domenica 20 maggio 2018

Recensione DIRTY di Kylie Scott


Ciao readers!
In occasione del review party, oggi vi parlo di Dirty di Kylie Scott! 

Dirty
di Kylie Scott
(Dive Bar #1)

Trama
L’ultima cosa che Vaughan Hewson si sarebbe aspettato di trovare nella casa in cui ha trascorso l’infanzia è una sposina con il cuore spezzato. Nella sua vasca da bagno, per giunta. Lydia Green ha scoperto che l’amore della sua vita l’ha tradita persino alla vigilia delle nozze. E per giunta con il testimone. Il colpo di grazia, per lei. E così è scappata e si è nascosta in quella casa, troppo sconvolta per pensare a cosa avrebbe fatto nel caso in cui fosse tornato il proprietario. Vaughan è l’esatto opposto dell’uomo perfetto e rispettabile con il quale Lydia stava per sposarsi. È un musicista ma si mantiene con un lavoretto in un bar che gli consente a stento di sbarcare il lunario. Eppure, fidarsi delle apparenze non ha portato Lydia a trovare la felicità… Tutt’altro. Forse, allora, è il caso di cominciare a prendere decisioni col cuore invece che con il cervello. E finalmente, a lasciarsi un po’ andare…


La mia opinione


Al Dive Bar succedevano cose folli.
Del resto, a volte la follia fa bene.


Kylie Scott ha scritto alcuni dei miei rock star romance preferiti, quindi è davvero difficile reggere al confronto con certi membri degli Stage Dive! Ve lo ricordate David? E Mal? Se non sapete di chi sto parlando, allora dovete proprio fare un passo indietro e recuperare l'intera serie Lick! Solo allora potrete buttarvi su questa nuova uscita.
Dirty è il primo romanzo della serie spin-off Dive Bar. Ma cosa è il Dive Bar? Il luogo dove tutto è iniziato, il locale di Coeur D'Alene dove gli Stage Dive si sono esibiti per la primissima volta. Tra i proprietari di questo bar c'è la sorella di Vaughan, il protagonista maschile di questa storia. 
Se avete letto la serie Lick il suo nome non vi giungerà nuovo, lo abbiamo infatti già incontrato nel volume con protagonisti Ben e Lizzy.
Vaughan è un musicista, la musica è sempre stato il suo sogno e, suonando durante il tour degli Stage Dive, l'ha in parte realizzato. Ora però si ritrova dopo parecchi anni nella sua città d'origine per sistemate certe importanti questioni familiari ed economiche.
L'intezione di Vaughan è quella di lasciare la cittadina appena possibile per inseguire la sua carriera,  ma il destino ci mette lo zampino. In che modo? Facendogli trovare nella vasca da bagno una sposa fuggitiva! Lo so, sembra una cosa assurda, ma la povera Lydia aveva decisamente bisogno di trovare un rifugio dopo aver abbandonato il fidanzato poco prima della cerimonia!
La protagonista femminile ci viene presentata come un disastro emotivo, ma chi non lo sarebbe dopo aver scoperto a pochi minuti dalle nozze che il proprio fidanzato è gay e che quello sarebbe stato soltanto un matrimonio di copertura? Ecco spiegato perché Lydia si intrufola di nascosto nella casa vuota del vicino per leccarsi le ferite (psicologiche). 
Lydia si ritrova così su due piedi senza lavoro e senza un luogo dove stare, ma Vaughan le offre ospitalità in casa sua. 
Il rapporto tra i due protagonisti corre alla velocità della luce, se non vi fanno impazzire gli instant-love probabilmente storcerete il naso durante la lettura. 


L'intero romanzo ha un arco narrativo molto breve, circa un paio di settimane, la relazione tra Vaughan e Lydia è un po' da pazzi avventati, ma la Scott ha uno stile così accattivante, divertente e sexy che è stata in grado di farmi apprezzare anche certe improbabili situazioni. 
I due protagonisti mi sono piaciuti, ma non fin dal principio. All'inizio mi hanno dato l'idea di essere entrambi persi e senza particolari attributi, fortunatamente le cose si evolvono velocemente ed escono dal loro guscio. Come al solito le donne ci arrivano prima … 
Nel corso della trama è presente un breve e divertente cameo di Mal, adoro quel ragazzo! 
Devo dire che  ho sentito la nostalgia degli Stage Dive, questa serie è differente, ma se vi piace lo stile di della Scott e avete voglia di leggere un contemporary romance un po' pazzerello ma comunque coinvolgente allora è una lettura consigliata!



Punto di vista: prima persona di Lydia
Sensualità: scene hot presenti
Caratteristiche: folle, sensuale, romantico
Stile narrativo: scorrevole
Tipo di finale: autoconclusivo
 

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!