giovedì 24 gennaio 2019

Recensione: Invidia - fighting envy di Jennifer Miller




Invidia - Fighting envy
Jennifer Miller
(Deadly Sin Series #1)

Alcune persone si fanno un tatuaggio, un’opera d’arte che valorizza o rivela qualcosa di loro, qualcosa che amano.
Altre persone, come me, sono invece marchiate da qualcosa: azioni o parole.
Nessuno ti amerà mai, Rowan, non vali niente!”
Sono state queste le parole che hanno creato la macchia, la cicatrice, il marchio sulla mia anima. Mi furono sussurrate dalla donna che, più di tutti, avrebbe dovuto amarmi. Ma nel momento più buio della mia vita, nel quale mi sono ritrovata sola e abbandonata, un uomo mi ha dimostrato che lei si sbagliava.
Quando avevo disperatamente bisogno di qualcuno, il lottatore di MMA, Jackson Stone, è entrato di prepotenza nella mia vita. Non era lui la persona che avrebbe dovuto essere lì, ma era esattamente la persona di cui avevo bisogno. Credeva che solo gli sciocchi vivessero nel passato e mi ha mostrato come una vera relazione sia piena di sogni, di fede, di fiducia e di passione. Mi ha insegnato che vale la pena lottare per l’amore, anche quando è inaspettato e va oltre la collisione fra cuori e anime. Mi ha dimostrato che l’uomo “sbagliato”, al momento giusto, può guarire tutto.

La mia opinione

Adoro le storie che parlano di combattenti e qui ce ne sono davvero tantissimi!!!
Perché è vero che Jax combatte nella gabbia, ma Rowan combatte da tutta la vita contro il destino che l'ha fatta nascere da una madre che non l'ha mai amata e che ha cercato in tutti i modi di distruggerla, cosa che in qualche modo è riuscita a fare perché, se per tutta la vita ti dicono che sei una nullità e la persona che te lo dice è la donna che ti ha messa al mondo, alla fine ci credi, e Rowan per buona parte della sua vita ci ha creduto veramente e questo l'ha portata a fare delle scelte non proprio felici. Ma da una di queste scelte è nata sua figlia Lily e nell'esatto momento in cui la vede, Rowan capisce che quello che le diceva sua madre non era vero, perché l'amore che lei sente per sua figlia è qualcosa di talmente grande, che mai e poi mai sarebbe capace di trattarla come sua madre ha trattato lei e suo fratello gemello Tyson.
Ma in un qualche modo la nascita di Lily le porta anche altro, perché mentre Rowan è in travaglio, sola dopo essere stata letteralmente scaricata dal padre di sua figlia (la scelta sbagliata di cui parlavo prima) nella sala d'attesa del pronto soccorso, le viene in aiuto Jax, un meraviglioso ragazzo che le starà vicino per tutto il tempo e che assisterà con lei alla nascita di Lily.
Jax è un lottatore di MMA, che alla morte del nonno diventa anche il titolare della palestra dove si allena. Durante un allenamento particolarmente animato, si ferisce al volto ed è costretto ad andare in ospedale per farsi medicare e lì, nella sala d'attesa del pronto soccorso, quando vede Rowan tutta sola e sofferente, qualcosa scatta dentro di lui e in un attimo prende in mano la situazione, come se lei fosse la sua donna e quella che sta per nascere fosse la sua bambina! In più, come se quella strana e repentina attrazione che sente per lei non fosse sufficiente, scopre anche che Rowan è la sorella gemella di Tyson, un ragazzo che fino a qualche mese prima frequentava la sua palestra e con il quale erano diventati amici. Così si prende anche più a cuore la situazione, tanto da non lasciare Rowan sola neanche per un minuto!
Ma Rowan non è abituata a dipendere dagli altri e all'inizio non prende molto bene il fatto che Jax la voglia aiutare anche economicamente, ma Jax troverà ugualmente il modo di aiutare le due donne più importanti della sua vita!
Ho adorato il modo dolce con cui Jax tratta sia Rowan che Lily, esattamente come un uomo innamorato dovrebbe fare. Le scene con Lily sono veramente magnifiche, di una dolcezza incredibile. Potrà non essere suo padre biologico, ma Lily è senza dubbio sua figlia e non ha nessun problema nel manifestare questo sentimento. Perché amare Rowan vuol dire amare anche Lily e lui le ama entrambe moltissimo!!
All'inizio devo dire che Rowan non mi piaceva molto come personaggio, ma con il proseguo della storia è cambiata decisamente in meglio ed è diventata la perfetta metà di Jax.
Non avevo mai letto nulla di questa autrice e devo dire che il suo stile mi piace davvero tanto, ha creato una bellissima storia d'amore, che non ha avuto bisogno di inutili scossoni per essere interessante. Inoltre ha creato una serie di personaggi secondari molto intriganti, perfetti per dar vita ad una serie con i fiocchi! Gli amici di Jax sono spettacolari e vederli interagire con Lily è stato davvero tenerissimo!
Ho molto apprezzato che l'autrice abbia dato molto spazio alla storia d'amore e che la parte “sportiva” della serie fosse limitata a qualche scena, perfettamente inserite nel contesto ma non predominanti, perché in questo libro i sentimenti sono i veri protagonisti e come tali sono stati trattati. Come ho molto apprezzato che la Miller non abbia inserito inutili “insidie” esterne, oltre a quella iniziale, perché avrebbero reso la storia tra Jax e Rowan poco realistica.
L'unica pecca che ho trovato in questo libro è la mancanza di un vero e proprio epilogo. Ma essendoci un secondo libro, con protagonista Tyson, il fratello gemello di Rowan, spero di poter leggere un epilogo tutto pizzi e merletti come piacciono a me alla fine di quel libro, e allora si che tutto sarà perfetto!!!
Ma anche senza l'epilogo, questa resta una meravigliosa storia che non potete assolutamente farvi scappare!!!!

Punto di vista: prima persona alternata
Sensualità: Scene hot presenti
Caratteristiche: intenso, coinvolgente
Stile narrativo: scorrevole
Tipo di finale: auto-conclusivo


Ringrazio la casa editrice Hope Edizioni per la copia ARC del romanzo.

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!