mercoledì 4 aprile 2018

Recensione: Passa la notte con me di Megan Maxwell


Passa la notte con me
di Megan Maxwell
Editore: Newton Compton Editori
In uscita il: 05/04/2018


L’amore vero non è quello che scegliamo, ma quello che sceglie noi 
Dennis è un attraente docente brasiliano che durante il giorno insegna in una scuola tedesca e di notte si scatena con le sue lezioni di furrò, un ballo tipico del suo Paese. Finito l’anno scolastico, un rinomato istituto britannico gli fa un’offerta di lavoro e lui accetta senza esitazione. Quello che lo aspetta a Londra è estremamente allettante per lui: un ambiente diverso, nuove conoscenze e vecchi amici che non vedono l’ora di introdurlo alla vita notturna della città. Le sue avventure vanno a gonfie vele, ma a Londra c’è anche Lola, una spagnola con un carattere di fuoco che, a differenza delle altre donne, non ha alcuna intenzione di farsi usare... Anzi, è lei che conduce il gioco. Dennis non si è mai innamorato prima e fatica a capire perché ogni volta che la vede ha i brividi. Ma trascorrere una notte con lei è tutto ciò che desidera, anche a costo di perdere il suo cuore. 

La mia opinione:

Ci sono libri di alcune autrici che, appena escono, devo assolutamente leggere e tra questi ci sono senza dubbio i libri di Megan Maxwell.
Adoro il suo modo di scrivere, lei per me è davvero la regina del romance erotico!
I suoi libri sono sempre ad alto tasso di erotismo, ma le scene di sesso, benché spesso estreme, non sono mai volgari. Lei non ha bisogno di condire i suoi libri con frasi forti e sopra le righe perché, il suo modo di raccontare le scene più hot, è ampiamente sufficiente per scatenare la fantasia di chi legge. Anche questa volta non è stato diverso. La parte erotica è davvero predominante, ciò nonostante non è eccessiva, perché uno dei punti di forza dei suoi libri è proprio il sesso.
Un'altra cosa che mi piace tanto nei libri della Maxwell è il fatto che le sue protagoniste femminili sono donne molto forti e combattive, delle vere guerriere e, non a caso, la Maxwell ha soprannominato in quel modo anche le sue lettrici, mentre gli uomini, sinceramente, non sempre ci fanno una gran bella figura, anzi, fanno spesso delle pessime figure.
Lola è davvero un gran bel personaggio. Quando aveva 18 anni, per sottrarsi al controllo di suo padre, decise di sposare Justin, un uomo con molti anni più di lei. Ma questo matrimonio è tutto fuorché un vero matrimonio. Justin nasconde un segreto, uno di quelli che, nell'ambiente accademico di cui fanno parte, potrebbe distruggergli la carriera e la vita, così stringe una sorta di patto con Lola. Sposandosi, lui avrà la moglie di facciata di cui ha disperatamente bisogno, mentre lei avrà finalmente la libertà di poter fare le proprie scelte senza l'interferenza del padre. Lola adora ballare più di ogni altra cosa, mentre suo padre vorrebbe che lei studiasse filosofia, così vede in questo matrimonio la sua possibilità di poterlo fare.
Durante un viaggio in Brasile con la sorella, Lola incontra in aeroporto Dennis e, complice un evento parecchio traumatico, tra di loro divampa la passione. 
Ma Lola non ha intenzione di rivedere Dennis, nonostante lui le dica che si sta trasferendo da Monaco a Londra, la città di Lola, perciò la ragazza fa perdere le sue tracce.... o forse no...
Dennis è un insegnante di matematica e insegna danze latine, essendo brasiliano ha il ballo nel sangue.
Avevamo già conosciuto Dennis nella precedente serie della Maxwell, dove lui era l'insegnante di matematica di Flyn, il nipote di Eric e Jud. Già da li si intuiva che Dennis sarebbe stato un personaggio molto interessante, però, come dicevo prima, gli uomini della Maxwell non fanno proprio una gran figura e anche lui non si smentisce, perché, proprio come tutti gli uomini che hanno la sfortuna di finire in uno dei libri di questa autrice, non vede più lontano del proprio naso.
Quindi per arrivare al lieto fine, perché il lieto fine c'è, ed eccome se c'è, il percorso sarà lungo e difficoltoso... probabilmente anche troppo!
Il modo di scrivere di questa autrice è davvero molto scorrevole e, nonostante i suoi siano sempre libri lunghetti, la lettura è sorprendentemente veloce.
Oltre ai personaggi principali, molto importanti per le storie della Maxwell, sono anche i personaggi secondari. La storia della famiglia di Lola è particolare, rende davvero il tutto molto interessante e la curiosità di sapere come si evolve è davvero tanta. Come molto interessante è il rapporto che Lola ha con la sorella Priscilla, l'affetto che le lega è molto forte e questo sentimento trapela moltissimo dalle pagine.
Mi ha fatto anche immensamente piacere rivedere Jud, Eric, Mel e Bjorn. E' stato un po' come ritrovare dei vecchi amici, come molto divertente è stato vedere come la Maxwell sia riuscita a collegare anche la serie Adivina quién soy con la menzione di Yanira e Dylan.
Questo libro mi è piaciuto, è proprio uno dei classici libri della Maxwell, autrice che io adoro, e lo consiglio a tutte le amanti del genere erotico. La Maxwell riesce a catapultare la lettrice in un mondo unico, dove tutto può succedere e molto spesso la realtà supera ampiamente la fantasia!!

Punto di vista: terza persona
Sensualità: molto, molto MOLTO hot
Caratteristiche: piccante, intenso
Stile narrativo: scorrevole
Tipo di finale: auto-conclusivo



Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!