venerdì 25 gennaio 2019

Recensione: Ti ho trovato fra le stelle di Francesca Zappia

Ti ho trovato fra le stelle
di Francesca Zappia
Giunti Editore (2018)

Trama
Nel mondo reale, Eliza Mirk è una ragazza timida, poco socievole e solitaria. Online, è Lady Constellation, autrice anonima di «Monstrous Sea», un webcomics adorato da milioni di followers in tutto il mondo. Eliza non si sente mai sola, la sua comunità digitale la fa sentire amata e parte di qualcosa di importante. Poi a scuola conosce Wallace, un ragazzo che non parla con nessuno ma decide di aprirsi proprio con lei, ed Eliza comprende che anche la vita offline vale la pena di essere vissuta. Ma quando accidentalmente la sua identità segreta di Lady Constellation viene svelata al mondo, tutte le sue certezze e i suoi punti fermi - online e offline - vanno in frantumi...


La mia opinione


Ti ho trovato fra le stelle di Francesca Zappia è un romanzo young adult pubblicato lo scorso anno da Giunti Editore che mi ha incuriosita particolarmente per la trama.
Anche se ho praticamente il doppio degli anni della protagonista di questa storia, è stato piuttosto facile riuscire a comprenderla. 
Come a lei, anche a me è capitato di stringere molte amicizie online grazie ad una passione comune (quelli per i libri e per le serie tv) e sono contenta di aver avuto poi occasione di incontrarle nella vita reale. Credo inoltre che tutti noi abbiamo quel qualcosa in cui amiamo rifugiarci per fuggire dalla realtà quotidiana, e per Eliza Mirk è la sua webcomic “Mare di Mostri”.
Eliza nella realtà è una ragazza solitaria, schiva e taciturna che frequenta l'ultimo anno di liceo. La prima cosa che traspare di lei è il suo sentirsi un pesce fuor d'acqua in mezzo alla maggior parte dei suoi coetanei. Eliza non ha una vita sociale tipica dei teenager, non frequenta fisicamente nessuno, ma dire che non ha amici non è esatto, un paio di amici stretti che per lei ci sono sempre e che l'hanno sempre sostenuta esistono, ma li può frequentare solo virtualmente visto che abitano in tre Stati diversi.
Il suo alter ego invece, Lady Costellation, l'autrice segreta di “Mare di Mostri”, è all'apice della popolarità. La sua webcomic ha milioni di followers, il fandom aspetta con ansia ogni settimana nuove pagine della storia e ci sono anche alcuni appassionati che ne scrivono fan fiction o realizzano fan art. In poche parole, è un vero e proprio fenomeno del web. 
L'arrivo di un nuovo studente, Wallace, segna l'inizio di una nuova fase della vita reale di Eliza. Di lui non ho intenzione di svelarvi molto, è un ragazzo con i propri “mostri” con cui fare i conti ed è un fan della webcomic, il resto lo scoprirete leggendo!
Se fate parte anche voi di un fandom, frequentate dei forum, o se scrivete o leggete fan fiction dedicati ai vostri personaggi preferiti, credo che troverete questo libro particolarmente appassionante. Oltre alla storia vera e propria di Eliza, di come cambiano le cose quando iniziato a frequentare Wallace, e di come si fanno poi molto complicate quando la sua identità viene svelata, Ti ho trovato fra le stelle è caratterizzato da  una struttura particolare. Oltre alla prosa interamente narrata dal punto di vista in prima persona della protagonista, ogni tanto ci si imbatte  in qualche chat, scambio di messaggi, commenti dei fan, fumetti e stralci della trama di “Mare di Mostri”, in modo da aver più chiare le idee di cosa parla la storia creata da Eliza/Lady Costellation.
L'autrice tratta attraverso questa storia di vari problemi, delle fobie dei protagonisti, e di alcuni disturbi legati all'ansia. 
Vediamo Eliza affrontare i propri mostri e le proprie paure. 
Un romanzo giovanile ma allo stesso tempo intenso e profondo che nella parte finale è riuscito anche a commuovermi. 
Se avete amato Fangirl, probabilmente adorerete anche Ti ho trovato fra le stelle, a me sono piaciuti entrambi! Lettura consigliata!

Punto di vista: prima persona della protagonista
Sensualità: qualche bacio
Stile narrativo: prosa scorrevole con l'aggiunta di qualche fumetto, 
chat e trama di fan fiction
Tipo di finale: auto-conclusivo

2 commenti:

  1. Noi l'abbiamo utilizzato per una lettura di gruppo e devo dire che siamo rimaste tutte soddisfatte. Un romanzo che cattura e, come hai detto tu, non è frivolo come l'età della protagonista potrebbe far pensare!
    PS: mi sono unita al canale telegram, li trovo davvero comodi :)

    RispondiElimina

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!