giovedì 27 dicembre 2018

Recensione: Iniziò tutto a New York di Mandy Baggot

Iniziò tutto a New York
di Mandy Baggot  


Trama 
Nel periodo natalizio a New York, si  sa, tutto può succedere e Hayley lascia l’Inghilterra con sua figlia Angel nella speranza che questo sia il loro caso. Con la scusa di una visita al fratello Dean e in seguito al suo licenziamento, Hayley decide di allontanarsi temporaneamente dalla madre per intraprendere un’avventura a stelle e strisce volando a New York con l’obiettivo di trovare una nuova vocazione e di realizzare il desiderio inespresso di sua figlia: trovare suo padre, il misterioso artista Michel De Vos. 
Oliver Drummond, CEO di un’impresa multimilionaria, si ritrova a dover fare i conti con un mostro che per anni ha cercato di evitare. Dopo la morte del fratello e del padre per la stessa patologia cardiaca infatti, Oliver cerca di gestire l’azienda di famiglia e un difficile rapporto con la madre, destreggiandosi fra lo stress lavorativo, la mancanza di privacy e la consapevolezza che ad aspettarlo è una vita molto breve. Tuttavia, un incontro casuale con una giovane donna inglese appassionata di moda porterà una folata di novità nella sua vita e ciò che molti definirebbero un miracolo di Natale. 

La mia opinione 


Da brava appassionata di storie d’amore in ambientazione natalizia (e per di più a New York), non potevo non leggere questo meraviglioso romanzo di Mandy Baggot edito da Newton Compton. 
Con uno stile giovane e accattivante, Mandy si dimostra molto capace a mantenere accesa l’attenzione del lettore; alla sua penna si aggiungono una serie di personaggi incredibilmente ben delineati e originali. Un uomo ossessionato dal controllo che riesce a lasciarsi andare e a cambiare prima che sia troppo tardi e una bambina incredibilmente intelligente, dotata di un sagace senso dell’umorismo. Proprio come la madre Hayley. Lasciatemelo dire, finalmente un personaggio femminile come si deve: una donna forte con un passato complesso, ma mai presentato in maniera drammatica, capace di lottare per quello che vuole, e ottenerlo, maliziosa ma intelligente, caparbia e intraprendente, non si lascia intimidire dall’opinione altrui e riesce sempre a raggiungere gli obiettivi che si pone. 
Ho amato ogni capitolo di questo romanzo che si rivela leggero, ma allo stesso tempo impregnato di temi importanti ed emozionanti. Oltre all’ambientazione e al periodo dell’anno che colpiscono la mia sensibilità in maniera particolare, dal bellissimo rapporto madre-figlia della protagonista con la geniale Angel, al dolce legame fra il fratello di Hayley, Dean, e il suo compagno Vernon, tutto fa emozionare in modo piacevole e a tratti commovente. La trama avvincente è resa ancora più travolgente da una serie di elementi inaspettati e di legami insospettabili. Ben fatto, Mandy! Se in futuro incapperò in un altro dei tuoi romanzi, sono certa che lo leggerò e molto probabilmente adorerò.

“Questa persona è entrata nella mia vita come un tornado… del tutto inattesa , con una velocità folle, sollevando il delirio intorno a sé" […] “E mi ha salvato da me stesso senza nemmeno rendersene conto.” 


Punto di vista: interno alternato, prima persona Hayley – Oliver 
Sensualità: poco presente, leggera
Caratteristiche: romanzo rosa con ambientazione natalizia
Stile narrativo: scorrevole, piacevole
Tipo di finale: chiuso, felice 

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!