martedì 9 gennaio 2018

Recensione VENUTO DAL FREDDO di Sarina Bowen

Venuto Dal Freddo 
di Sarina Bowen 
(Gravity #1)

La Trama
Il discesista Dane “Danger” Hollister non ha relazioni e tiene segreto il motivo di questa scelta. A causa della maledizione ereditata da sua madre, sta per perdere tutto: il suo posto nella squadra olimpica di sci, il suo fondo fiduciario e la sua capacità di sciare alla massima velocità.
Willow Reade, allevatrice suo malgrado, incontra Dane a causa di un incidente, quando il suo vecchio pick-up fa andare fuori strada lo sciatore, durante una tormenta di neve. Bloccati insieme nella jeep dell’uomo, mentre scende la notte, le due persone più sole di tutto il Vermont trovano loro stessi, condividendo l’una con l’altro molto di più di quanto in realtà non vogliano. E non solo conversando. Nessuno dei due potrà intuire come il loro improbabile incontro possa minacciare il segreto spaventoso di Dane e la pace che Willow era riuscita a ottenere, grazie alle scelte che aveva fatto. Solo la fiducia e la comprensione che ripongono l’uno nell’altra potranno porre fine al dolore, regalando loro una grande vittoria in amore.

La mia opinione

Per prima cosa ringrazio l'autrice Sarina Bowen per avermi fornito in anteprima la copia ebook di questo contemporary romance da lei pubblicato in italiano senza avvalersi di una casa editrice.
Venuto dal Freddo è il primo romanzo della serie Gravity, ma è da ritenersi completamente autoconclusivo.  
Questo nuovo romanzo della Bowen è più adulto e più sensuale rispetto a “Prendimi per mano, il romanzo pubblicato qualche anno fa da De Agostini, che avevo letto e adorato.
I due protagonisti di questa storia sono fondamentalmente due persone sole, anche se per ragioni diverse.
Willow vive da sola in una fattoria del Vermont da quando il ragazzo per cui si era trasferita l'ha abbandonata per un'altra, lasciandola con un sacco di debiti e impossibilitata a perseguire il suo sogno.
Dane è un famoso e sexy campione di sci a cui le donne non mancano di certo, ma si è sempre accontentato di rapporti fugaci totalmente privi di legami. 
Dane convive da sempre con la fondata convinzione di non poter avere una vera e propria relazione per serie ragioni (che vi lascerò scoprire durante la lettura), ma la verità è che non ha mai voluto affrontare di petto i propri demoni interiori, buttandosi invece a capofitto nello sport. 
L'incontro tra Willow e Dane avviene in circostanze sfortunate durante una bufera di neve, ma la notte che saranno costretti a passare insieme in un'auto si rivelerà l'inizio di una svolta che cambierà per sempre le loro vite solitarie.
I personaggi mi sono piaciuti entrambi, Willow è una ragazza che non si è mai arresa o scoraggiata anche se ne ha passate tante, Dane invece è un uomo molto bravo a mascherare i propri timori e scheletri nell'armadio, che dovrà trovare un nuovo equilibrio e far fronte ai propri sensi di colpa. 
Le emozioni non mancano di certo in questo romanzo, e nemmeno la tensione sessuale tra i due protagonisti. 
Venuto dal Freddo è stata una lettura scorrevole e semplice con una buona carica sensuale ed emotiva.  La storia nel complesso mi è piaciuta, anche se ho trovato il finale un po' troppo frettoloso per i miei gusti. Sicuramente a questo romanzo manca un epilogo come si deve, di quelli che piacciono a me!

Punto di vista: terza persona 
Sensualità: scene hot presenti
Caratteristiche: emotivo, invernale, romantico
Stile narrativo: scorrevole
Tipo di finale: autoconclusivo

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!