mercoledì 4 marzo 2015

Recensione "Il mio splendido migliore amico" di A. G. Howard

"Il mio splendido migliore amico" 
di A. G. Howard
(Splintered #1)

La Trama
Alyssa Gardner riesce a sentire i sussurri dei fiori e degli insetti. Peccato che per lo stesso dono sua madre sia finita in un ospedale psichiatrico. Questa maledizione affligge la famiglia di Alyssa fin dai tempi della sua antenata Alice Liddell, colei che ha ispirato a Lewis Carroll il suo Alice nel Paese delle Meraviglie. Chissà, forse anche Alyssa è pazza, ma niente sembra ancora compromesso, almeno per ora, almeno fin quando riuscirà a ignorare quei sussurri. Quando la malattia mentale della madre peggiora improvvisamente, però, Alyssa scopre che quello che lei pensava fosse solo finzione è un’incredibile verità: il Paese delle Meraviglie esiste davvero, è molto più oscuro di come l’abbia dipinto Carroll e quasi tutti i personaggi sono in realtà perfidi e mostruosi. Per sopravvivere e per salvare sua madre da un crudele destino che non merita, Alyssa dovrà rimediare ai guai provocati da Alice e superare una serie di prove: prosciugare un oceano di lacrime, risvegliare i partecipanti a un tè soporifero, domare un feroce Serpente. Di chi potrà fidarsi? Di Jeb, il suo migliore amico, di cui è segretamente innamorata? Oppure dell’ambiguo e attraente Morpheus, la sua guida nel Paese delle Meraviglie? 

La mia opinione

Questa rivisitazione in chiave gotica e moderna di “Alice nel Paese delle Meraviglie” è stata una scoperta straordinaria e nonostante riprenda molti spunti e situazioni della favola vera e propria, li rielabora in modo decisamente affascinante. Per cui non c’è paragone, perché il secondo batte l’originale sotto ogni punto di vista!
Alyssa Gardner è una ragazzina strana: sente le voci delle piante e degli insetti, proprio come sua madre che per questo è stata rinchiusa in un ospedale psichiatrico con la diagnosi di schizofrenia. E Alyssa teme di fare la stessa fine perché crede si tratti di una malattia mentale ereditata da tutte le donne della sua famiglia, compresa Alice Liddell, la famosa protagonista dell’omonima favola di Lewis Carroll, nonché quadrisavola di Alyssa.
Grazie a frasi misteriose e allusive che sua madre pronuncia nei momenti di apparente follia e grazie ad indizi vari che Alyssa trova nel suo percorso, capisce finalmente che la loro non è una malattia bensì una dote. Anzi, una maledizione. E l’unico modo per annullarla è trovare la famosa “tana del coniglio” ed entrarci dentro. 
Così Aly fa il grande passo, ma non è da sola perché con lei c’è Jeb, il suo migliore amico, di cui è innamorata ormai da molti anni, sempre protettivo e premuroso nei suoi confronti (anche se impegnato con una odiosissima ed insulsa compagna di scuola).
Inizia qui la loro magica e strabiliante avventura nel Paese delle Meraviglie, dove Alyssa era già stata nella sua infanzia (anche se ancora non lo ricorda) assieme ad una guida straordinaria e molto particolare. 
Ma il mondo che scoprono non è quello delle favole, perché in esso non c’è pace o armonia, non ci sono piccoli esseri carini e coccolosi. E’ un regno sotterraneo tetro ed inquietante, fatto di creature sovrannaturali bizzarre, volubili e vendicative, chiamate Netherling . 
In questo romanzo fantasy c’è di tutto: prove strabilianti da superare, enigmi stranissimi da decifrare, avventure rocambolesche, situazioni assurde e personaggi tanto oscuri quanto stravaganti, ma tutto è descritto sempre in modo impeccabile, con uno stile capace di conquistarti con la sua magia e trascinarti in questo Paese di macabre e geniali Meraviglie. E tu, lettrice, resti ammaliata, da tutto quanto.
E'qui che incontrano la creatura Netherling più affascinante di tutte: Morpheus. Il ragazzo oscuro e seducente che guiderà Alyssa nella sua missione per annullare la maledizione e aggiustare quell’equilibrio che la sua antenata Alice aveva sconvolto. Ma ci si può fidare di lui? Perché in una partita a scacchi le parti sono sempre due: ci sono le pedine e ci sono i giocatori….. il problema è capire a quale categoria si appartiene.
Poi, ovviamente, c'è anche il dilemma sentimentale: Jeb o Morpheus? Luce o tenebra? 
Quello che per Alyssa è un dubbio amletico, perché in teoria avrebbe bisogno di entrambi, per me sarebbe una decisione sicura. Anche se Jeb è davvero fantastico, coraggioso e attraente, e loro due assieme sono assolutamente teneri e molto intensi, resto pur sempre un’eterna simpatizzante per i “ragazzi cattivi e tormentati”. Perchè Morpheus non è soltanto un bugiardo manipolatore,  è anche un essere fatato dalla personalità complessa, che vive un’eterna lotta interiore tra dolcezza e violenza. 
Insomma, è uno dei personaggi oscuri più carismatici e meglio riusciti di tutto il panorama fantasy. 
Questo romanzo è un piccolo capolavoro paranormale dalle tinte dark; la scrittrice ha preso una favola classica e l’ha trasformata in una sorta di horror dalle sfumature audaci e bizzarre, tirando fuori una logica dall’assurdo e dando un volto romantico e affascinante ad un mondo di macabra follia.


6 commenti:

  1. Ciao! Questo libro mi incuriosisce davvero molto, sono contenta che abbiano mantenuto la cover originale... ma... sorvoliamo sul titolo :D
    Comunque non vedo l'ora di leggerlo, anche se forse aspetterò di veder pubblicati i seguiti... o forse no, a parte questo bellissima recensione.

    RispondiElimina
  2. Bellissima recensione, che condivido un fantasy veramente originale non ne leggevo così da molto!

    RispondiElimina
  3. ciao mi ispira molto come trama però volevo sapere quando verranno pubblicati i seguiti in italia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena lo sapremo lo scriveremo sul blog! Continua a seguirci!

      Elimina
  4. Ciao :)
    Sembra intrigante! Io ho letto Alice in Zombieland e devo ammettere che è fantastico, quindi sono curiosa di scoprire le altre versioni moderne di Alice nel Paese delle Meraviglie! E poi c'è in mezzo un triangolo amoroso alquanto affascinante e soprattutto Morpheus credo sarebbe l'affascinante Johnny Depp nel ruolo del Cappellaio Matto in Alice in Wonderland solo che invece di matto è tenebroso *-*
    Non vedo l'ora di leggerlo!!!

    RispondiElimina
  5. Grazie! Ho amato alla follia questo libro e recensirlo è stato un immenso piacere! Appena esce il seguito, mi ci tuffo di corsa!

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!