lunedì 27 luglio 2015

Lettrici a confronto su GREY di E.L. James


Buongiorno a tutte care lettrici!
Invece della classica recensione, in occasione dell'uscita (più o meno attesa) di GREY di E.L. James (ossia Cinquanta Sfumature di Grigio scritto dal punto di vista di Christian Grey) vi proponiamo un domanda e risposta per mettere a confronto le nostre opinioni.
Ovviamente, noi 3 lettrici dello staff che risponderemo alle domande qui di seguito (stilate da noi prima della lettura del romanzo), abbiamo precedentemente letto Cinquanta Sfumature di Grigio.

1. Meglio il punto di vista di Anastasia Steele o di Christian Grey?

Selly:  Avrei preferito un unico romanzo con entrambi i punti di vista! Questa moda dei due libri con i due punti di vista mi sta un po' stufando in generale!

Nuvolina: I due punti di vista rendono questi libri completamente diversi, io tendo sempre a preferire un bel libro in terza persona o al massimo con i punti di vista alternati, in questo caso ho preferito Christian.

Beky: Quello di Ana era strutturato in modo da essere un libro completo mentre con il POV di Christian viene dato per scontato che il lettore conosca già i fatti e per questo ha delle lacune e salti, di conseguenza è meglio quello di Ana, ma quello di lui per me è stato sicuramente più interessante.

2. Definisci Christian Grey con 3 aggettivi

Selly: Spacciato (perché fin dalla prima volta in cui Anastasia solleva gli occhioni verso di lui, Christian è spacciato!), fissato (lui e le sue manie del controllo!), turbato (dai suoi sogni, da quello che è stato in passato).

Nuvolina: Sicuramente fulminato (credo che questo rappresenti perfettamente il Christian di questo libro, i suoi pensieri sono a dir poco assurdi), scollegato (Christian è l'unico uomo che riesce a pensare una cosa e nello stesso momento dire esattamente il contrario), sottomesso (per quanto lui continui a dire di essere un dominatore penso che alla fine non lo sia per niente anzi direi esattamente tutto il contrario)

Beky: Paranoico (è veramente ridicolo con le sue fisse assurde ed esagerate), insicuro (non mi sarei mai aspettata che fosse così complessato e insicuro), coglione (penso che difficilmente sarebbe riuscito a fare più passi falsi e sbagli, neanche se avesse voluto farlo apposta)

3. La tua opinione su Christian Grey è cambiata dopo aver letto GREY? In che modo?

Selly: Cambiata no, diciamo che l'ho "compreso" un po' meglio.

Nuvolina: Ana ci presenta un Christian completamente diverso da quello che vediamo qui, lei lo vede con il filtro degli occhi a cuoricino e di conseguenza tutte noi con lei, mentre qui è decisamente un'altra cosa e si, un po' è cambiata ma non vi so dire se in meglio o in peggio anche se propendo più per quest'ultima.

Beky: Nelle sfumature Christian ci viene presentato come il sogno delle donne, o almeno secondo Ana: interessante, complesso, intrigante, ma soprattutto affascinante oltre ogni possibilità, anche quando scopre tutte le sue manie e complessi. In Grey invece non ho mai visto il lato affascinante e desiderabile, ma solo un ragazzino insicuro e pieno di problemi che si atteggia da adulto stronzo. Se nelle sfumature a volte ho pensato 'non male!' qui non mi mai passato per l'anticamera del cervello, poco ma sicuro.

4. Cosa ti è piaciuto di più del libro?

Selly: La parte iniziale e la parte finale! Vedere il momento dell'incontro e dell'intervista da parte di Christian mi ha fatto sorridere un sacco! E poi il finale, scoprire tutto quello che gli passa per la testa dopo che Ana l'ha lasciato! 

Nuvolina: Il fatto che questo libro abbia un finale diverso rispetto al precedente grigio, infatti termina con alcune scene che sono all'inizio di nero dando così un senso di continuità, mentre con grigio si aveva un senso di angoscia qui invece è l'opposto ed è davvero bello, è un finale vero!

