venerdì 31 agosto 2018

Recensione: Non è detto che mi manchi di Bianca Marconero

Non è detto che mi manchi
di Bianca Marconero

Trama
Fosco è un giovane programmatore con tre grandi passioni: i videogiochi, il parkour e la sua ragazza Gaia. Per sbarcare il lunario collabora con una rivista specializzata. Dopo anni di convivenza, Gaia esige da lui un gesto maturo. Per non deluderla, Fosco pensa di candidarsi per una promozione, sebbene questo significhi aumentare le ore di lavoro e abbandonare definitivamente il videogioco che sta progettando da anni. Mentre lui è alle prese con i suoi dubbi, tutta la redazione è in fermento per l'arrivo di Emilia, una modella star dei social, che collaborerà con la rivista per qualche tempo. Per Fosco la comparsa della popolarissima influencer non è altro che l'ennesima scocciatura, ma una serie di coincidenze inattese porterà i due ad avvicinarsi e a scoprire un'affinità sorprendente... Chi avrebbe mai potuto immaginare che mondi tanto diversi potessero comunicare e capirsi? Più passa il tempo e più Emilia dimostra di essere l'unica persona che sappia vedere Fosco per quello che è davvero, mentre Fosco, superando i propri pregiudizi, riesce a cogliere la vera natura di Emilia. E, per la prima volta nella loro vita, i sogni non sembrano più tanto stupidi, ma straordinariamente realizzabili. 

La mia opinione

Non è detto che mi manchi è il quarto libro che leggo di Bianca Marconero e si è rivelato anche questo un ottimo acquisto per la mia libreria. Preparatevi, perché una volta girata la prima pagina sarà molto difficile chiudere il libro e dormire tranquilli. Il libro è suddiviso in quattro parti e ognuna di queste è introdotta da un articolo di giornale fittizio, che fa da cornice, in cui vengono presentati scoop riguardanti la protagonista femminile; inoltre ogni capitolo ha un titolo che in qualche modo anticipa, o riassume, l’evento saliente del capitolo stesso. 
Fosco ed Emilia sono due persone totalmente diverse l’una dall’altro e che all’apparenza non potrebbero mai avere nulla in comune. 
Pietro Foscarini, Fosco per tutti, lavora per la rivista del cugino Alessandro, ha una compagna da tanto tempo e vive nel suo mondo dove tutto è in ordine e dove anche fare l’amore con la propria donna, Gaia, è sempre uguale e sempre perfetto. A lui sembra andare bene così nonostante per questa relazione abbia accantonato il suo sogno: programmare il suo videogioco.
Emilia Leskova invece è una influencer che grazie ad instagram riceve migliaia di like al giorno e apparentemente ha una vita meravigliosa; quando la chiamano per collaborare con una rivista a Milano pensa di essere arrivata ad una svolta: magari, questa potrebbe essere la volta buona per far parlare di lei sui giornali e finalmente accontentare sua madre che le da il tormento.

Emilia è totalmente inutile. Quando mai quelle come lei sanno fare qualcosa?”  

Il primo giorno in redazione per Emilia è segnato da un incontro alquanto bizzarro proprio con Fosco, che non ha la minima idea di chi sia questa ragazza e la scambia per l’idraulico. Dopo il malinteso i due giungono ad una tregua, nonostante Emilia continui a pensare che il ragazzo occhialuto abbia fatto finta di non riconoscerla e abbia approfittato della situazione chiedendole di spogliarsi davanti a lui fingendosi il fotografo per cui avrebbe dovuto posare.
I malintesi e le situazioni talvolta imbarazzanti e sconvolgenti per entrambi i protagonisti si susseguono all’interno del romanzo e guidano le loro vite fino a farli avvicinare in modo tale che possano scoprire un nuovo lato di sé stessi e dell’altro. E’ il caso di dire che le apparenze spesso ingannano e nel caso di Fosco ed Emilia quello che vedono gli altri potrebbe non corrispondere esattamente alla verità. Solo spogliandosi delle loro convinzioni e delle loro maschere potranno veramente conoscersi.
Questo libro mi è piaciuto molto e ho adorato ogni singola pagina, perché oltre ad essere scritto  molto bene, Bianca Marconero è stata in grado di tenere sulle spine chi legge fino all’ultima frase. Fosco ed Emilia sembrano talmente tanto reali che è impossibile non gioire, soffrire o ridere assieme a loro.
Lettura consigliata!

Punto di vista: prima persona, alternato tra i due protagonisti
Sensualità: tensione sessuale, sono presenti scene hot senza però riferimenti troppo espliciti, molto soft.
Caratteristiche: divertente, romantico
Stile: molto scorrevole
Tipo di finale: autoconclusivo, ma è stato rilasciato dall’autrice un piccolo fascicolo in quantità limitata che parla di due personaggi secondari presenti in questo libro (Alessandro e Alice): avranno la loro storia?  

Recensione a cura della nuova collaboratrice


1 commento:

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!