venerdì 28 giugno 2019

Recensione: Tutto tranne un bacio di Chiara Venturelli

Tutto tranne un bacio
di Chiara Venturelli
self-publishing

Trama
L’amicizia è sacra. Soprattutto se c’è un’unica persona di cui davvero ti fidi. John è un uomo in carriera, invidiato dai colleghi per i suoi successi come consulente finanziario e perché non ha problemi a trovare sempre nuove compagne di letto, desiderose di sperimentare le sue “dispensazioni” secondo la leggendaria lista dei tre punti.La sua unica famiglia è il nipote, di dieci anni più giovane, con il quale ha vissuto finché il ragazzo non ha trovato la sua strada.Poi c’è Felicity, la sua unica amica, che ha girato il mondo da uno scavo archeologico all’altro per anni e ora si è resa conto di desiderare una relazione seria e stabile. Da amico premuroso, John non può che offrirsi di farla divertire e rilassare nell’unico modo che conosce, tra un appuntamento e l’altro con un papabile fidanzato.Il problema nasce quando John si rende conto che con lei ha davvero tutto: confidenza, fiducia, affetto e attrazione fisica. Tutto tranne un bacio, su cui hanno posto il veto perché sarebbe troppo intimo. E se non fosse pronto a vederla sistemarsi con un altro uomo? Se quel bacio non dato rappresentasse la sua dannazione e la sua capitolazione?* ROMANZO AUTO-CONCLUSIVO * SPIN-OFF di Linea 97

La mia opinione 


“Tutto tranne un bacio” è il terzo romanzo pubblicato self su Amazon da Chiara Venturelli. Il protagonista, John, è presente in un altro romance auto-conclusivo dell’autrice (“Linea 97” ) ed è un uomo molto affascinante, con un lavoro che prende quasi sempre il sopravvento nella sua vita e che sta per assistere al matrimonio del suo unico nipote Peter, di dieci anni più giovane. John infatti è il “classico” play boy che però pone molta attenzione alle donne con cui si intrattiene, nonostante non abbia avuto una vera e propria relazione stabile. L’eccezione nella sua vita è proprio Felicity: la sua migliore amica da ormai quindici anni.
Il libro inizia con i due protagonisti che convivono temporaneamente a casa di John, in attesa della fine dei lavori nella nuova dimora di Felicity, che dopo anni di vagabondaggio ha deciso di stabilirsi in un posto e mettere per la prima volta davanti alla carriera di archeologa la sua vita personale. Questo rappresenta per la donna un momento di crisi, in cui non riesce più a trovare sé stessa e non sa come uscire da una situazione del genere: è stanca di non avere un uomo al suo fianco e di avere storie di una sola notte o poco di più. Inoltre la convivenza porta John a dover rinunciare ai suoi “appuntamenti” notturni con le sue amiche, in quanto potrebbe risultare sconveniente visto la presenza di Felicity nel divano letto al piano di sotto.
In questo ambiente a dir poco “stretto” la situazione precipita e tra i due migliori amici le cose sembrano complicarsi: la vicinanza e il volersi bene, troppo bene, portano a qualcosa di diverso.
La complicità e l’intimità raggiunta è unica; c’è solo una cosa che manca e che potrebbe cambiare tutto: un bacio.

“A volte si teme qualcosa senza conoscerlo e non ci si rende conto che è solo la paura a bloccarci. Paura di soffrire, paura di alterare lo stato delle cose, paura di perdere chi amiamo.”

Non è mai facile accettare il cambiamento, soprattutto quando è qualcosa dentro di noi a cambiare; i protagonisti di questo romanzo ci insegnano come a volte quello che sembra un enorme stravolgimento in realtà è semplicemente la presa di coscienza di qualcosa che vive in noi da molto più tempo di quanto possiamo credere. Lo strano sentimento che John comincia a provare per Felicity, quello che noi chiamiamo gelosia, diventa ingombrante e non è più una semplice preoccupazione. Il semplice stare accanto al suo migliore amico, per Felicity non è più abbastanza, al punto che preferirebbe allontanarsi pur di dovergli stare accanto senza viverlo come vorrebbe.
Qual è la cosa  giusta da fare? Questo lo sanno solo loro due.
Ancora una volta rimango piacevolmente sorpresa da un magico libro che parla d’amore e non solo scritto da Chiara Venturelli. Vi consiglio di approfittare di queste meravigliose pagine in cui poter sognare e sicuramente imparare anche qualcosa.


Punto di vista: Prima persona, quasi tutti i capitoli sono narrati dal punto di vista del protagonista maschile (John)
Caratteristiche: Divertente, romantico, amicizia
Stile narrativo: Scorrevole, semplice
Sensualità: Sono presenti scene hot, ma descritte in modo molto soft
finale: Auto-conclusivo

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!