Beky: Mi è piaciuto molto scoprire cosa c’è nella testa di Mr. Grey e come funziona la sua testa bacata e contorta. Inoltre è stato bello vedere l’evoluzione del personaggio nei confronti di Ana e di quello che inizialmente voleva da lei e di cosa capisce poi di desiderare e meritare da lei e dalla propria vita.

5. Cosa ti ha fatto imbufalire?

Selly: la presenza di Mrs Robinson, mai sopportata, ne facevo volentieri a meno, soprattutto quando lui tendeva a difenderla. La penso esattamente come Ana su quella donna! 

Nuvolina: Una delle cose che più non mi è piaciuta è stato l'episodio dei regali, in particolare dei libri che Christian regala ad Ana. In grigio vediamo tutto questo attraverso Ana e li sembra quasi che siano in regalo sentito, pensato appositamente per lei, mentre qui vediamo tutta un'altra cosa. Qui diventano una cosa da nulla, Christian pesca qualche libro dalla sua libreria e regala quelli messi meglio, facendoli immediatamente rimpiazzare dalla sua segretaria. Quello che in grigio ci viene presentato come un gesto dolce e romantico, qui prende tutta un'altra caratteristica, davvero molto sgradevole!

Beky: Ne ho un elenco... I pensieri di Christian nella prima metà del libro nei confronti delle donne in generale e di Ana, per non parlare del rapporto malato con Elena che difende senza capire minimamente quanto sia stato sbagliato. Inoltre in varie occasioni è insensibile e superficiale nei confronti di Ana; e il modo in cui sfoga le sue manie di controllo tramite regali costosi e sfruttando il suo potere. E per finire concordo con Nuvolina per l'episodio dei libri regalati, lì ha perso 1000 punti.

6. Te lo aspettavi cosi? E' meglio o peggio di quello che avevi immaginato?

Selly: Non mi ero fatta delle particolari aspettative, la lettura è stata carina, soprattutto l'inizio e la fine come ho già detto sopra. Tutto quello che c'è nel mezzo non mi ha entusiasmata come quando ho letto Cinquanta Sfumature di Grigio per la prima volta perché sapevo già cosa sarebbe successo. Però da alcuni commenti letti online mi aspettavo qualcosa di peggio, è proprio vero che bisogna fidarsi solo del proprio parere personale, spesso la gente tende ad "esagerare", sia nel bene che nel male.

Nuvolina: Partivo senza alcuna aspettativa, sono tra quelle che non sono impazzite per la precedente trilogia, di conseguenza avrei preso quello che veniva e invece mi ha piacevolmente sorpreso. Certo non ne sentivo la mancanza, se non lo avesse scritto non avrebbe fatto differenza, ma visto che c'è è risultato decisamente meglio di quello che pensavo e non me lo aspettavo.

Beky: Non mi aspettavo chissà cosa dal libro, come anche dalle sfumature, che ho letto a più di un anno dal bum iniziale dell'uscita, ma sicuramente non mi aspettavo un Christian così tanto complessato ed emotivamente debole, ed è stato interessante vederlo così.

7. Rispetto al 1° libro della serie, secondo te, lo stile di E.L. James è migliorato?

Selly: Non ho trovato particolari differenze, quindi direi che più o meno siamo sullo stesso livello.

Nuvolina: Non saprei, per giudicare realmente dovrebbe mettersi a scrivere qualcosa che non siano le sfumature, allora si che ci si può rendere conto se effettivamente in questi anni è riuscita a migliorarsi perché, diciamocela tutta la sfumature non sono quel gran capolavoro di scrittura.

Beky: Mi è sembrato forse un po’ più maturo, con frasi maggiormente articolate e penso si adatti meglio al modo contorto di pensare di Christian; tuttavia bisognerebbe vedere la differenza tra i libri nella lingua originale, senza l'intervento del traduttore.

