giovedì 16 febbraio 2017

Recensione: Remember. Un amore indimenticabile di Ashley Royer

Remember. 
Un amore indimenticabile 
di Ashley Royer

Trama

Dopo una tempesta arriva sempre il sereno. Levi ne è convinto. Per tutta la vita ha osservato la pioggia e ha rincorso gli arcobaleni, credendo ciecamente nel lieto fine. Ma un giorno tutto è cambiato: il giorno in cui la sua ragazza è morta in un terribile incidente. Da quel momento il temporale l’ha inghiottito, e la luce non è più tornata. Così Levi ha smesso di parlare. Preoccupata per lui, la madre gli propone di prendersi una pausa e di raggiungere il padre, nel Maine. Levi non ha voglia di lasciare l’Australia, ma ancor di più non ha voglia di lasciare i propri ricordi. Alla fine però decide di partire. E sarà proprio dall’altra parte del mondo che Levi incontrerà Delilah, il suo arcobaleno.



La mia opinione

Per caso Remember: Una storia indimenticabile è una fan fiction sul cantante dei Five seconds of summer? Non che sia un’esperta, ma direi che la sua descrizione combacia perfettamente con Luke Hemmings, dal solo fatto di essere australiano, ai capelli biondi, occhi azzurri, statura e piercing al labbro inferiore. Per non parlare dal fatto che vengono tutti e due da Sydney. Non chiedetemi perché lo so.

Il libro inizia con Luke, cioè, voglio dire, Levi che si trasferisce da Sydney al piovoso Maine perché sua madre e il suo migliore amico pensano che fargli cambiare aria sia una buona idea visto che dopo la morte della sua ragazza ha iniziato a trattare tutti malissimo e a non parlare più.

Questo libro affronta tematiche abbastanza forti, la perdita, la colpa, il rimorso, ma con una leggerezza e a volte infantilità evidente. Non sono riuscita a farmi coinvolgere a pieno e vedevo tutto “sfasato”. Capivo che una determinata scena o discorso avrebbe dovuto prendermi e farmi commuovere, ma era come se fossi fuori dall’onda e non riuscissi a pieno a salirci sopra.

Remember non è un libro noioso. Succede sempre qualcosa che cattura la tua attenzione e ti fa continuare a leggere, solo che non mi ha comunicato molto. Volevo che lo facesse, ma non è successo. Questo non lo dico perché è uscito da Wattpad, cercando bene mi è capitato di trovare dei romanzi anche scritti bene su quella piattaforma. Anche a questo non gli si può certo rimproverare la grammatica, essendo stato pubblicato da una casa editrice immagino che sia stato eventualmente corretto ed editato.
In diversi punti però mi è sembrato che Remember avesse il livello emotivo di una lastra di pietra, e non ha di certo aiutato il carattere insopportabile di Levi.
Nel totale darei al romanzo tre stelle. 
Voi l’avete letto? Siete riusciti a connettervi con questo libro?


«Chiudi gli occhi» mi incalza.
Faccio come dice e aspetto che riprenda a parlare.
«Che cosa vedi?» mi domanda.
«Tutto nero?» sussurro.
«Okay. Dimmi quando cambia.»
«Quando cambia cosa?»
«Il colore che vedi.»
Dopo qualche secondo, capisco cosa intendeva. «Adesso vedo del verde.»
«Continua a tenere gli occhi chiusi.»
Aspetto ancora qualche secondo. «Ora è giallo.» Dopo qualche istante cambia di nuovo. «Adesso è arancione.»
«Puoi aprire gli occhi» dice, dandomi una stretta alla mano.
«Qual è lo scopo di tutto questo?» le chiedo.
«Anche se avevi gli occhi chiusi, i colori continuavano a cambiare. Puoi cercare di mantenere le cose come stanno, ma è praticamente impossibile. Nulla dura per sempre, e nulla resta sempre uguale, per quanti sforzi tu faccia. Nella vita devi affrontare una molteplicità di colori, che tu lo voglia o no. Quando hai chiuso gli occhi, i colori sono svaniti, per riapparire dopo qualche secondo, e non sapevi quali sfumature sarebbero apparse, vero?»
Annuisco.
«È come la vita, immagino. Cambia di continuo e non sai mai cosa succederà. Devi solo essere preparato ad accettare quel che ti riserva.»

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!