mercoledì 10 luglio 2019

Recensione: Resta con me per sempre di Elle Kennedy

Resta con me per sempre
di Elle Kennedy
(Briar U #1)

Editore: Newton Compton Editori
Data di uscita: 10/07/2019

Trama
Gli opposti si attraggono, lo sanno tutti. In effetti, non c’è una sola ragione per cui non riesco a smettere di pensare a Colin Fitzgerald, l’insopportabile giocatore di hockey del gruppo di amici di mio fratello. Generalmente i ragazzi super tatuati, fissati con i videogiochi e insopportabilmente nerd non fanno per me. Come se non bastasse, mi considera superficiale. E questo non gioca per niente a suo favore. Ma non è nemmeno il problema peggiore: il suo migliore amico ha una cotta pesante per me. E io sono appena andata a vivere insieme a loro. Già, sono diventata la coinquilina del ragazzo che non potrò mai avere, perché Fitzy ha messo subito le cose in chiaro: non è interessato a me. E nonostante l’elettricità che si percepisce tra di noi, non ho nessuna intenzione di fargli credere che gli corro appresso. Con l’inizio dei corsi universitari e un ambiente del tutto nuovo ho parecchie altre cose di cui occuparmi. E se Colin dovesse accorgersi di quello che si sta perdendo… meglio per me.


La mia opinione


Resta con me per sempre, in originale The Chase, è il primo romanzo della serie romance new adult Briar U, spin-off della nota ed amata serie Off-Campus di Elle Kennedy. 
Se non avete letto la serie Off-Campus non è un grosso problema, magari vi sfuggirà qualche riferimento, ma la lettura può essere affrontata anche se non avete mai letto nulla di questa autrice. 
Il mio consiglio però è di leggere prima la serie principale, un must imperdibile per chi ama le letture new adult ambientate nei college americani.
I due protagonisti di questo primo volume, Summer e Fitzy, li abbiamo già conosciuti in precedenza. Summer è la sorella minore del famigerato Dean De Laurentis, trasferitasi alla Briar University dopo essere stata cacciata dalla Brown. 
Colin Fitzgerald, soprannominato Fitzy, è uno dei giocatori della squadra di hockey della Briar, oltre ad essere un amico del fratello di Summer. 
Colin è un atleta sexy e tatuato, ma allo stesso tempo è il tipico nerd, piuttosto che partecipare a feste folli ama progettare videogiochi, leggere fantasy e fare maratone su Netflix. Summer invece è il tipo di ragazza da confraternita, è bella, ama e segue la moda (non a caso ne frequenta la facoltà) ed è abituata a stare al centro dell'attenzione. Ma non fate l'errore di crederla superficiale, perché non lo è affatto. Mi è piaciuto il suo personaggio, è ricco di sfaccettature e, se da una parte è bella, determinata e molto estroversa, dall'altro lato nasconde le sue debolezze. Summer non è una ragazza perfetta e scoprirete leggendo da cosa derivano le sue insicurezze.
Colin è il tipo di persona che preferisce passare inosservata, pensa che l'attrazione che prova verso l'esuberante Summer non porterebbe da nessuna parte perché sono troppo diversi, così inizialmente cerca di  mantenere un gelido distacco, pur notando le attenzioni che la ragazza gli riserva. 
Per una serie di circostanze, Summer diventerà la nuova coinquilina del trio Colin, Hunter e Hollis,  immaginatevi una ragazza sexy e divertente in mezzo a tre giocatori di hockey...
Il suo trasferimento darà il via a delle situazioni imbarazzanti e divertenti, ma creerà anche tensione tra due dei tre coinquilini. Diciamo che, se avete un debole per i triangoli amorosi, potreste particolarmente apprezzare la situazione che si verrà a creare, ma più che triangolo secondo me c'è solo un illudere un po' una persona quando è chiaro come il sole chi sia l'unico interesse... Quella è la parte che ho amato meno.
Della Kennedy mi piacciono quasi sempre anche i personaggi secondari, e in questo caso devo dire che con Brenna, la figlia del coach della squadra e nuova best friend di Summer, si è davvero superata! Non vedo l'ora di leggere il suo libro!
Oltre alla storia romantica che si evolve tra i due protagonisti, nel testo si parla anche di questione più delicate, come i problemi dell'apprendimento e qualche professore che non si comporta esattamente in maniera professionale. 
Lo stile della Kennedy è sempre molto scorrevole e moderno, i suoi dialoghi sono sempre irriverenti e sa come tenerci in sospeso prima di veder capitolare i protagonisti. 
Rispetto ad altri libri dell'autrice questo non è uno dei miei preferiti (Il Contratto resterà sempre il mio TOP!), ma comunque una piacevole lettura, quindi non posso che consigliarvelo.


Punto di vista: prima persona, alternato
Sensualità: scene hot presenti
Caratteristiche: universitario, romantico, sexy, ironico
Stile narrativo: scorrevole
Tipo di finale: auto-conclusivo



Ringrazio Newton Compton per la copia ARC del romanzo

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!