martedì 11 dicembre 2018

Recensione: Un Principe...Blu Notte di Folgorata e La Pizia


Un Principe...Blu Notte
di Folgorata e La Pizia

Trama
Una bionda e vivace avvocatessa cambia città, non dipenderà più dal padre che odia, né da qualsiasi uomo. Ma nell’antica Vicenza vive Ascanio, giovane progettista upperclass misantropo e di pelle nera. Qualcosa in quell’estate elettrica li avverte che ora sono vicini... - Un Principe... Blu Notte.
Un romance adulto, molto sboccato. Lei è una spirited lady moderna. Una femminista stronza.


La mia opinione:

Quando mi è stato proposto di leggere questo libro, l'estratto che ho letto mi aveva incuriosito molto, adoro i libri con i personaggi un po' sboccati anche quando ad esserlo sono le donne. Gertrude è un'avvocatessa con le “palle” veramente. Non ha paura di niente, neanche di quello squalo del padre che sta cercando in tutti i modi di metterle i bastoni tra le ruote e vuole distruggere tutti i suoi sogni, perché ha osato aprire uno studio nella loro vecchia città, Vicenza.
Gertrude è felicissima di questa sua scelta, finalmente aprirà lo studio dei suoi sogni assieme a due amiche, ma appena arriva nel centro di Vicenza a pochi passi dal suo nuovo studio, le accade qualcosa di inspiegabile. Inizia a provare delle sensazioni fortissime, e non sono semplici sensazioni ma sensazioni sessuali, in poche parole ha delle vere e proprie “caldane”!!! Quando questa cosa succede anche il giorno dopo e quello dopo ancora, si convince che da qualche parte in quella piazza c'è qualcuno che la guarda e le fa azionare il pornoradar, facendole provare quelle sensazioni incredibili!! Così, Gertrude aguzza le orecchie e cerca in tutti i modi di capire chi potrebbe essere. Un giorno, nel parcheggio di un supermercato, ecco che il pornoradar si aziona di nuovo e punta dritto verso un giovane alto e scuro, praticamente il suo sogno proibito fatto persona!!!
Ascanio è un ingegnere ma ha un cognome scomodo a Vicenza. E' scuro di pelle e proprio per questo è sempre stato discriminato. Su di lui circolano tante voci e tutte poco lusinghiere. Quando incontra Gertrude anche il suo pornoradar si attiva e a lui questa cosa proprio non va giù. Inizia così un tira e molla tra Ascanio e Gertrude. Sono talmente attratti l'uno dall'altra che non possono far a meno di avvicinarsi, ma si detestano anche talmente tanto da dirsene di tutti i colori!!! Ma il loro è un amore scritto nel destino, quindi nonostante tutti i loro sforzi alla fine dovranno cedere per forza!!!!
Ho riso moltissimo nel leggere questo libro, Gertrude, Ascanio e tutti gli altri personaggi che gravitano attorno a loro sono degli squinternati!! 
Gertrude e Ascanio sono uno spasso, il loro è il classico rapporto odio/amore/odio proprio in quest'ordine, si odiano a prima vista ma non possono fare a meno di mettersi le mani addosso, e caspita se le usano quelle mani. Le scene di sesso in questo libro sono tante e descritte in modo da non lasciare nulla all'immaginazione, sono crude ma non volgari e sono esattamente quello che ci si aspetterebbe da due personaggi come Ascanio e Gertrude. Certo il pornoradar non aiuta sicuro e le scene dove loro due si mettono d'accordo su chi deve uscire e chi restare a casa fanno troppo ridere, perché gestire il pornoradar risulta veramente complicato visto che si “accende” già a 200 metri di distanza. Loro due sono la contraddizione fatta persona, le loro parole dicono una cosa, ma i gesti e gli sguardi dicono tutto l'opposto. Si fanno i dispetti come se fossero dei bambini e sono divertentissimi.
Anche gli altri personaggi che compongono questa storia sono alla loro altezza. Le amiche e socie di Gertrude e Luana, la loro tutto fare, sono il perfetto contorno per una come Gertrude. Esattamente come lo sono gli amici di Ascanio e Filippo Maria, il maggiordomo che con il suo linguaggio ultra forbito mi ha fatto divertire tantissimo!!
Lo stile con cui è scritto mi è piaciuto, è scorrevole e lineare da non renderti conto neanche delle pagine che si susseguono. L'unica pecca che ho trovato è l'uso di alcuni termini un po' troppo impegnativi, e non parlo di Filippo Maria, lui è perfetto così com'è esattamente come perfetti sono gli altri personaggi che interagiscono con lui adeguandosi al suo linguaggio. Certi termini, utilizzati nelle scene normali, trovo che spezzino un po' il filo della narrazione, ma questa è solo una questione di gusto personale, che non pregiudica in nessun modo il risultato finale.
In questo libro ho trovato anche alcune tematiche particolari e non facili da raccontare, non ve le anticipo per non rovinarvi la lettura, ma sono state trattate come meglio non si poteva, avrebbero potuto rendere il libro pensante e invece le autrici le hanno gestite con delicatezza e spirito.
Ad un certo punto la storia prende una piega diversa e il rapporto odio/amore/odio lascia il posto solo all'amore. Da li in avanti mi sono trovata a dover gestire delle sensazioni diverse. In alcuni momenti mi sono anche emozionata tantissimo, non mi aspettavo proprio le rivelazioni che sono arrivate.
A me questo libro è piaciuto davvero tanto e ve lo consiglio assolutamente perché vi farà ridere, vi farà emozionare e vi farà anche sognare, perché quando due anime gemelle si incontrano niente e nessuno le potrà separare, ed è esattamente quello che accade tra Ascanio e Gertrude,  il loro amore era scritto nel destino e con il destino non si scherza!!!

Punto di vista: Prima persona in prevalenza femminile
Sensualità: Parecchio HOT!!
Stile: Scorrevole, irriverente
Caratteristiche: Piccante, coinvolgente, divertente.
Finale: Auto-conclusivo

Ringrazio la casa editrice Mamma Editori per avermi fornito la copia ARC del romanzo

1 commento:

  1. Anche io ho adorato questo libro. Mi è piaciuta tanto Gertrude, una finalmente non svenevole, che se anche sta malissimo va avanti e ci prova.

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!