martedì 27 febbraio 2018

Recensione Un miliardario fuori dal comune di J. S. Scott

Un miliardario fuori dal comune
di J. S. Scott
(I Sinclair Vol. 1)

Trama
A Dante Sinclair, miliardario supersexy, non è mai importato granché del patrimonio di famiglia. Dante ha sempre voluto fare il poliziotto e oggi è diventato un eccellente detective della squadra Omicidi della polizia di Los Angeles. Sconvolto per la morte in servizio del partner e ferito lui stesso, si rifugia nella sua villa sul mare ad Amesport, nel Maine.
Sarah Baxter, giovane dottoressa dall’intelligenza eccezionale, è arrivata ad Amesport per sfuggire a un tragico evento. È lei a doversi occupare della convalescenza del fascinoso miliardario.
Il rapporto medico-paziente ha però vita breve, uno scambio di sguardi è sufficiente perché la passione divampi. Ma il passato di Sarah riemerge minaccioso dall’ombra e riprende a perseguitarla senza pietà.
Riuscirà Dante a superare il proprio dolore e a farsi strada nei segreti che lei custodisce, in tempo per proteggerla e metterla in salvo?

La mia opinione

Con Un miliardario fuori dal comune inizia la serie contemporary romance I Sinclair di J.S. Scott.
Chi sono i Sinclair? I membri di una delle famiglie più ricche degli Stati Uniti, dei veri e propri milionari. Ciascuno dei romanzi di questa saga familiare ha infatti protagonisti principali differenti ed il primo che ci viene presentato è Dante Sinclair. 
Nonostante sia un milionario come tutti i sui fratelli, Dante ha scelto una professione molto pericolosa e impegnativa, lavora infatti come detective della squadra omicidi di Los Angeles.
Ferito gravemente in una sparatoria, durante la quale ha perso la vita il suo partner sul campo e caro amico, per Dante è dura fare i conti anche con i sensi di colpa per non essere stato in grado di salvarlo. Per la convalescenza, Dante si trasferisce ad Amesport, una cittadina costiera del Maine dove, oltre ad avere una sua residenza privata mai utilizzata, vive anche uno dei fratelli. 
E qui, entrerà in scena la protagonista femminile di questa storia, una giovane e prodigiosa dottoressa, incaricata di prendersi cura di Dante fino alla sua guarigione. 
Sarah è una donna molto intelligente, è diventata dottoressa molto prima del tempo grazie al suo elevato Q.I., ma ciò le ha creato non pochi disagi a rapportarsi con le persone. 
Da quando si è trasferita ad Amesport per aprire il suo studio come medico di famiglia, Sarah ha iniziato ad allacciare le sue prime amicizie, e nella piccola cittadina si sente veramente a casa. 
Ho adorato i suoi modi diretti e la sua testardaggine nel trattare con il burbero Dante, soprattutto durante le loro prime interazioni, i dialoghi sono stati davvero divertenti!
Oltre all'attrito per via dei modi rudi di Dante, si scatena subito una forte attrazione sessuale tra i due, anche se Sarah ha tutta una sua assurda convinzione sul sesso.
Se vi piacciono i “cavernicoli” Dante vi conquisterà al volo, è un personaggio molto protettivo e territoriale, con tutte le intenzioni di non rinunciare alle sensazioni ed ai sentimenti che Sarah ha scatenato in lui e che lo fanno sentire vivo. Tensione sessuale ne abbiamo tanta, così come delle belle scene piccanti.
Nella trama non manca nemmeno un pizzico di suspense, visto che qualcuno tornerà dal passato di Sarah per farle del male, ma lei avrà al suo fianco un uomo sempre in prima linea, pronto a tutto per proteggerla.
In questo romanzo conosciamo anche il fratello protagonista del secondo romanzo della serie, devo dire che questi Sinclair sono uomini molto affascinanti e interessanti, mi è piaciuto molto anche il loro rapporto, il fatto che ci sono sempre l'uno per l'altro nei momenti del bisogno . Milionari, ognuno con la propria carriera, ma affettivamente uniti.
Se avete un debole per le storie romantiche e sensuali con dei protagonisti maschili cavernicoli, non posso che consigliarvi questa lettura! Io aspetto il prossimo Sinclair!

Punto di vista: terza persona 
Sensualità: tensione sessuale alta, scene hot presenti
Caratteristiche: divertente, sexy, suspense
Stile narrativo: scorrevole
Tipo di finale: autoconclusivo

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!