venerdì 19 aprile 2019

Recensione: La strada dei nostri cuori di Kandi Steiner

La strada dei nostri cuori 
di Kandi Steiner 

Casa editrice: Always Publishing
Data di uscita: 18 aprile 2019

Trama
Per tutta la vita Cooper Owen è rimasta in attesa del giorno in cui avrebbe avuto la possibilità di lasciare il malandato campo di roulotte dell’Alabama che per quasi vent’anni ha chiamato casa. 
Cooper è giovane, piena di vita e determinazione, lavora e risparmia per potersi costruire una vita diversa e andare al college a Seattle. 
Ma quando una mattina un attraente sconosciuto si siede a un tavolo del locale dove lavora, la sua vita viene messa sottosopra con una semplice domanda: «Cos’è che ti rende felice?» 
Con quelle semplici parole, per Cooper comincia il viaggio che cambierà tutta la sua esistenza. O forse, a cambiarla, sarà proprio quello sconosciuto dagli occhi impenetrabili, Emery Reed. 
In un gesto di pura follia, Cooper sale in macchina del taciturno ragazzo che le offre la libertà, e insieme intraprendono un indimenticabile viaggio on the road all’inseguimento dei propri sogni e alla scoperta di se stessi. 
Ma, mentre i momenti di gioia e di tenerezza tra loro si fanno sempre più intensi, diventa impossibile per Cooper ignorare i lunghi silenzi di Emery, così come il desiderio irrefrenabile di stargli più vicino e di strapparlo alla sua oscurità. 
Fino a che, per abbattere le mura impenetrabili che sembrano circondare Emery, Cooper non decide di rubare il suo diario, e niente sarà più come prima. 
Ciò che Cooper scoprirà tra le pagine li unirà o avrà il potere di separarli per sempre?




La mia opinione

"Lei è il sole e io sono un buco nero. Vorrei inghiottirla e perdermi in lei, 
ma se lo facessi, la distruggerei."

Kandi Steiner si conferma un'autrice romance bravissima nel creare una storia romantica ed intensa allo stesso tempo. 
La strada dei nostri cuori è un contemporary romance new adult auto-conclusivo con protagonisti due giovani sconosciuti e un viaggio on the road
La storia è scritta dal punto di vista della protagonista femminile, Cooper, una ventenne che vive in un campo roulotte di Mobile in Alabama insieme a due pseudo genitori che se ne fregano completamente di lei. Il suo sogno è quello di andarsene e frequentare un'università di Seattle, per questo lavora in una tavola calda da quando aveva sedici anni. Così, quando un affascinante ragazzo di pochi anni più grande di lei entra nel locale dove lavora e le offre un passaggio verso lo stato di Washington, dopo qualche normale perplessità Cooper decide di buttarsi ed andarsene una volta per tutte. Mossa avventata? Sicuramente. La stessa Cooper inizialmente è preoccupata e si domanda se non sia appena salita in auto con un serial killer, ma come rifiutare la possibilità di perseguire i propri sogni? La voglia di partire e lasciarsi tutto alle spalle per lei è decisamente più forte della paura. 
Cooper è una ragazza che ha subito una grave perdita quando era una ragazzina, in seguito ad un incidente la sua vita è cambiata completamente, non ha fatto molte esperienze, ma è riuscita lo stesso a guardare alla vita con speranza ed ottimismo trovando il lato positivo delle cose.
L'affascinante sconosciuto con il quale Cooper intraprende il viaggio è Emery, un personaggio che appare subito complesso, lunatico, riservato e molto evasivo nel rispondere alle domande. 
Per queste ragioni capisco perché Cooper abbia sentito l'impulso irrefrenabile del provare a capirlo meglio leggendo di nascosto alcune pagine del suo diario segreto. Mossa scorretta? Sicuramente, ma avrei fatto la stessa cosa, pur sapendo che agire così avrebbe portato a delle conseguenze spiacevoli. 
L'unico POV di Emery che abbiamo modo di leggere nel libro è proprio attraverso le pagine del suo diario, poche pagine e pensieri alla volta, ma alcune di queste mi hanno spezzato il cuore, soprattutto quando ci avviciniamo alla fine. Il diario è una parte essenziale per capire gli atteggiamenti scostanti di Emery durante le varie tappe del viaggio, quando vedevo che si comportava in maniera esasperante, non vedevo l'ora che la protagonista prendesse quel diario di nascosto per saperne di più. 
Questo non è il primo libro che leggo dove la coppia di protagonisti intraprende un viaggio on the road con varie tappe negli USA, mi piace viaggiare e farlo anche attraverso i romanzi, ma questa volta scoprire la meta finale è stata decisamente una mazzata. 
Il tema che l'autrice tocca in questo suo romanzo riguarda molte persone, nella mia recensione non l'ho espressamente scritto viso che non era nemmeno anticipato dalla trama, ma leggendo il romanzo capirete molto in fretta di cosa stiamo parlando e cosa affligge il protagonista maschile. 
La Steiner è davvero un'autrice che ammiro, ha uno stile di scrittura che mi piace molto, soprattutto perché sembra davvero che sappia di cosa sta parlando, che lei stessa abbia vissuto certe situazioni sulla propria pelle. Non è per niente superficiale, anzi, trovo la sua penna molto intensa, sia nelle situazioni drammatiche che in quelle sensuali. È bravissima nel trasmette le emozioni e i sentimenti dei suoi personaggi, la sua prosa è appassionante e scorrevolissima. 
La strada dei nostri cuori è una storia romantica, dolce, intensa assolutamente consigliata! Non vedo l'ora di leggere un altro romanzo di questa autrice!


Punto di vista: prima persona della protagonista femminile
con qualche pagina di diario di lui
Sensualità: scene sensuali presenti ed intense
Caratteristiche: romantico, emotivo, intenso, on the road
Stile narrativo: scorrevole e coinvolgente
Tipo di finale: auto-conclusivo con epilogo


Ringrazio la Always Publishing per la copia ARC del romanzo

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!