8. Cita una frase del libro che ti ha colpito (in bene o in male, a tua scelta)

Selly: "L'ultimo mese mi passa davanti come come un lampo: lei che inciampa nel mio ufficio, il suo forte imbarazzo nel negozio di ferramenta, le sue mail spiritose, irriverenti, la sua lingua tagliente... la sua risatina...la sua tranquilla forza d'animo e il suo atteggiamento di sfida, il suo coraggio... e capisco di aver assaporato ogni singolo istante. Ogni ozioso, esasperante, ironico, sensuale, carnale istante di lei... si, mi è piaciuto tutto. Abbiamo intrapreso un viaggio straordinario, tutti e due ... io, almeno, senza dubbio."

Nuvolina: Forse questo servirà. Vuole cuori e fiori; forse questo ci andrà vicino. Tuttavia scuoto la testa, perché non ne ho idea. Devo dirle così tante cose, se mi ascolterà. E se non lo farà, le canzoni gliele diranno per me. Spero solo che mi lasci la possibilità di dargliele.
Ma se non le piace la mia proposta, se non le piace il pensiero di stare con me… cosa farò? Potrei essere solo un comodo passaggio per Portland. Il pensiero mi deprime, mentre mi dirigo verso la mia camera per dormire un po’. Ne ho tanto bisogno.
Posso osare sperare che…?
Maledizione. Sì, posso.”

Beky: Sospira, appoggiando la testa sulla mia spalla, e sorride. “Mi piace ascoltarti mentre suoni, Christian. Ti amo, Christian.”
Ana. Stai con me. Sei mia. Ti amo anch'io.
Mi sveglio di colpo.
“Oggi ti riconquisterò.”

Penso sia un bellissimo finale e un perfetto modo per incentivare a leggere il libro successivo comunicando un senso di speranza e aspettativa invece dei colpi di scena con contorno di angoscia che ultimamente vanno di moda per far comprare i sequel.




Se vi va, sentitevi libere di rispondere alle stesse domande nei commenti, oppure diteci semplicemente cosa ne pensate del romanzo!

Buone letture!

12 commenti:

  1. concordo pienamente con tutto!!! e non vedo l'ora che escano anche gli altri libri!!!

    RispondiElimina
  2. A me personalmente sono piaciuti entrambi i punti di vista .......ma ci sarà il seguito di Gray........grazie da subito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si la James ha già detto che avremo sia nero che rosso, ora c'è solo da vedere quando

      Elimina
  3. Allora, ho finito di leggerlo proprio in questi giorni e, sinceramente mi è piaciuto di piú di 50 sfumature di grigio che secondo il mio modesto parere doveva essere proprio cosi con il suo punto di vista, dato che lui è il protagonista primo.
    Ho notato per altro che è scritto meglio di 50 sfumature che è stato tradotto un pó male.
    Come definisco Grey? Beh, Selly mi ha già preceduto.
    Ma lasciatemi dire una cosa, in questi giorni sto leggendo ovunque le opinioni su Grey, e vorrei sapere se anche voi ne pensate la stessa cosa.
    Per alcuni è stato un libro deludente perché hanno trovato un Grey troppo femminile nei comportamenti e nei modi di pensare.
    Non so a voi, ma a me mi danno un pó fastidio queste affermazioni, ho letto il libro e lo sto pure rileggendo, non noto tracce di comportamenti e ragionamenti femminili da parte di lui.
    Perché affermare ció ? solo perché il suo punto di vista è stato scritto da una donna? Hahahahaah mi sembra una str………….. (scusate il termine). Allora dovremmo dire la stessa cosa sulla Sorensen che ha scritto una serie stupenda con entrambi i punti di vista? Mah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto si può dire di Christian tranne che pensi come una donna. Non so perché ma le sfumature fanno uscire la stupidità delle persone.
      Sembra quasi che se non ci trovi dei difetti possano considerarti uno stupido, non lo capirò mai!!
      Anche stavolta sarà come la precedente, nessuno ha comprato i libri, se li hanno letti non gli sono piaciuti ma l'hanno fatto comunque spinti dalla curiosità eppure hanno venduto un miliardo di copie. Dubito fortemente che siano state vendute tutte per curiosità, solo che secondo certe pecore, fa più figo dire così, per sembrare più interessanti e intelligenti e invece sono solo delle caprette.

