giovedì 18 gennaio 2018

Recensione TABOO di Ava Lohan

Taboo
di Ava Lohan

Trama
Mi chiamo Joseph Blane. Sono un mormone. Sono vergine. Ho il controllo totale sui miei impulsi sessuali e obbedisco alla Legge di Castità. Nessuna donna è in grado di farmi cedere. Tranne Judith. 
Per lei provo un’infinità di cose sbagliate. E quando si presenta al mio stesso campus universitario il mio autocontrollo vacilla.
Per lei ho smesso di combattere. Per lei ho ripreso e adesso sono Sinner, il lottatore più acclamato nei combattimenti clandestini dell’Arena. L’idolo che le donne desiderano nel loro letto. Ma è per Judith che io distruggo i miei avversari dentro la gabbia e lotto contro me stesso e ciò che voglio. Lei.
Judith mi tenta.
Mi provoca.
Siamo lei e io. In una città in cui nessuno sa chi o cosa siamo l’uno per l’altra. 
Judith si stabilisce nel mio appartamento e io non devo cadere nella lussuria. 
Violare la Legge di Castità è un peccato estremamente grave.
E io non devo farlo.
Ma soprattutto: non devo farlo con lei. 

La mia opinione

Come avrete notato dalle mie recensioni, solitamente prediligo le letture più romantiche a quelle erotiche, ed Ava Lohan non è di certo un'autrice che va per il sottile in quanto a scene piccanti e azzardate, tuttavia, la prima riga della trama di Taboo mi ha troppo incuriosita, così mi ci sono buttata senza pensarci troppo. 
Ava Lohan è un'autrice self-publishing molto brava con le parole, ha una penna molto coinvolgente, ma sicuramente questa sua storia non è per tutti, al contrario mi sentirei di consigliarla esclusivamente a chi è provvisto di una mentalità molto aperta e a chi non si scandalizza facilmente.

Se cercate una lettura tanto coinvolgente quanto audace, e non soltanto per quanto riguarda l'erotismo presente, ma anche per le tematiche trattate, Taboo potrebbe rapirvi completamente come ha già fatto con molte lettrici. 
Visto che dalla trama la Lohan non anticipa quasi nulla su questo amore proibito, non ho intenzione di farlo nemmeno io, quindi sarò piuttosto vaga sull'argomento, ma è stato uno shock scoprire cosa riguardava già nelle prime pagine. Io non me lo aspettavo, sul momento è stato spiazzante, ma proseguendo la lettura non è stata la cosa che mi ha disturbato maggiormente. Anzi, l'ho trovato intrigante, ed ero molto curiosa di scoprire come l'autrice avrebbe trattato la cosa fino alla fine. 
Taboo è una storia raccontata a capitoli alterni dal punto di vista del due protagonisti principali: Joseph e Judith. Entrambi sono cresciuti nella stessa comunità di mormoni, ma Judith ad un certo punto della sua vita ha smesso di credere e di seguire le loro regole. Per tale ragione, Judith non è una ragazza ben vista, al contrario, è considerata un “anticristo”
Joseph è descritto come un vero e proprio adone, tutte le ragazze smaniano per lui e lo vorrebbero, ma lui è davvero molto bravo a reprime se stesso e seguire alla regola le Leggi della Castità dei mormoni. Fino al momento in cui la spregiudicata Judith ritorna nella sua vita, trasferendosi nel suo stesso campus universitario. 
Judith è un personaggio molto complesso, per essere una ventenne ne ha passate davvero tante, però non è una che si arrende. Nella prima parte della storia, Joseph vive in una gabbia che gli hanno costruiti intorno, difficile dire chi sia veramente fino al momento della svolta, quando finalmente si decide ad essere se stesso e inseguire i suoi sogni.
Quello tra Joseph e Judith è un amore proibito, ma è comunque amore, quello vero, per cui ci si strugge, quello che ti completa e ti rende migliore. 
In ogni caso, la cosa che mi ha sconvolto maggiormente di questa storia è la parte religiosa, in particolare il “santone” della comunità dei mormoni, un personaggio davvero inquietante che mi dava l'idea di essere più il capo di una setta. 
Nel complesso il romanzo mi è piaciuto, è particolarmente corposo ma scorrevole, però per il mio gusto personale ci sono un po' troppe scene piccanti nella seconda parte della storia. Scene audaci, disinibite e dettagliatamente descritte. Se vi piacciono gli erotici, non avrete di che lamentarvi! 
Consiglio Taboo a chi è alla ricerca di emozioni forti e ha voglia di leggere una storia proibita, provocante e azzardata!

Punto di vista: prima persona dei due protagonisti
Sensualità: molto hot e descrittivo
Caratteristiche: audace, provocante, proibito
Stile narrativo: scorrevole
Tipo di finale: un bel finale auto-conclusivo

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!