mercoledì 7 giugno 2017

Recensione È un giorno bellissimo di Amabile Giusti

È un giorno bellissimo
di Amabile Giusti 

Trama
Grace Gilmore, bionda diciottenne di buona famiglia, vive in un mosaico di cristallo in cui ogni tessera ha il suo posto preciso: i suoi genitori sono belli, ricchi e affettuosi, le porte dell’università di Yale si apriranno subito dopo l’estate, e un principe azzurro di nome Cedric è il fidanzato pronto a sposarla. Eppure bastano una sola notte e tre colpi bassi del destino a farle mettere in discussione tutto quel mondo. Con i cocci delle sue illusioni in uno zainetto e i frantumi della sua vecchia vita nel cuore, Grace si ribella al suo futuro perfetto, scelto da chiunque tranne che da lei. Si lancia così in un inatteso e spontaneo road trip in giro per gli States, decisa per una volta a seguire il suo istinto e i suoi sogni. A New York conosce il bellissimo Channing: metà latino e metà asiatico, capelli di seta e fisico mozzafiato, irriverente ma gentile. È lui il fulmine dagli occhi blu che squarcia il cielo grigio nel cuore di Grace. Dalla Pennsylvania all’Ohio, dal Kentucky all’Illinois, fino al tour sulla mitica Route 66, il destino sembra deciso a far intrecciare le strade dei due giovani. E mentre Grace imparerà a conoscere sentimenti nuovi ed emozioni autentiche – così lontane dalla sua vecchia vita –, Channing dovrà fare i conti con un tragico segreto che potrebbe spezzare il sogno di un giorno bellissimo.

La mia opinione


È un giorno bellissimo è un romanzo new adult autoconclusivo che emoziona e tocca il cuore del lettore. 
La storia ha inizio quando la vita apparentemente perfetta della diciottenne di buona famiglia Grace va in frantumi esattamente il giorno del suo diploma, per colpa di una rivelazione scioccante e una delusione dietro l'altra che la spingono a partire da sola, all'insaputa di tutti, per un viaggio senza meta precisa. 
Bastano poche pagine del romanzo per capire che Grace è una brava ragazza cresciuta sotto una campana di vetro da genitori esageratamente protettivi e perennemente influenzata da un ormai ex ragazzo da cui si è sempre lasciata manipolare. 
Quello che Grace intraprende è un viaggio alla riscoperta di sé stessa, per trovare la propria direzione da sola, compiendo scelte sue e soltanto sue, senza lasciarsi influenzare e guidare da nessuno come in passato. 
La sua prima scelta avventata? Baciare un affascinante sconosciuto incontrato a Central Park appena prima di lasciare New York e partire per la tappa successiva. 
Quante possibilità ci sono che quello stesso ragazzo incroci nuovamente il suo cammino? A quanto pare molte, se è il destino a metterci lo zampino. 
Channing è un personaggio fantastico, un ragazzo molto bello, dai tratti asiatici e un miscuglio di altre etnie, è scherzoso, presuntuoso e dice sempre quello che gli passa per la testa. La sua vita è un'avventura continua, ha una grande passione per i viaggi e per le scalate, è stato praticamente ovunque nonostante abbia solo 22 anni. L'unico difetto? Non ha mai avuto legami stretti, per lui esistono solo storielle occasionali senza sentimenti di mezzo, anche il rapporto con la madre è piuttosto conflittuale. 
Mi è piaciuto molto come l'autrice ha sviluppato il legame che si crea tra Grace e Channing, un sentimento che nasce e si evolve giorno dopo giorno, durante un viaggio on the road che attraversa gli States. 
Ho amato le ambientazioni e i luoghi visitati dai ragazzi (quando si parla di Route 66 e paesini sperduti nel mezzo degli USA mi sento sempre particolarmente intrigata), così come ho adorato i personaggi secondari che incontrano i ragazzi e con i quali condividono alcune tappe di questo importante viaggio. 
Il segreto di Channing accennato nella trama del romanzo, ce lo rivela lui stesso in uno dei capitoli scritti dal suo punto di vista. Dal momento in cui si scopre di cosa si tratta è facile immaginare la direzione del romanzo e prepararsi psicologicamente all'ultima parte del libro, quella più commuovente e straziante
Gli ultimi capitoli sono stati infatti una fonte continua di emozioni e batticuore fortissimi.
È un giorno bellissimo è una lettura emozionante, dolce e delicata sicuramente consigliata! Spero che l'autrice decida di scrivere un romanzo dedicato alla giovane Kate, sarebbe bello conoscere anche la sua storia!

Punto di vista: prevalentemente terza persona, 
ma alcuni capitoli da quello di Channing
Sensualità: prevalentemente baci e carezze il resto è lasciato all'immaginazione
Caratteristiche: delicato, dolce, emozionante
Stile narrativo: scorrevole, moderno, dialoghi divertenti
Tipo di finale: autoconclusivo con uno sguardo al futuro

1 commento:

  1. Me lo sto godendo pian piano anche perché lo sto leggendo da telefono xD
    Vedere la tua votazione mi fa ben sperare! Baci

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!