martedì 12 marzo 2019

Recensione: Big Rock di Lauren Blakely

Big Rock
di Lauren Blakely
(Big Rock #1)

Editore: Newton Compton Editori
Data di uscita: 21 febbraio 2019

Trama
È facile pensare che io sia un bastardo. Sono intelligente, bello, ricco da far schifo e piaccio alle donne, il che mi rende il bersaglio perfetto di qualunque critica superficiale. Certo, potrei assomigliare al playboy che le riviste newyorkesi descrivono quando parlano di me, ma – indovinate un po’? – sono anche un bravo ragazzo. E infatti, quando mio padre mi ha chiesto di starmene tranquillo, in vista dell’arrivo di alcuni investitori un po’ all’antica, ho accettato. Non solo: per fare in modo che la vendita della sua gioielleria sulla Fifth Avenue vada a buon fine, reciterò la parte del ragazzo responsabile, con la testa sulle spalle. Posso riuscirci per mio padre, visto tutto quello che ha fatto per me. E così ho chiesto alla mia migliore amica e socia in affari, Charlotte, di recitare la parte della mia fidanzata durante la prossima settimana. In fondo dovrà solo portare un grosso diamante all’anulare sinistro, prima che questa farsa finisca… 

La mia opinione


Big Rock è un libro romantico, simpatico e divertente esattamente come lo è  la sua scrittrice, Lauren Blakely il cui stile narrativo non delude mai tanto è fluido e ben articolato.
Ho letto molti libri di questa autrice e posso confermare di aver ritrovato anche qui il suo ‘personale’ marchio di fabbrica.
Primo tra tutti il fatto che il libro sia raccontato dal solo punto di vista maschile ed è questa una cosa che apprezzo molto perché l’autrice sa farlo benissimo, credetemi! Leggere i suoi libri è come fare un’immersione totale nella testa del protagonista principale o, più in generale, nella mentalità maschile che lei è bravissima a rendere, provare per credere.
Inoltre, il personaggio maschile, seppur ironico, saccente e molto sfrontato non è mai fastidioso, semmai risulta affascinante e sicuro di sé quindi non c’è scampo per noi ragazze, siamo destinate al colpo di fulmine con la ‘Star’ maschile del libro.
E per finire, nonostante il personaggio femminile ci venga raccontato attraverso i soli occhi di ‘Lui’, è reso nella sua totalità e non si avverte la mancanza del punto di vista diretto perché le emozioni, i pensieri e i sentimenti della nostra eroina femminile sono resi perfettamente, quindi anche la connessione con questo personaggio è garantita, fidatevi. Come ho già detto, Lauren Blakely è un vero genio in questo suo unico e del tutto personale modo di scrivere.
Va detto però che anche la tipologia di storia raccontata in questo libro rientra a pieno titolo nella 'comfort zone' dell’autrice e quindi, se da una parte la storia  non delude, dall'altra non si può certo dire che sia una di quelle narrazioni intense, che lasciano il segno e che toccano le emozioni più profonde. Big Rock è uno di quei libri con cui intrattenersi quando ci si vuole regalare una lettura appagante ma piuttosto leggera da un punto di vista emotivo, simpatica ma che non metterei nello scaffale riservato ai 'Capolavori'.
Spencer e Charlotte sono migliori amici dai tempi del college e gestiscono come soci alla pari un locale di successo a New York. Entrambi hanno avuto le loro storie, o meglio, Charlotte ne ha avute perché Spencer, rampollo di una prestigiosa e ricchissima famiglia proprietaria di una delle gioiellerie più famose della città, nonché bello, figo, ricco e super dotato (e se lo dice anche da solo!), non poteva non essere uno dei Playboy più famosi d’America e quindi immortalato praticamente ogni settimana con una donna diversa.
Per aiutare il padre a concludere un accordo finanziario che potrebbe saltare proprio per via di questa sua 'particolare Fama', Spencer convince Charlotte a fingersi la sua fidanzata per una settimana e le regala un mega ‘Brillocco’ (Big Rock) per suggellare il finto fidanzamento e rendere il tutto più reale. Ma la linea tra finzione e realtà è molto sottile e i due non ci metteranno molto a scoprire che non devono fingere affatto, anzi scopriranno presto che quello che provano l'uno per l'altra è diventato molto più che reale.
Inoltre sotto le lenzuola i due fanno scintille, e con sommo piacere di Charlotte, il ‘Big Rock’ che porta al dito non sarà il solo ‘Big Rock’ con cui verrà allietata da Spencer, se capite cosa intendo :-) (Date un’occhiata anche alla copertina inglese del libro e capirete meglio il doppio senso del nostro Big Rock!).
Insomma, la storia forse è un po’ scontata, non ci sono grossi colpi di scena ed il tutto può risultare un po’ prevedibile ma il libro non ha la pretesa di essere qualcosa di più se non una leggera e divertente commedia romantica ed il risultato è assolutamente positivo,  una storia che si legge con facilità e che incontra tutti i requisiti minimi essenziali per essere considerata un buon Romance.

POV : Unico, quello maschile
Stile:  Molto scorrevole
Caratteristiche: Leggero, storia fresca e piacevole.
Sensualità: Al massimo! Con un titolo così come poteva essere altrimenti!
Finale: Conclusivo

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!