lunedì 20 luglio 2015

Recensione "Il mondo in una stanza" di J.L. Berg

"Il mondo in una stanza"
 di J.L. Berg
(The Walls Duet #1)

La Trama
Lailah Buchanan non è mai andata al cinema, non ha mai visto il mare, non è mai stata baciata. E tutto per colpa di un grave difetto cardiaco che la costringe a passare gran parte del suo tempo in ospedale, in attesa del giorno in cui potrà fare tutte quelle piccole cose che sono normali per ogni altra ragazza e che lei annota nella sua Lista del prima o poi. Ma, quando dopo l'ennesima ricaduta i medici le dicono che solo un trapianto potrà salvarla, Lailah inizia a pensare che quei desideri non si avvereranno mai…
Da quasi tre anni, Jude Cavanaugh si aggira come un fantasma tra i corridoi dell'ospedale in cui ha dovuto dire addio alla fidanzata. Dal giorno di quel maledetto incidente, Jude ha rinunciato a guidare l’azienda di famiglia e ha iniziato a lavorare lì come infermiere, quasi fosse l’unico modo per restare ancora in contatto con la sua Megan e affrontare i sensi di colpa. Però tutto cambia l’istante in cui conosce Lailah. Perché quella ragazza tanto fragile eppure determinata a resistere riesce a fare breccia nella sua corazza e risveglia sentimenti che lui credeva di aver perduto per sempre. Così, quando scopre la Lista del prima o poi, Jude decide di aiutare Lailah a spuntare ogni voce dell'elenco. E, più tempo passa con lei, più Jude ha l'impressione di essere lui il malato e lei la sua salvatrice. Ma l'amore che sta sbocciando fra loro darà anche a Lailah la forza – e il coraggio − di essere felice? 


La mia opinione

Attirata dalla trama e dalle premesse, avevo paura di piangere come una fontana per colpa di questo libro... invece, per fortuna, è andata molto meglio del previsto! Non che non ci siano scene tristi e commoventi, ma l'epilogo mi ha fatto tirare un sospiro di sollievo. 
Per prima cosa mi è molto piaciuto il fatto che il romanzo sia narrato attraverso il punto di vista di entrambi i protagonisti: Lailah e Jude. I racconti in prima persona dei due ragazzi mi hanno coinvolto ancora di più nella loro storia. 
Lailah ha 22 anni ed è nata con un difetto cardiaco che le ha sempre condizionato la vita: ha vissuto da reclusa dentro e fuori agli ospedali senza avere l'opportunità di fare nemmeno l'esperienza più semplice e banale. L'affascinante Jude ha 25 anni, è laureato in economia ma lavora come operatore socio-sanitario nell'ospedale in cui è morta la sua fidanzata 3 anni prima a causa di un incidente stradale. Il destino dei due protagonisti si intreccia quando Jude viene spostato dal pronto soccorso a cardiologia, reparto dove è ricoverata Lailah. 
Per Jude fare la conoscenza di Lailah significa ricominciare un po' alla volta a provare nuovamente emozioni e sentirsi veramente interessato a qualcuno. Il ragazzo infatti è sopraffatto dai sensi di colpa e negli ultimi 3 anni è andato avanti soltanto per inerzia. 
Lailah è una giovane innocente e inesperta, ma è anche altrettanto forte; nonostante i suoi problemi di salute e tutte le cose che la vita le ha privato, riesce per la maggior parte delle volte a tenere alto il morale e a non scoraggiarsi, grazie anche alla sua “lista di cose da fare prima o poi”.


«Voglio che tu faccia ciascuna di quelle cose, Lailah. Voglio vederti depennare quelle voci una per una, se così ti sentirai viva o semplicemente normale. Ma la verità è che sei tutt’altro che normale. Sei anni luce da tutti gli altri. Tu sei speciale. Definirti normale sarebbe un insulto. So che vorresti viverti tutte le esperienze che ti sono state negate dalla malattia, ma c’è una cosa che io non permetterò mai.» Mi passò una mano tra i capelli, chiuse gli occhi un istante e poi sussurrò: «Nessuno ti spezzerà il cuore. Te lo prometto»

Ho amato ogni scena in cui Jude e Lailah depennano insieme, uno dopo l’altro, i tanti punti della lista. Jude si è dimostrato un ragazzo d'oro, che aveva bisogno solo di trovare qualcuno che lo amasse incondizionatamente e gli desse un motivo per andare avanti, lasciandosi il tragico passato alle spalle. 
"Il mondo in una stanza" è un romanzo molto dolce, triste in certe parti, ma anche pieno di amore e di speranza: uno di quei libri che quando chiudi sei veramente felice di averlo letto. 
Anche se esiste un secondo romanzo con protagonisti Jude e Lailah, non preoccupatevi per il finale... c'è un epilogo, ed è anche molto bello! 
J.L. Berg è stata una bella scoperta, scrive in maniera talmente scorrevole che sono arrivata alla fine senza accorgermene, inoltre con le sue parole è riuscita ad emozionarmi davvero tanto, motivo per cui spero di leggere presto altri suoi romanzi. 
Una lettura romantica sicuramente consigliata!


3 commenti:

  1. Bella recensione, sono sempre più convinta nel leggerlo.

    RispondiElimina
  2. Grazie ragazze! *_*
    Non ve ne pentirete! <3

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!