lunedì 29 gennaio 2018

Recensione SWEET UNA DOLCE CONQUISTA di J. Daniels

Sweet. Una dolce conquista
di J. Daniels
(Sweet Addiction Series #1)

Trama
Cosa succede quando una pasticciera tutto pepe incrocia sul suo cammino il contabile più sexy di tutta Chicago? Le scappatelle ai matrimoni non portano mai a nulla di buono, soprattutto se il matrimonio è quello di un ex-fidanzato. Chi indugia in questo vizioso passatempo conosce le regole. Entra. Rimorchia. Esci. Nessuna aspettativa di una relazione. Solo sconcio sesso da matrimonio. Dylan Sparks conosce il protocollo. E anche se sperimenta il miglior sesso della sua vita con un perfetto sconosciuto mortalmente affascinante, è assolutamente decisa a mettere la parola fine alla loro avventura insieme con la serata. Quello che Dylan non immagina è che a Reese Carrol delle regole non importa nulla. Lui vuole più che una sola notte, e sa di essere troppo irresistibile perché Dylan si lasci sfuggire quest’occasione. Reese non vorrebbe mai lasciarla andare. Dylan è decisa a proteggere il suo cuore. Chi avrà la meglio in questa dolce dipendenza, combattuta a colpi di ironiche battaglie e tregue bollenti?

La mia opinione

“Mi sta guardando in quel modo in cui solo lui mi guarda, l’unico modo in cui vorrò mai essere guardata dall’uomo che ho scelto. E io ho scelto lui.”

Dolce come un cupcake, sensuale come una fonduta di cioccolato, Sweet una dolce conquista è una lettura bollente e deliziosa!
Questa seconda pubblicazione della nuova casa editrice Always Publishing è particolarmente indicata a chi ama le commedie impertinenti e piccanti in pieno stile Sex and the City, con l'aggiunta di una esilarante componente umoristica.
Il romanzo è scritto in prima persona dal punto di visto della protagonista femminile, Dylan, una simpatica e spudorata pasticcera, non particolarmente fortunata in fatto di uomini.

Il primo incontro tra i due protagonisti avviene in una situazione particolare: Dylan ha realizzato la torta nuziale per il matrimonio del suo ex e, per rendere memorabile quella improbabile giornata, cosa c'è di meglio del lasciarsi andare a del sesso sconcio da matrimonio con un bellissimo invitato che molto probabilmente non vedrà mai più? Ovviamente le cose non andranno esattamente così e quel primo bollente rendez-vous sarà solo il primo di una lunga serie.

Reese Carrol è come non ci si aspetterebbe normalmente da un commercialista: è dannatamente bello e sensuale, nonché rinomato nella sua cerchia di amici per essere un play boy incallito.
Quella tra lui e Dylan inizia come una relazione puramente fisica che, tra fraintendimenti ed ex invidiosi, metterà in gioco anche qualcosa di più. 

«Nessuno ti farà sentire così bene, Dylan, solo io».
I miei occhi sono incollati ai suoi e non riesco a distogliere lo sguardo. Voglio dirgli che ha ragione, che so che nessun altro ragazzo mi farà mai sentire così, e non vorrò mai darne a un altro la possibilità. Ma non lo faccio. Invece, lo sento soltanto.

Le scene di sesso, intenso e spudorato, hanno ambio spazio in questo romanzo, Dylan e Reese fanno scintille, sono insaziabili e non si lasciano sfuggire proprio nessuna occasione. 
Oltre ai due sfrontati e passionali protagonisti, è stata azzeccatissima la presenza dei personaggi secondari per rendere questa lettura particolarmente ironica e divertente, in primis l'amico-assistente gay di Dylan, un soggetto simpaticissimo e sfacciato davvero adorabile.
Quella di Sweet è una storia scorrevole e frizzante, caratterizzata da molti dialoghi dai toni particolarmente spudorati e taglienti, come è normale che sia per questo genere di lettura. Se il linguaggio un po' scurrile vi infastidisce, probabilmente questa lettura non fa esattamente per voi ...
Se cercate invece una lettura senza particolari drammi, ma perlopiù spassosa e piccante, probabilmente potrebbe piacervi! Io l'ho trovata dolcemente deliziosa!

Punto di vista: prima persona di Dylan
Sensualità: bollente, molte scene hot
Caratteristiche: sensuale, piccante, divertente
Stile narrativo: scorrevole, linguaggio spudorato
Tipo di finale: autoconclusivo


Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!