lunedì 20 febbraio 2017

Recensione: SE MI LASCI TI LICENZIO di Noelle August

Se mi lasci ti licenzio
di Noelle August
(Boomerang #2)


La Trama
Adam ha tutto ciò che si possa desiderare: è giovane, è sexy, e a soli 22 anni ha già fatto carriera. Ma le cose cambiano quando uno scandalo travolge la sua compagnia, Boomerang, che gestisce un famoso sito di incontri. Alison, figlia di un magnate - ed ex dell'Ethan protagonista di "Non vorrei però ti amo" -, invece ha tutt'altro problema: terminato il college, deve dimostrare al padre che merita un posto nella sua azienda. I loro destini però stanno per incrociarsi: per raggiungere l'obiettivo la ragazza dovrà riuscire a rilanciare proprio Boomerang... diventando il capo di Adam. Tra i due avranno la meglio l'attrazione e poi l'amore, o il desiderio di soldi e successo?


La mia opinione

Se mi lasci ti licenzio è il secondo libro della serie contemporary romance new adult Boomerang, ma come per il primo è da ritenersi autoconclusivoOvviamente, considerando che i protagonisti li abbiamo già conosciuti, l'ideale sarebbe leggerle i libri nell'ordine corretto. 

Adam Blackwood ha soli 22 anni ed è l'amministratore delegato della nota società di incontri Boomerang, ma il suo obiettivo è quello di espandersi e creare una propria casa di produzione cinematografica. Adam mi aveva incuriosito già in Non vorrei però ti amo, ci viene descritto come un uomo giovane, intraprendente, molto affascinante, tatuato e privo di legami affettivi. 
Che fosse successo qualcosa di terribile nel suo passato l'avevo già intuito, nel corso della lettura scopriamo cosa gli è accaduto di preciso, quale fardello si porta sulle spalle, quali fatti l'hanno condotto a costruire un muro per tenersi a distanza di sicurezza dalle persone per evitare di soffrire di nuovo. Come in ogni romance, chi potrebbe mai riuscire a scalfire questo muro invisibile? Ovviamente la donna giusta, che in questo caso entra in scena ad una festa in maschera vestita da sensuale Cat Woman. 
Peccato però che questa sensuale sconosciuta con la quale Adam ha scambiato intense effusioni si riveli essere la figlia del potenziale finanziatore della casa di produzione che sta progettando Adam, da considerarsi perciò off-limits. 
Sappiamo comunque come vanno a finire queste cose, tra attrazione alle stelle e sguardi rubati resistere sarà un tormento per entrambi. Ma una gioia per noi lettrici a cui piacciono queste situazioni complicate. 

"C'è una possibilità con Alison. 
L'ho scelta - ho scelto noi - e non rovinerò tutto. 
Non stavolta. Non con lei."


Alison Quick è una giovane e bella rampolla dell'alta società, ma non è la persona odiosa e superficiale che si potrebbe immaginare. Ha commesso degli errori in passato, ha ferito delle persone, e ora vuole dimostrare al padre di essere perfettamente in grado di svolgere il lavoro che lui le ha affidato. Alison non è solo la figlia del finanziatore di Adam, ma anche la ex di Ethan (il protagonista del primo libro), per questo avevo qualche dubbio iniziale sul suo personaggio, invece mi è piaciuta molto, le autrici sono riuscite pienamente a farmela apprezzare. 

La narrazione è in prima persona con l'alternarsi del POV dei due protagonisti, entrambi ben delineati. Anche i personaggi di contorno sono interessanti e simpatici, sono curiosa di vedere cosa combinerà Grey (il fratello minore di Adam) nel prossimo libro con lui protagonista. 
Lo stile di queste due autrici (Noelle August non è altro che lo pseudonimo di Veronica Rossi e Lorin Oberweger) mi piace molto, hanno una scrittura talmente fluida e ironica che si arriva al finale davvero velocemente. 
Se mi lasci ti licenzio è un romanzo divertente, romantico ed emozionante. Se cercate una lettura fresca e non impegnativa sicuramente consigliato!

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!