mercoledì 29 maggio 2019

Recensione: Il suo cuore di Claire Kingsley




Il suo cuore
di Claire Kingsley

Editore: Quixote edizioni
Data di pubblicazione: 24/05/2019

Trama
La vita di Brooke Summerlin è come la favola di Cenerentola. Cresciuta da una madre tossicodipendente e violenta, nasconde disperatamente la verità sulla condizione da cui proviene. Ma il Principe Azzurro arriva con le sembianze di Liam, il ragazzo più popolare della scuola. Lui si insinua nella sua vita e la trasporta verso quello che dovrebbe essere un lieto fine. Ma non è così. Sebastian McKinney è il figlio del campione di wrestling dello stato dello Iowa e sta per diventarlo a sua volta. Il wrestling è la sua vita. Lui è concentrato. Determinato. Niente si metterà sulla sua strada.
Tranne una malattia inattesa, che per poco non lo uccide.
La più grande tragedia di Brooke diventa la seconda possibilità nella vita di Sebastian. Quattro anni dopo, lui è andato avanti, è guarito, mentre lei affonda nel dolore che minaccia di sopraffarla. Perseguitata da un passato a cui non sa sfuggire.
Ma, in qualche modo, l’amore trascende i confini della vita e della morte, di ciò che si conosce e ciò che non può essere spiegato. Il cuore che amava Brooke continua a battere e, ancora adesso, batte per lei.

