venerdì 30 novembre 2018

Recensione: Love. Non smettere di amarmi mai di L.A. Casey

Love. Non smettere di amarmi mai
di L.A. Casey
(Slater Brothers #5)

Una storia d’amore di quelle che non vorresti lasciare mai.

Trama
Alannah Ryan ha cercato disperatamente l’avventura, qualcosa che le sconvolgesse la vita. E il suo desiderio è stato esaudito: è arrivato un affascinante ragazzo, uno di quelli che spezzano il cuore. Ma i suoi sogni sono stati distrutti a causa di un errore che l’ha perseguitata per oltre cinque anni. Damien Slater ha sempre rovinato la vita delle persone che ha amato. Una decisione presa quando aveva solo quindici anni ha distrutto le vite dei suoi fratelli. Per lui è stato ancora più insopportabile aver ferito l’unica donna che lo aveva voluto per più di una notte. Scappare
via lo ha aiutato a guarire, e il suo ritorno può causare solo dolore. L’unica speranza è convincere Alannah ad abbandonarsi alla passione. È una sfida che Damien non intende perdere.

La mia opinione

Ho atteso questo libro per molto tempo, fin dal primo capitolo di questa serie, la storia tra Alannah e Damien mi aveva incuriosita moltissimo.
E tutta questa attesa è stata ampiamente ripagata!!
Ho adorato ogni parola di questa storia, perché è evoluta proprio come mi ero immaginata.
Damien è stato tra i fratelli quello meno sentito, perché paga il fatto di non essere presente, se non in piccolissime apparizioni, nei due libri che hanno in un qualche modo creato il filo conduttore per tutta la serie, e questo lo ha come “lasciato indietro”. Mentre con gli altri fratelli abbiamo potuto vedere l'evolversi delle loro storie, con lui questo è mancato e abbiamo avuto solo un libro per conoscerlo veramente nella sua vita “adulta”.
La stessa cosa si può dire per Alannah. Lei è stata sicuramente più presente, ma non in modo tale da capire realmente come viveva la sua vita.
Con il ritorno di Damien anche Alannah è tornata e, nel libro di Ryder e Branna e nella relativa novella, il loro rapporto ha preso una piega che non lasciava presagire niente di buono.
Nel loro libro le difficoltà arrivano subito e non sono poche. Damien deve riuscire a farsi perdonare da Alannah non solo per quello che è successo tra di loro tanti anni prima, ma anche la sua fuga, vissuta da lei come una specie di abbandono. Ma prima di riuscire a riconquistare il suo cuore, e guarire il cuore di Alannah non è cosa da poco, deve riuscire a riguadagnare la sua fiducia e quello non sarà semplice, perché la vita di Alannah ha preso una piega strana e difficile da superare.
Alannah è una ragazza dolce e timida, completamente diversa dalle altre ragazze degli Slater. Ma probabilmente proprio questa sua diversità, unita alla sua dolcezza e alla sua sbadataggine, l'ha fatta amare dai fratelli in modo totale fin da subito. Per tutti lei è come una sorellina e come tale la trattano, e per Damien è l'amore della vita, amore che però lui ha gettato via quando avevano solo 18 anni in un modo così brutale che Alannah non ha mai dimenticato. Ha passato gli ultimi anni cercando disperatamente di dimenticare che Damien Slater esistesse e, quando lui torna, tutto il suo mondo viene scombussolato in modo tale da non farle capire più niente, e facendole prendere delle decisioni non proprio felici.
A me è piaciuto molto l'evolversi della loro storia, il modo con cui Damien cerca di riscattarsi agli occhi di Alannah e come lei provi ad avere di nuovo fiducia in lui nonostante tutto il male che le aveva fatto. Il modo con cui poco alla volta ritornano a conoscesi è stato il punto focale di tutta la storia.
Mi è piaciuto molto il modo con cui Alannah interagisce con tutti gli Slater e non solo con Bronagh, mentre mi è piaciuto molto poco il modo in cui loro la danno per scontata. Sembra quasi che non si impegnino per stabilire un rapporto con lei, perché tanto Alannah è sempre disponibile per loro e quindi non devono far altro che chiamare e lei corre. Loro per lei veramente non fanno nulla, non vanno mai a trovarla, non la chiamano per chiederle semplicemente come sta, ma solo se hanno bisogno di qualcosa. So che questo serviva per far proseguire la storia in un certo modo, ma ecco questo lo si poteva gestire un po' meglio.
Invece ho molto apprezzato il modo con cui la Casey ha chiuso il cerchio definitivamente con il passato dei Fratelli. Non poteva far spuntare un altro “cattivo”, perché nel quarto libro si erano sbarazzati dell'ultimo, così ha pescato dal cilindro un coniglio magico, inserendo un personaggio che giocherà con la fragilità e la bontà di Alannah e andando a colpire proprio l'amore profondo che lei prova per gli Slater e le loro donne.
Quella parte del libro è davvero forte, più volte rileggendo quelle pagine mi sono ritrovata a soffrire con lei, perché ho percepito tutto il suo dolore e non è stato “piacevole”.
Come tutti i precedenti libri, anche questo è narrato esclusivamente da parte della protagonista femminile e, mai come stavolta, mi è dispiaciuto non conoscere i pensieri di Damien, perché avrei voluto sapere cosa pensava in determinati momenti, ma non dispero perché mi auguro che presto arriverà anche da noi il sesto e ultimo libro della serie intitolato “Brothers” raccontato tutto dalla parte dei Fratelli e li, sono sicura, ne vedremo delle belle!!!
Ora non resta che attendere qualche giorno per l'uscita della novella breve per poter leggere “l'epilogo” della storia di Damien e Alannah e salutare, solo per il momento, la grande e strampalata famiglia Slater!!!!

Punto di vista: prima persona POV femminile
Sensualità: alcune scene di sesso presenti
Caratteristiche: intenso, emozionante, divertente
Stile narrativo: scorrevole
Tipo di finale: auto-conclusivo


Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!