lunedì 20 maggio 2019

Recensione: Certi amori non finiscono di Ginger Scott

Certi amori non finiscono
di Ginger Scott
(Falling #3)

Editore: Newton Compton Editori
Data di uscita ebook: 21/05/2019
Cartaceo: 23/05/2019

Trama
Mi definiscono un’egoista. E non è la cosa più brutta che dicono di me. Li ho sentiti: Paige Owen oltre a un viso carino non ha nient’altro. È solo un passatempo alle feste. Stupida, senza cuore e inutile. Tutti pensano che voglia solo piacere ai ragazzi. E in parte è stato così. Ma sentirselo dire fa male. Adesso sono pronta ad affrontare le conseguenze delle mie scelte e a ritrovare la mia strada. Perché, quando Houston Orr mi ha guardato, ha visto la parte migliore di me. Una parte che nemmeno io sapevo di avere. Voglio essere all’altezza di quello sguardo. Houston Orr non era incluso nei miei progetti per il futuro, ma sto cominciando a pensare che i piani a lunga scadenza siano sopravvalutati. Perché tutte le nostre storie sono influenzate dal destino. Houston è capace di portare la poesia nella mia vita. E, anche se non avrei mai pensato di potermi innamorare di lui, è successo. A volte le cose possono sfuggire al nostro controllo. E, per la prima volta nella mia vita, voglio affidarmi al destino.


La mia opinione


Ginger Scott non sbaglia un colpo anzi, nel suo caso, un libro!
Come faccia a creare storie di questo livello lo sa solo lei ma a me va bene così, ogni suo libro in questa serie (la Fallen Series) ha rappresentato un’avventura meravigliosa capace di coinvolgermi a livelli profondissimi. La perfetta conclusione di una perfetta serie.
Non so da dove cominciare, ho paura di non trovare le parole giuste per rendervi un po’ di quello che ho provato leggendo. Immergermi in questa storia è stato come salire sulle montagne russe delle emozioni, sapevo che il giro non sarebbe stato facile e che a tratti avrei avuto la sensazione che il cuore mi scoppiasse nel petto, ma avevo anche la certezza che alla fine del viaggio tutto avrebbe trovato un senso e che ne sarebbe valsa assolutamente la pena. Per prima cosa credo che il titolo originale (The girl I was before/ La ragazza che ero prima) renda meglio il fulcro attorno al quale ruota l’intera narrazione.
Non serve aver letto i precedenti due libri per comprendere gli avvenimenti raccontati in questo terzo ed ultimo capitolo, ma certamente aiuta se si vuole capire fino in fondo Paige, la sua storia ed il lavoro maestrale fatto dall'autrice. Lei è diversa, non è uno di quei personaggi con cui ci si immedesima subito, e questo per via del ruolo che ha avuto nella storia di sua sorella Cass, (raccontata nel secondo libro) ed in generale in tutta la serie. Ero proprio curiosa di vedere quale espediente avesse trovato l’autrice per riscattare questo personaggio, e la risposta era forse la più semplice di tutte: riconoscere di aver sbagliato ed agire per cercare di rimediare. Si legge molto spesso di seconde occasioni in ‘Amore’ ma troppo poco di quelle che invece siamo disposti a concedere a noi stessi. Ho trovato il personaggio di Paige molto veritiero perché, in fondo, chi non ha mai fatto delle cavolate più o meno grandi?  Chi non ha mai preso delle decisioni sbagliate solo perché spinto da motivazioni tutt'altro che nobili? Paige è sola, è chiusa e ha paura di mostrare la sua vera anima e, come tutti, anche lei sbaglia, ma lei è comunque una leader, una ragazza forte che non si spezza, che ammette i suoi errori e combatte le sue battaglie e soprattutto protegge sempre coloro che ama, anche se questo significa sacrificare sé stessa e la propria felicità. Per questo posso garantirvi che dopo poche pagine la connessione con lei scatta senza nessun problema.
Con Houston invece è tutta un'altra cosa. Come si fa a non amare un personaggio così, un ragazzo d’oro, con l’animo nobile di un cavaliere che nonostante sia irrimediabilmente ferito ha ancora in sé la forza di sperare e sorridere. All'inizio non riuscivo ad inquadrare bene né lui né il motivo per il quale l’autrice avesse deciso di tratteggiarlo in maniera così diversa ed inusuale, ma quando arriva il primo colpo di scena, uno di quelli che non ti aspetti grazie all'impeccabile narrazione di Ginger Scott, tutto diventa chiaro, giusto ed assolutamente coerente con quello che è il modo di pensare e di vivere di un ragazzo di 21 anni a cui sono accaduti gli eventi che gli hanno cambiato la vita. Sono sincera, le parole che l’autrice affida a questo personaggio quando lo fa parlare dei sentimenti che prova per la sua ex le ho trovate così vere e sincere, così giuste anche se piene di dolore e di rimpianto che mi si è aperto un buco nell'animo. Sono tanti i temi difficili affrontati anche in questo libro dall'autrice che lo fa, come al solito, sempre con perfetta maestria. Ricatti, video amatoriali diffusi in rete, solitudine, tanto per citarne alcuni, ma il più importante di tutti, quello attorno al quale girerà poi la storia di Houston e Paige e le decisioni che entrambi dovranno prendere, non ve lo svelo perché vi rovinerei la sorpresa e farei dell’inutile spoiler.
Vi basti sapere che la loro è una storia difficile, complicata, due anime che viaggiano a tutta forza in direzioni opposte fino a quando non si incroceranno per un caso del destino, si riconosceranno ed i loro cuori ricominceranno a battere, a vivere, a sognare. Ma quando la vita tornerà a chiedere il conto, Paige e Houston dovranno saper prendere la decisione giusta questa volta e tener conto non solo della loro felicità ma anche di quella delle persone che amano, anche se questo possa voler dire sacrificare loro stessi. Non vi preoccupate, il lieto fine c’è ed è pure bellissimo, sofferto ma perfetto, come tutta questa storia d'altronde, ma come ho già detto, è un viaggio sulle montagne russe. Di base si sa, la recensione è sempre molto personale, e può ovviamente non incontrare il consenso di tutti, ma spero proprio di essere riuscita ad infondervi almeno un po’ di curiosità e a farvi venire la voglia di lasciarvi trasportare da Ginger Scott nel mondo di Paige e Houston, questi due meravigliosi ragazzi che si assumono sempre la responsabilità delle loro azioni ed affrontano la vita a testa alta, con un animo forte e con il cuore rivolto all'amore e alle seconde possibilità.

POV: Doppio
Stile: Scorrevolissimo
Caratteristiche: New Adult 
Sensualità: Presente a tratti ma mai eccessiva
Finale: Conclusivo


Ringrazio la Newton Compton per la copia ARC del romanzo.

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!