venerdì 8 gennaio 2016

Recensione "CRAVING" di Jo Rebel

CRAVING
di Jo Rebel
(1° libro trilogia Craving)

La Trama
Gregorio e Victoria sono nati fratelli, e il loro legame è divenuto più intenso quando sono rinati come immortali entrando a far parte della stirpe dei Vlasic. Dopo decenni spesi a viaggiare nel mondo, ritornano a Torino, certi di riprendere con la solita routine che mettono in scena per adattarsi al mondo umano. Vic si iscrive all’università e passa molto tempo con se stessa. Greg trascorre le notti fuori, altalenando tra noia e lussuria. La rabbia però inizia a minare la sua volubile esistenza, mentre una creatura misteriosa lo attacca, facendolo sentire, per la prima volta, debole. Costretti a ripercorrere i ricordi dolorosi del passato, si renderanno conto di come le loro vite siano destinate a modificarsi, trovandosi davanti a scelte di primaria importanza. Entreranno in contatto con degli umani, ma se per Greg il rischio sarà quello di ricadere in un errore già commesso, per Vic questo incontro potrebbe rivelarsi fatale. Avranno bisogno di Domiziano, il loro Creatore, dotato di una saggezza antica, e di Federico, migliore amico di Greg e passata storia d’amore, mai del tutto dimenticata, di Vic. Entrambi saranno fondamentali per venire a capo di ciò che sta minacciando l’eternità dei due fratelli. Gregorio e Victoria arriveranno a dover combattere per continuare a esistere e senza volerlo infrangeranno due delle sacre regole degli immortali: mai rivelare al mondo la tua vera natura senza un valido motivo e senza aver prima valutato le conseguenze, mai farsi coinvolgere da un umano.
Anche se il tuo cuore cessa di battere non è detto che tu non possa ancora avvertire il potere di un legame, o la rabbia più incalzante. 

Potete leggere un estratto QUI


La mia opinione


Se sentite la nostalgia del genere urban fantasy, in particolare di una saga con protagonisti dei vampiri, Craving potrebbe essere il libro che state cercando. 
Quando si parla di vampiri ho imparato che ogni autrice ne crea una propria versione, anche in questo caso Jo Rebel ha dato una propria caratterizzazione alle sue creature, che restano in ogni caso bevitori di sangue
Questa storia, che vede come protagonisti principali i due fratelli vampiri Victoria e Gregorio, è narrata a capitoli alterni da entrambi i loro punti di vista e ambientata principalmente a Torino, città in cui fanno ritorno dopo diversi decenni. 
Attraverso i capitoli di Victoria capiamo all'istante che è lei quella che ha una predisposizione a voler mantenere una sorta di normalità, nonostante la sua condizione di immortale infatti, complice il suo aspetto di una 21enne, decide addirittura di iscriversi all'università e stringe anche un'amicizia con una compagna di studi. 
Gregorio, invece, salta da una donna all'altra prendendo da loro nutrimento e piacere, è inquieto, insoddisfatto e si sente lui stesso una bomba pronta ad esplodere. 
Per un vampiro la regola fondamentale dovrebbe essere “mai stringere dei legami con un mortale” e invece entrambi, anche se in situazioni diverse, verranno a contatto con dei mortali che faranno provare loro sensazioni ed emozioni intense. Se poi considerate la genialata del “legame di sangue” introdotta dall'autrice, le leggi della Stirpe di vampiri a cui appartengono Vic e Greg e la presenza di uno spirito persecutore, i due fratelli avranno diverse situazioni complicate con cui fare i conti
Non aspettatevi scene romantiche e amorose da batticuore, non sono al centro della storia, almeno non in questo primo capitolo della trilogia, anche se avremo qualche “contentino”. La storia ha una trama molto promettente ed è ben scritta, spero che nel seguito vengano chiarite tutte le situazioni lasciate in sospeso alla fine di questo primo libro! 
Lettura consigliata alle nostalgiche di queste creature affascinanti e ammaliatrici che sono i vampiri.

1 commento:

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!