giovedì 2 maggio 2019

Recensione: L'amico di mio fratello di Kendall Ryan


L'amico di mio fratello
di Kendall Ryan
(Roommates #2)

Editore: Newton Compton
Data di uscita: 02/05/2019

Trama
Smith Hamilton rasenta la perfezione: è intelligente, bello e ricco sfondato. Ma si ricorda bene di quando le cose erano molto diverse. E non ha nessuna intenzione di rovinare tutto proprio adesso. Specialmente non con la sorella del suo migliore amico. Questo significa tenere Evie a distanza di sicurezza. Perché quella ragazzina fastidiosa si è trasformata in una donna irresistibile. Evie Reed sa di essere una privilegiata. Ha una famiglia che la ama e ha cominciato a gestire la comunicazione dell’azienda di lingerie di cui i suoi sono proprietari. Anche se adora il suo nuovo lavoro, non può fare a meno di pensare che le piacerebbe avere qualcuno per cui indossare i completini sexy che promuove. La sua cotta di sempre per Smith non la aiuta affatto. È determinata a fare in modo che smetta di vederla come una ragazzina e per questo ha un piano (quasi) infallibile: infilarsi furtivamente nel suo letto. Quello che non sa è che le cose potrebbero precipitare molto in fretta, e lei e Smith dovranno trovare al più presto una soluzione. Insieme.

La mia opinione


L’amico di mio fratello racconta la storia di Evie, una ragazza ventiduenne che vuole avere una seconda occasione per perdere la verginità. Non perché la prima sia fallita, ma perché è stata così terribile che è meglio cancellarla.
Per questa sua seconda volta ha già in mente l’uomo perfetto, Smith, quello per cui ha sempre avuto una cotta e che purtroppo è anche il migliore amico di suo fratello. Questo fatto, però, non la ferma da mettere in azione il suo piano. Quindi, una sera, si infila nella camera d’hotel di Smith, nuda, e inizia a baciarlo. Appena lui si rende conto chi gli sia saltato addosso la manda via, ma ormai il danno è fatto.
Nessuno dei due sembra riuscire a dimenticare quella sera o sembra intenzionato a farlo, nonostante il tentativo di riportare il rapporto verso l’amicizia. Solo, non avevano contato il fatto che si sarebbero ritrovati a lavorare insieme, fianco a fianco. Vedersi tutti i giorni non rende assolutamente le cose facili, anzi, le fa solo degenerare.
Ho trovato questo romanzo molto carino, una storia semplice, senza nessuna sotto-trama o intrigo, per così dire. Personalmente, l’ho trovato un po’ corto e sbrigativo sotto certi aspetti. Per esempio, ho apprezzato come la scrittrice ci abbia mostrato il passaggio da amicizia a qualcosa di più tra i due protagonisti, ma avrei gradito qualche riga in più sulla loro esplorazione di un rapporto, che invece mi è sembrato piuttosto carente.
Un’altra mancanza che ho riscontrato è che non sappiamo molto né di Evie né di Smith, a parte la composizione della loro famiglia. Sembrano personaggi interessanti ed è un peccato che non si sia sprecata qualche pagina in più per inquadrarli meglio.
La storia però è leggera e scorrevole, facile da leggere e a tratti anche intrigante, quindi nel totale darei a questo romanzo tre stelle e mezzo. Un po’ troppo semplice per i miei gusti, infatti mi trovo anche a corto di cose da dire. La considererei una lettura da spiaggia.

- Punto di vista: prima persona, alternato
- Sensualità: alta
- Caratteristiche: semplice, carino, sensuale
- Stile narrativo: scorrevole
- Tipo di finale: conclusivo

Ringrazio la Newton Compton per la copia ARC del romanzo. 


Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!