martedì 21 maggio 2019

Recensione: The Winner's Crime - La vendetta di Marie Rutkoski

The Winner's Crime
La vendetta
di Marie Rutkoski 
(The Winner's Trilogy #2)

Editore: Leggereditore 
Data di uscita: 8 maggio 2019

Trama
Un matrimonio reale è il sogno di ogni ragazza: sfarzo, festeggiamenti e balli fino all'alba. Ma non per la bella Kestrel, per la quale invece le nozze ormai prossime con il principe Verex rappresentano una gabbia che non le lascia via di scampo. Con l'avvicinarsi del matrimonio, vorrebbe ardentemente raccontare all'amato Arin la verità sul suo fidanzamento, se solo potesse contare su di lui... Ma di chi può ancora fidarsi, se non può credere neanche più a sé stessa? Spia in incognito alla corte imperiale, Kestrel è diventata una professionista dell'inganno: vive nella menzogna, per trasmettere informazioni agli herrani, il popolo che dovrebbe considerare suo nemico, ed è finalmente vicina a scoprire un terribile segreto. Nel frattempo Arin, che da semplice schiavo è diventato governatore di Herran, arruola alleati per allontanare dal suo Paese un pericoloso nemico ed è attanagliato dal sospetto che Kestrel sappia molto più di quanto dica, e che menta... La verità, però, può fare più male delle menzogne, e quando verrà a galla, Kestrel e Arin dovranno fare i conti con le conseguenze delle proprie scelte.


La mia opinione


The Winner's Crime è il secondo imperdibile volume di una delle saghe fantasy young adult più belle ed intriganti che ho letto. 
The Winner's Curse ci ha introdotto nel mondo geopolitico creato da Marie Rutkoski sorprendendoci con diversi colpi di scena e lasciandoci infine in sospeso con un cliffhanger pazzesco. 
Impossibile scordarsi della decisione di Kestrel di accettare il matrimonio con il figlio dell'Imperatore e salvare così Arin, diventando anche l'ambasciatrice imperiale di Herran. 
Arin però è all'oscuro dei reali motivi che hanno spinto la giovane valoriana a questa decisione. 
Da una parte c'è Kestrel intenzionata a fingere di essere dove vuole e a mantenere il segreto per il bene di Arin, dall'altra c'è lui che non riesce a credere che lei sia così cambiata, indifferente e più interessata allo sfarzo dell'Impero che a tutto ciò che sta accadendo nel regno.
Ogni scena con loro due da soli è stata un colpo al cuore, l'autrice ha reso benissimo lo struggimento dei suoi giovani protagonisti, tanto che non si può assolutamente far altro che sperare in un lieto fine per loro due, questo libro è una continua sofferenza e mai una gioia dal punto di vista romantico!
Quante bugie, omissioni e fraintendimenti ci sono in questo capitolo della serie non potete nemmeno immaginarvelo! E tutte in nome di un bene più alto.
Anche se non sempre ho condivido le loro scelte, Kestrel ed Arin sono due gran bei personaggi. 
Kestrel è diventata una vera e propria stratega, una spia geniale capace di sacrificare se stessa per proteggere chi ama. Ma anche Arin è disposto a tutto per il bene del regno.
Tutti i personaggi di questa serie sono ben caratterizzati, compresi i secondari. Si prova qualcosa per ciascuno di loro, buoni o cattivi, nessuno escluso. C'è chi sorprende (come Verex, il figlio dell'odioso imperatore), chi delude (come il padre di Kestrel, mamma mia quanto mi ha disgustato!) e chi invece non si ha ancora ben inquadrato (come Risha, interessante quello che si scopre su di lei).
The Winner's Crime  è un secondo volume ricco di azione, intrighi e sotterfugi, vita di corte, alleanze e decisioni importanti per il futuro del regno. Ma soprattutto è un romanzo che parla di sacrificio. 
Marie Rutkoski scrive benissimo, in maniera scorrevole e accattivante, una volta iniziata la lettura non sono riuscita a posarla fino alla fine. Quella fine che mi ha distrutto per l'ennesima volta! 
Cara Leggereditore, salva i nostri poveri neuroni e il nostro povero cuoricino, pubblica in fretta il terzo volume della serie,  ne ho assolutamente bisogno e pretendo un HEA!
Se non avete ancora iniziato questa saga, cosa state aspettando? Consigliatissima!


Punto di vista: terza persona 
Sensualità: baci e tanto struggimento
Caratteristiche: fantasy intrigante, struggente, intenso
Stile narrativo: scorrevole
Tipo di finale: cliffhanger che spezza il cuore in attesa del seguito!

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!