venerdì 2 dicembre 2016

Recensione: Non dirgli che ti manca di Alessandra Angelini

Non dirgli che ti manca
di Alessandra Angelini

Trama 
Isabella è a pezzi. Deve vedersela con un padre di successo, per il quale non c’è un altro futuro possibile se non quello che lui stesso ha immaginato per la figlia. E come se non bastasse, il suo fidanzato, quello che secondo tutti era il ragazzo perfetto, la tradisce spezzandole il cuore. Così decide che è arrivato il momento di cercare la propria strada e trasferirsi da Roma a Bologna per studiare. Ma la vita è sempre pronta a sorprenderti: nel caso di Isabella l’imprevisto si chiama Denis, tatuatissimo batterista dei Bad Attitude. In una notte che cambia tutto, Isabella infrange ogni regola. I due si imbarcano in una relazione turbolenta, fatta di lunghe separazioni, resa complicata dall’insofferenza del padre di lei e dalle insicurezze della ragazza. Nonostante le differenze sociali, quello che Denis e Isabella provano l’uno per l’altra è un sentimento insopprimibile, forte e delicato, violento e dolce allo stesso tempo, qualcosa che va oltre le regole, ma che non sembra destinato a finire, come quelle melodie che entrano nella testa e non se ne vanno più…


La mia opinione


Avete un debole per i musicisti? Preparatevi ad impazzire per i Bad Attitude, i protagonisti del romanzo d'esordio di Alessandra Angelini, autrice italiana che con questa sua storia romantica e musicale vi trascinerà nel mondo di questo gruppo punk rock! 


“Non dirgli che ti manca” ci presenta tutti i membri del gruppo: il cantante dalla voce graffiante e potente Julien, il sexy batterista Denis, il chitarrista P.E. e il bassista Nico, ma i protagonisti principali su cui si concentra la narrazione sono Denis e Isabella.
Isabella non ha nulla a che fare con la scena musicale, la prima volta che incontra Denis non sa neppure chi sia, ma una notte di passione occasionale tra i due in quel di Milano è solo l'inizio della loro storia. Il destino infatti incrocia nuovamente le strade di Denis e Isabella a Bologna, città in cui lei si trasferisce per proseguire i suoi studi in medicina.
Il romanzo è scritto dal punto di vista di Isabella, viviamo quindi in prima persona la sua delicata situazione familiare, i sentimenti provati nei confronti di Denis, i suoi dubbi e i suoi timori.
Denis è un ex bad boy, come qualsiasi attraente musicista ha sempre approfittato della marea di ragazze che gli si buttavano tra le braccia, ma Isabella è diversa, per lui è l'unica. Con lei il bel batterista è dolce e protettivo, ma non aspettatevi una storia dove tutto fila liscio... La vita con un musicista non è facile, tra gelosie e fraintendimenti ci saranno diversi ostacoli che i due dovranno superare.
La prima parte del romanzo è molto introduttiva, ci descrive la situazione familiare di Isabella, il primo incontro con Denis avvenuto mesi prima e il suo trasferimento a Bologna. Si entra nel vivo della storia procedendo con la lettura, quando Isabella rivede Denis ed inizia a diventare in pochissimo tempo un membro onorario del gruppo di persone che circondano e sostengono i Bad Attitude.
Mi è piaciuto molto il tipo di rapporto esistente tra i membri di questo gruppo musicale allargato, non sono solo semplici amici e colleghi, ma una vera e propria famiglia. La seconda parte è quella che mi ha emozionata di più, non solo per i risvolti della relazione tra i protagonisti principali, ma per il rapporto fraterno che si crea tra Julien e Isabella.
Le tematiche affrontate dall'autrice sono tutte molto attuali, dalla violenza psicologica alla dipendenza da alcool e droghe con cui qualcuno in particolare dovrà fare i conti.
Lo stile di Alessandra Angelini è scorrevole e moderno, i suoi ragazzacci non hanno peli sulla lingua e i dialoghi sono spesso ironici, ma non mancano nemmeno parti molto descrittive. Non dirgli che ti manca è un romanzo autoconclusivo, tuttavia, a fine lettura, avrete probabilmente voglia di saperne di più sugli altri membri dei Bad Attidute, in particolare su Julien e Nico. Spero di poter leggere prossimamente un libro con loro due al centro dell'attenzione!


2 commenti:

  1. Ognuno di noi è alla ricerca della sua strada, della felicità. Questo è il percorso di Denis e Isabella <3
    Grazie Selene per la bella recensione, e per questa conclusione che è il miglior complimento e augurio che si possa fare <3

    RispondiElimina
  2. Non l'ho ancora iniziato ma spero davvero di riuscire a farlo presto, la tua recensione mi ha incentivata molto <3

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!