giovedì 3 dicembre 2015

Recensione "Lo Spazio tra di noi" di Milena Porta


Lo Spazio tra di noi
di Milena Porta

La Trama
Dorotea, occhi grigi luminosissimi e qualche riflesso blu tra i capelli neri, ha diciotto anni e sta per diplomarsi. Vive con Melinda che si è sempre presa cura di lei sin da quando l’ha trovata abbandonata sulla spiaggia in una gelida mattinata di inverno.
La sua vita cambia inaspettatamente quando un gruppo di ragazzi affascinanti arriva in città. Uno di loro, Dixon, inizia a frequentare la sua stessa scuola. Tra i due ragazzi è odio a prima vista. Per Dorotea lui è insensibile, arrogante e …. bellissimo. La situazione di certo non migliora quando Dixon le si avvicina facendole strane domande. Dice di essere un alieno e che anche lei lo è. Dorotea proprio non gli crede, anzi pensa voglia solo prendersi gioco di lei. Ben presto, però, le ragazze di Nausica cominciano a sparire e Dorotea si trova ad indagare su un fitto mistero affiancata da un impensabile alleato: il compagno di classe Pietro. Col suo aiuto e la complicità di Agesilao, un gatto dagli strani poteri, Dorotea tenterà di trovare una risposta alla sua domanda: Chi è veramente Dixon e cosa vuole da lei?

La mio opinione

Di questo libro non è stata fatta nessuna pubblicità e non capisco come sia possibile. Perché è semplicemente una forza della natura.
Il mondo degli alieni non è mai stato tanto divertente e accattivante. E per questo dobbiamo dire grazie alla scrittrice che ci regala un gioiellino di splendida e ironica fantascienza.
Dorotea è un personaggio strepitoso. Un’adolescente un po’ stramba che non sa di essere un’aliena.
Ma a chiarirle le idee ci pensa Dixon, il nuovo studente della classe accanto, anche se convincere Dorotea si rivelerà un’impresa faticosissima per lui... e assolutamente divertente per noi.
Dixon: arrogante, presuntuoso e fin troppo affascinante. Un “Bad boy” che viene da Plutone… cosa vogliamo di più dalla vita?
I loro incontri-scontri sono vivacissimi e iniziano a colorarsi di sfumature sempre più dolci mano a mano che il tempo passa e un forte legame li unisce l’uno all’altra.
E poi non dimentichiamo il pizzico di suspense che aleggia in tutto il romanzo, quando alcune ragazze del paese iniziano a scomparire, un pericoloso killer prende di mira il gruppo di alieni per eliminarli in modo crudele e Dorotea scopre dettagli inquietanti sulle sue vere origini. Così ti ritrovi a intercettare segnali e indizi sparsi qua e là, che ti fanno restare col fiato sospeso e ti costringono a porti domande destinate a non trovare un’immediata risposta. E non capisci più chi è la preda e chi il predatore, chi sono i buoni e chi i cattivi. Bravissima la scrittrice, davvero.
Ma il lato thriller va a braccetto con l’ironia, perché a tentare di svelare il mistero che gli alieni portano con sé, ci pensano due detective buffi e improvvisati: Dorotea e il suo amico Pietro, con l’immancabile e prezioso aiuto del gatto Agesilao. Perché dietro ad ogni stranezza c’è sempre lo zampino di Dixon e dei suoi compagni.
Ma di lui ci si può fidare davvero? Considerando che per Dorotea è disposto ad infrangere tutte le rigide regole della sua razza in un modo che ho trovato assolutamente adorabile, il mio cuoricino direbbe di “si” a prescindere.
L’uso del POV alternato dei due ragazzi rende la trama ancora più dinamica, estende l’alone di mistero a 360 gradi e trasforma il lento sbocciare dei loro sentimenti in qualcosa di dolcissimo e meraviglioso.
E i pensieri di Dorotea sono così freschi e genuini che è sempre un piacere entrare di persona dentro la sua bizzarra testolina e restare affascinati da lei.
L’unica appunto che mi sento di fare riguarda l’ultima parte, forse trattata un po’ troppo rapidamente… tanti eventi in così poco tempo e in così poche pagine. Ma sempre perfettamente in linea con la storia.
Insomma, la scrittrice ha creato un delizioso connubio di ironia, suspense, fantascienza e un dolce romanticismo, sempre con la massima attenzione al più piccolo dettaglio.
Un mix talmente coinvolgente da farti divorare quasi 600 pagine con entusiasmo e trepidazione.
Con la capacità di infondere una sorta di linfa vitale ai suoi giovani e coraggiosi protagonisti e farli diventare delle creature in carne e ossa davanti ai nostri occhi. Simpatici amici che ci accompagnano in questo viaggio fantastico e un po’ speciale.

4 commenti:

  1. Grazie mille per aver scelto su Amazon tra tanti ebook il mio!
    La tua recensione è bellissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente meritata! Grazie a te!
      Ultimamente, quando un libro mi ispira, mi butto alla cieca. Non sempre il mio intuito ci azzecca, ma quando succede e scopro un gioiellino del genere, la soddisfazione è enorme!

      Elimina
  2. Impossibile non concordare con la recensione. Bella la trama, coinvolgente, quando si inizia a leggerlo non si riesce a smettere. Merita veramente di essere portato all'attenzione di tutti gli appassionati del genere.

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!