mercoledì 17 gennaio 2018

L'angolo degli inediti: Recensione Whiskey Burning di Bella Jewel.

Buongiorno ragazze,
quest’oggi vorrei parlarvi di un nuovo romanzo, Whiskey Burning, di una delle regine dei libri MC, Bella Jewel.

“Questa ragazza ha catturato la mia attenzione. Forse è l’angoscia nei suoi occhi. Il modo in cui pregano che qualcuno la salvi.”


“Oltre il tramonto, vedeva la libertà bruciare.”

TRAMA:
Nell’oscurità è dove l’ho visto per la prima volta.
Da sola, ad una fontana, le lacrime che mi scendevano lungo le guance.
Pronta a mollare.
Dall’oscurità, giunse la sua voce.
Tranquilla. Rassicurante. Ruvida come la notte più scura.
Non lo vedevo.
Non sapevo neanche il suo nome.
Tutto ciò che sapevo è che mi ha salvato quella notte.
Mi ha rimesso di nuovo in piedi.
E mi ci ha tenuta.
Ogni singola volta che avevo bisogno di lui, trovava un modo di venire da me.
Il mio sconosciuto della notte.
Il mio oscuro guerriero.
Il mio nome è Scarlett. Probabilmente mi conosci.
Sono la cantante country numero uno in America.
Sono anche la ragazza più sola che tu abbia mai conosciuto.
Lui è libero come un uccello. Un nomade. Viaggia da solo.
Nessuno lo trattiene.
Ha la libertà per cui prego ogni singolo giorno.
Mi ha mostrato che la vita può essere molto di più di quella che sto vivendo.
Quando il pericolo viene a bussare, mi ha anche mostrato un mondo diverso.
Un mondo che non sapevo esistesse.
Un mondo che mi terrorizza e mi affascina.
Un mondo che va contro ogni cosa che ho sempre saputo.
Un mondo di Iron Fury.

“Per la prima volta, in molto tempo, sorrido. Sorrido per lo sconosciuto che ha fatto nascere della speranza dentro di me.”


“La mia mente va a Scarlett e al modo in cui le sue dolci dita avevano toccato le mie questa sera. Volevo portarla via dal palco, sollevare quel minuscolo vestito e seppellire il mio cazzo così in profondità dentro di lei che entrambi ci saremmo dimenticati i nostri stessi nomi.”

Prima di iniziare con la recensione, vorrei dire che in Whiskey Burning Scarlett viene descritta come bruna, ma una delle mie serie preferite in assoluto è Nashville e se sento parlare di musica country e Scarlett… beh, non posso fare altro che immaginarmi lei, nonostante i capelli.
Detto ciò, questo libro mi ha piacevolmente sorpreso. Non sapevo bene cosa aspettarmi. Ogni libro sui club di motociclisti scritto da Bella Jewel è fantastico, ma prendere Sons of Anarchy e mischiarlo con Nashville… poteva essere un totale disastro o una brillante idea. Alla fine, visto che stiamo parlando di una delle regine degli MC, direi che è stata quest’ultima.
Scarlett, una cantante country a cui viene detto in ogni istante dalla sua manager che cosa fare, cerca sempre di trovare un po’ di libertà nei singoli momenti. Peccato che ultimamente le cose non le stiano andando propriamente bene. Finché non incontra Maverick.
Maverick si è allontanato dall’Iron Fury MC per dei motivi personali e, anche se è libero, non riesce a sfuggire dai suoi pensieri. L’unico momento in cui riesce a zittire tutto è quando parla proprio con Scarlett.
L’attrazione tra i due è immediata e la chimica è bruciante e, anche se all’inizio si buttano in questa storia ognuno per i suoi motivi, iniziano veramente a tenerci l’uno all’altra. I due sembrerebbero mal assortiti ma, mentre poi si scopre che Maverick ha un lato dolce che non si può non amare, Scarlett ha un passato oscuro. Si compensano alla perfezione.
Devo dire che Maverick, al contrario degli altri protagonisti maschili della Jewel, è ben più stronzo e probabilmente molto più reale, molto più come mi immagino si comportino, purtroppo, dei veri motociclisti.
Un’altra cosa che mi ha lasciata un po’ perplessa è che mentre l’inizio e la metà sono sviluppati molto bene, la fine sembra un po’ affrettata, quasi come se l'autrice volesse tagliare corto. C’è da dire che il libro finisce con un cliffhanger, ma non per la storia principale dei due protagonisti. La fine è spiegata meglio nel seguito che comunque è uscito due mesi dopo, quindi l’attesa non è stata snervante.
Un lato che ho molto apprezzato è stato quello di mistero/tensione. L’ho trovata ben costruita e mi ha incuriosita, portandomi facilmente alla fine del romanzo.
Darei nel totale cinque stelle al libro perché mi ha tenuta sveglia fino a notte inoltrata e non sono stata capace di abbandonarla. Lo consiglierei a qualsiasi amante dei libri MC.

“Tu stai girovagando, vivendo la vita di un nomade, ma questo non ti porterà via il dolore. Tornare a casa, dai tuoi fratelli, dal tuo club, riparerà quello che è stato spezzato.”

- Punto di vista: alternato, prima persona
- Sensualità: scene hot
- Caratteristiche: emozionante, passionale
- Stile narrativo: scorrevole
- Tipo di finale: conclusivo per la coppia, una parte della storia rimane sospesa

Mi guarda, i suoi occhi che sorreggono i miei e posso sentire le sue parole, ben prima che mi penetrino. “Perché i tuoi occhi sono come i miei. La tua voce parla lo stesso dolore. Sono attratto da te. Non so perché, ma non sembro in grado di farmi da parte.”

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!