La mia opinione

Quando ho deciso di leggere questo libro, sapevo dalla trama che non sarebbe stato leggero e frizzante come i precedenti di questa autrice, ma di sicuro non credevo di trovare una storia così intensa ed emozionante!
Essendo il libro diviso in tre parti, il tempo e le situazioni sono scandite in modo perfetto.
La prima parte è l'inizio di tutto, la seconda il presente e la terza il futuro. 
All'inizio vediamo una Brooke sedicenne appena arrivata in una nuova scuola. Lei è diversa dagli altri, è taciturna e solitaria. Visto che è abituata a spostarsi di continuo non si prende la briga di instaurare nessun tipo di rapporto con nessuno, è consapevole che in qualsiasi momento sua madre potrebbe decidere di trasferirsi nuovamente, e così facendo il distacco è semplice. Solo che questa volta, nonostante faccia di tutto per non farsi notare, qualcuno l'ha vista eccome.
Liam è uno straordinario ragazzo che ha visto la tristezza negli occhi di Brooke ed è andato oltre il suo nascondersi. Così poco alla volta tra di loro nasce qualcosa di bellissimo. Purtroppo la vita non riserverà a loro due il lieto fine che immaginavano quando, due anni dopo il loro incontro, Liam perde la vita in un incidente automobilistico.
Sebastian è all'ultimo anno del liceo. E' un ragazzo molto sportivo, infatti è un fortissimo lottatore di wrestling. Il giorno delle finali del torneo di Stato, dopo aver vinto il titolo, improvvisamente il suo cuore si ferma, da quel momento inizia un lungo calvario fatto di medici, ospedali e medicine. Perché il suo cuore ha contratto un'infezione che le medicine non riescono a guarire, così poco alla volta tutto il suo mondo cambia. Non può più fare nessun tipo di attività fisica, non ha più l'energia per uscire con gli amici e anche solo frequentare le lezioni all'università lo sfinisce. Quando la malattia peggiora tanto da costringerlo ad abbandonare anche gli studi, la sua forza di volontà inizia a venir meno. Ma quando tutto sembra perduto, e la speranza e la voglia di vivere iniziano a mancare, ecco che arriva la telefonata della svolta: c'è un cuore disponibile che potrebbe ridargli la vita, il cuore di Liam.
Nella parte ambientata nel presente sono passati 4 anni dal trapianto e Sebastian decide di incontrare la famiglia del suo donatore, così assieme al suo migliore amico decide di partire per Phoenix per incontrarli. Ma in Arizona Sebastian non incontrerà solo la famiglia di Liam. Appena fuori dal ristorante dove aveva incontrato gli Harper, Sebastian vede una ragazza e, nonostante non l'abbia mai vista, sa per certo essere Brooke, perché il suo cuore glielo sta dicendo battendo all'impazzata.
Brooke in quei 4 anni si è allontanata da tutto e tutti. Non è riuscita a gestire il dolore della morte di Liam e sta, poco a poco, scivolando verso il baratro, trasformandosi in qualcosa che ha sempre odiato, essere come sua madre. Poi una sera, le arriva una telefonata dalla madre di Liam che le dice che il ragazzo che ha ricevuto il suo cuore sta arrivando per conoscerli. Da quel momento la vita di Brooke subisce un brusco cambiamento. Per una serie di circostanze infatti, si vedrà chiedere aiuto proprio a lui e Sebastian decide di portarla in Iowa con se. Perché la tristezza che vede in Brooke gli accende dentro un sentimento inspiegabile, esattamente come era successo a Liam tanti anni prima, gli risveglia anche un incredibile senso di protezione, e lui sa di essere l'unica persona che può aiutarla, perché nei suoi occhi vede anche la disperazione di quando sai di non avere più nulla per cui vivere, esattamente quello che Sebastian vedeva nei suoi occhi prima del trapianto.
Da quel momento tutto sembra andare per il verso giusto. Passano i mesi e loro due iniziano a conoscersi, ma i demoni che vivono dentro Brooke non sono ancora stati sconfitti, e la strada per arrivare alla felicità, per entrambi, non sarà facile da percorrere.
Mi è piaciuto molto il fatto che la Kinsley abbia dato ad entrambi la possibilità di conoscersi prima di far evolvere il loro rapporto in qualcosa di più. Non era possibile, soprattutto per Brooke lasciarsi andare proprio con Sebastian senza prima avere le basi su cui costruire il rapporto. Un'altra cosa che ho molto apprezzato, è il fatto che l'autrice non abbia insistito più di tanto sul fatto che Sebastian avesse il cuore di Liam. Certo questo è il punto da cui parte tutto, ma non è la parte fondamentale della storia. Brooke si dimentica presto che dentro Sebastian batte il cuore di Liam, perché inizia a vederlo quasi da subito per quello che è, una splendida persona che ha sofferto e che ha deciso di vivere nel modo migliore la seconda occasione che gli è stata data. Anche i sentimenti che inizia a provare per lui non centrano con il cuore di Liam, sono unicamente per Sebastian. La storia avrebbe potuto prendere una piega decisamente più pesante e invece questa scelta ha fatto si che tutto si svolgesse nel modo più naturale possibile.
Questo libro è così intenso che, in più di un'occasione, ho avuto quasi modo di provare io stessa il grande dolore che ha provato Sebastian quando, all'improvviso, il suo cuore si è fermato, ed esattamente come lui non ero preparata a vivere determinate sensazioni. 
Più di una volta ho dovuto smettere di leggere per riprendere il controllo delle mie emozioni, perché il dolore e la disperazione di Brooke erano talmente reali da uscire letteralmente dalle pagine, lasciandomi con addosso un disagio difficile da gestire. 
Il doppio POV in prima persona alternato, ti fa entrare profondamente nella storia e dentro l'anima dei protagonisti, vivendo le loro stesse paure, i loro dolori e la loro felicità, perché questa è principalmente una storia di speranza e di amore, dove nonostante i mille dolori che la vita ti può riservare, se lo vuoi realmente e se ci credi con tutto te stesso, il lieto fine arriverà.
Poi come se questo libro non fosse già prefetto così com'è, l'epilogo finale è stato qualcosa di meraviglioso, che ancora di più ha reso questa storia indimenticabile, uno di quelli che ti permettono di chiudere il libro sapendo che tutto è esattamente come dove essere.
La Kingsley ha creato un piccolo capolavoro che parla di amore, dolore, speranza e rinascita e che sarà impossibile dimenticare.

Punto di vista: prima persona alternata
Sensualità: Scene hot presenti
Caratteristiche: seconda occasione, intenso e romantico
Stile narrativo: scorrevole
Tipo di finale: auto-conclusivo


Ringrazio la Quixote Edizioni per la copia ARC del romanzo

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!