poi però, considerando il trauma psicologico del rapimento e il fatto di aver sempre vissuto la vita che gli altri si aspettavano da lei, al solo scopo di compiacere suo padre e senza avere nessuna voce in capitolo….forse il cambiamento acquista tutto un altro significato e man mano che si va avanti con la lettura, questa nuova Marissa piace sempre di più.
Anche se Nash la tratta spesso in modo indelicato e arrogante, il bel ragazzone quando vuole sa essere molto….molto passionale, con un linguaggio e un modo di fare talmente rude e cavernicolo, da risultare sexy da morire! Ed è per questo che scatena in lei fin da subito un turbine di emozioni e un fuoco quasi carnale che una ragazza rigida e calcolatrice come lei non ha mai conosciuto in vita sua. 
Nash è tremendamente attratto dalla bellissima e sofisticata ragazza che si ritrova a proteggere e vorrebbe solo che entrambi annegassero i loro traumi passati nella passione più torbida. 
L’unico scopo sarebbe quello di annullare il dolore e la rabbia con il piacere più sfrenato. 
In teoria almeno…
Perché ovviamente non ha fatto i conti con i sentimenti. E l’amore, da cui si è sempre tenuto lontano con tutto se stesso, piano piano diventerà una presenza necessaria e inevitabile. Un amore tanto dolce quanto sconvolgente. 
Ma il tanto desiderato lieto fine non arriva rapido ed indolore. Perché la scrittrice ci fa soffrire e sospirare assieme a loro fino all’ultima parte del libro. E poi, per fortuna, finalmente arriva il dolcissimo epilogo. 
Nash e Marissa, insieme, sono semplicemente meravigliosi.
PS. Se alla scrittrice venisse in mente la remota possibilità di scrivere un libro su Gavin, mi renderebbe molto molto felice, sappiatelo! Intanto incrocio le dita, non si sa mai!


1 commento:

  1. Ottima recensione!!!! E incrocio le dita con te per quanto riguarda Gavin!

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!