      Elimina
    2. Grey troppo femminile nei comportamenti e nei modi di pensare??? Ahahahhahah non so chi ha detto questa cosa, ma mi sa che abbiamo letto libri diversi XD

      Elimina
    3. Ciao Selly, l'ha scritto Dona a questo link del noto sito 50sfumatureitalia:

      http://www.50sfumatureitalia.it/libro-grey-le-vostre-opinioni/

      ti metto il link per fartelo vedere. Scorri le opinioni fino a trovare "Dona".

      Io sono giólapeste sotto Dona.

      Elimina
  4. Io personalmente ho adorato la trilogia comprata addirittura in blocco a scatola chiusa.Ho trasmesso la voglia di leggerla anche a mia sorella e naturalmente ho acquistato "Grey" (che però devo ancora leggere).Comprerò anche i seguiti....UNICO PUNTO DEBOLE? Il notevole aumento di costo!! Sarà comunque un libro che in bene o in male ne parleranno tutti per mooolto tempo :) Ciao e grazie

    RispondiElimina
  5. Mi è piaciuta un sacco quest'intervista! Vorrei rispondere anch'io a queste domande senza fare il solito commento sul mio blog, spero non vi spiaccia. Vi citerò senz'altro. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fai pure! Magari dacci anche il link così curiosiamo le risposte! ;)

      Elimina
    2. Ma certo... eccolo qui!
      http://piccolemacchiedinchiostro.blogspot.it/2015/07/grey-di-el-james.html

      Elimina
  6. anch'io ho letto i libri... in realtà ho visto prima il film, poi volendo sapere cosa succedeva dopo ho letto il secondo, poi ho letto il primo e infine l'ultimo della trilogia (si, lo so, sono un po' contorta). Cmq già subito mi sono "lamentata" del fatto che di Grey si sapeva poco, a me sarebbe piaciuto conoscere un po' più di lui visto che è il personaggio misterioso di tutta la vicenda. Quando ho letto Grey, parte di queste mie curiosità sono state soddisfatte. Infatti io preferisco Grey alle sfumature di grigio, perché il suo personaggio si rivela di più. Poi l'ho trovato completamente "spaesato" di fronte a Miss Steele e la cosa è stata molto divertente visto che si considera un maniaco del controllo. Insomma è stato un libro con il quale mi sono divertita molto. Avrei preferito però fosse "più intimo" cioè ci fossero maggiori digressioni sul suo passato.... Sul fatto che abbia regalato quei libri ad Ana in modo "poco romantico", non dimentichiamoci che era una strategia per poterla rivedere, dietro ai suoi atteggiamenti non c'era niente di sentimentale. Solo un fine per raggiungere uno scopo. Anastasia poi l'ha sempre giudicato un "ragazzino" ed infatti, secondo me, ciò che trapela è questo: un ragazzino viziato, che ha sempre ottenuto ciò che voleva. E proprio quando scopre di volere qualcosa (o qualcuno) che difficilmente può avere, senza alcuna ragione cambia il suo punto di vista e si innamora.... e non sa darsi un perché, né pace..... "Ana, cosa mi stai facendo'".... :) Concludo dicendo che cmq sono libri che parlano di una storia d'amore tra due persone agli antipodi (molto simile alla storia di Twilight: lui, bello ricco e misterioso con un segreto che non vuole rivelare e lei che si sente normalissima, banalissima e anche un po' impacciata).... di BDSM non c'è nulla... magari l'autrice nei prossimi libri dovrebbe scrivere qualche pagina sugli incontri segreti tra Elena e Christian ;)

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!