giovedì 7 giugno 2018

Recensione: ABSENCE 2 L'altro volto del cielo di Chiara Panzuti

Absence 2 - L'altro volto del cielo
di Chiara Panzuti

Trama
In L’altro volto del cielo, nuovo capitolo della trilogia di Absence, è trascorso appena un mese dall’inizio del gioco insidioso di cui l’uomo in nero tiene le fila, e le coordinate dell’ultimo biglietto conducono Faith e i suoi compagni a Est. L’invisibilità è diventata per Faith, Jared, Scott e Christabel una strana routine, per sopravvivere in un mondo che non ha memoria di loro, e il motivo che li spinge a continuare il viaggio intrapreso per tornare a esistere. Ma il siero NH1 comincia a indebolire il fisico dei ragazzi e la conquista dell’antidoto si fa sempre più indispensabile. Soltanto Faith sembra resistere agli effetti collaterali e sviluppa un’inaspettata prontezza fisica e mentale. Sotto l’ombra dell’Illusionista e sulle tracce dei biglietti dell’uomo in nero, i ragazzi della squadra Gamma fronteggiano più volte le squadre degli Alfa e dei Beta: il gioco, però, comincia a svelare il suo lato crudele, che non accetta provocazioni né debolezze. Dopo uno scontro violento con una squadra avversaria nella base navale di Changi Bay, a Singapore, Faith scoprirà alcuni risvolti delle regole spietate dell’Illusionista e si troverà faccia a faccia con l’altro volto della competizione e di se stessa. Secondo volume della trilogia, L’altro volto del cielo mette in scena la battaglia interiore che divide Faith tra la lealtà verso i suoi amici e la fascinazione per un futuro da combattente, dimentica di tutti e da tutti dimenticata. A cosa saremmo disposti a rinunciare se ci venisse offerta una nuova possibilità per riaffermare noi stessi? La nostra identità consiste più nel ricordo di ciò che eravamo o in ciò che ancora possiamo essere? Un libro magnetico e profondamente attuale, dove la battaglia più difficile è quella con noi stessi.

La mia opinione

Dopo tutte le questioni lasciate in sospeso nel finale del primo volume della saga Absence, non vedevo l'ora di scoprire come sarebbero evolute le cose. 
L'autrice mi ha spiazzato sin dal principio: davvero non mi aspettavo che ad aprire L'altro volto del cielo ci fossero i prologhi dei quattro membri della squadra Alfa: Abigail, Ephraim, Sebastian e Barrett. In questo volume approfondiamo la conoscenza di questi quattro personaggi, gli unici ad essere pienamente consapevoli della situazione, ma anch'essi coinvolti in prima persona. 
Se nel primo volume li avrei eliminati subito tutti, devo dire che ho rivalutato un paio di loro, uno in particolare mi ha incuriosita e stupita tantissimo: Ephraim. Lui è stata la rivelazione di questo libro, mi è piaciuto molto leggere le scene con lui presente. Non so ancora inquadrare pienamente questi Alfa, ma ho il presentimento che nemmeno loro siano poi così tanto cattivi come ci hanno fatto credere inizialmente. Potrei comunque sbagliarmi.
Ad eccezione dei prologhi, la storia è quasi completamente raccontata dal punto di vista di Faith, la protagonista indiscussa della serie. 
Faith, Jared, Scott e Chritabel iniziano a soffrire gli effetti collaterali del siero NH1 che li ha resi invisibili agli occhi del mondo. Nonostante le loro condizioni siano piuttosto instabili, il gioco prosegue tra indovinelli, spostamenti e scene di azione, in poche parole le vite di tutti i personaggi sono appese ad un filo. L'autrice questa volta ci porta in Asia, più precisamente in varie location di Singapore e dintorni.
Non mancano alcune rivelazioni riguardanti lo scopo di questi giochetti, vengono chiariti certi aspetti, ma diversi tasselli devono ancora andare al loro posto. 
Dopo una prima parte con alcuni risvolti romantici soft, per la protagonista Faith e il riflessivo e protettivo Jared le cose non si mettono affatto bene. 
Il personaggio di Faith evolve moltissimo in questo libro, la vediamo più determinata, intrepida ed agguerrita. I suoi atteggiamenti, così come le sue decisioni, non saranno esattamente ben accolte dai membri della sua squadra, i rapporti tra di loro si faranno particolarmente tesi ad un certo punto. A volte ha fatto storcere il naso anche a me, altre mi sembrava una giovane incompresa, non mi dispiace il percorso che l'autrice ha destinato alla sua protagonista, ma ora voglio proprio vedere come si sistemeranno le cose. 
L'altro volto del cielo è un romanzo che si legge molto velocemente, lo stile di Chiara Panzuti mi piace, riesce a mescolare azione, sentimenti e varie tematiche con facilità e sensibilità. 
Questa sua storia ha il dono di essere qualcosa di nuovo ed innovativo, non ricordo di aver mai letto qualcosa di vagamente simile, ora però mi aspetto un finale coi fiocchi, con tutte le risposte che ancora ci deve dare e una degna conclusione.

Punto di vista: principalmente di Faith
Sensualità: molto, molto soft
Caratteristiche: enigmatico, pericoloso, emotivo
Stile narrativo: scorrevole
Tipo di finale: aperto

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!