venerdì 28 agosto 2015

Recensione "Dominio" di Marion Seals

Dominio 
di Marion Seals
(The Dark Side #1)


Questo libro è stato una bellissima sorpresa. 
Quando l’ho letto, ancora non conoscevo la scrittrice e non avevo mai sentito nominare nemmeno il suo romanzo fantasy. L’ho scoperto per caso e mi sono buttata per puro istinto e semplice ispirazione del momento.  Mai scelta fu più azzeccata. 
Nonostante il bel mattoncino di 600 pagine, la trama è talmente interessante e originale che la lettura scorre veloce, senza far pesare minimamente la notevole lunghezza del libro.
L’unico difetto che posso dire di aver trovato (tra l’altro solo nella prima metà del romanzo, perché nella seconda metà non è più presente) riguarda il cambio del POV dei vari personaggi. Non fraintendetemi, io adoro il cambio di POV, ma solo se ogni personaggio inizia dal punto in cui ci lascia l’altro nel capitolo precedente.
Qui invece il POV di tutti, soprattutto quello dei protagonisti principali, si alterna ripetendo la stessa scena con gli stessi identici dialoghi. Ogni volta ovviamente aggiunge nuovi particolari o situazioni importanti ai fini della storia, ma di fatto cambia poco la sostanza di qualche capitolo rispetto a quello precedente. 
Chiusa questa parentesi (che rispecchia un mio gusto puramente personale), il libro di Marion Seals mi ha letteralmente conquistata.
La trama è originalissima, molto complessa ma allo stesso ben architettata e studiata in ogni dettaglio.
 
Un mondo fantasy futuristico che vede contrapposte una società umana e una comunità di mutanti, creature geneticamente evolute, con poteri straordinari e pericolosi.
Ma il confine tra buoni e cattivi è molto sottile, perché entrambe le fazioni hanno al loro interno sia individui malvagi e traditori, sia individui onesti e valorosi. 
Ed è in questo scenario che si sviluppa la fantastica storia di Waylon e Kendra, con i loro amici e i loro nemici, in un futuro piuttosto lontano, nella gelida terra dell’Alaska.
La scrittrice non lascia nulla al caso, ogni particolare è inserito perfettamente e a tempo debito nel contesto senza creare situazioni esagerate o paradossali, pur trattandosi ovviamente di un mondo fantasy e non di quello reale.I personaggi sono tutti ben riusciti, sia quelli principali sia quelli secondari. Con le loro situazioni personali e le loro avventure si fanno apprezzare fin da subito, soprattutto quelli maschili:  questi enormi, forti e pericolosi mutanti si rivelano anche creature capaci di provare sentimenti, commettere errori e, perché no… dimostrare un senso dell’umorismo che ho trovato semplicemente adorabile!Le vicende di tutti quanti si intrecciano tra loro, rendendo la storia molto complessa, ben congegnata e assolutamente affascinante. E’ come trovarsi all’interno di un meraviglioso puzzle dove tutti i pezzi sembrano sparpagliati qua e là senza un’ apparente logica, ma poi pian piano iniziano ad incastrarsi fino a combaciare alla perfezione. 
E così ogni dettaglio va al suo posto e ogni dubbio viene elegantemente chiarito.
Il tutto è poi condito con intrighi e complotti, un alone di mistero, tanti colpi di scena fantastici, una buona dose di azione e adrenalina che ti tengono col fiato sospeso e un lato romance a tratti dolce e a tratti passionale, mai predominante nel contesto della storia ma nemmeno relegato troppo in secondo piano, capace di farti amare tutti i personaggi con il loro corteo di emozioni dalle mille sfaccettature. 
Pian piano ti affezioni a tutti quanti e quando finisci il libro, pensi a loro con un pizzico di nostalgia, aspettando il seguito con molta ansia e un’enorme aspettativa. 

1 commento:

  1. Adesso o finito di leggere il secondo della saga e bellissimo spero che esci presto il terzo

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!