martedì 9 luglio 2019

Recensione: Un'ultima speranza di Layla Hagen

Un'ultima speranza
di Layla Hagen

Editore: Hope Edizioni
Data di uscita ebook: 27 giugno 2019

Trama
Il matrimonio di Aimee sarà indimenticabile: il suo vestito, il fidanzato e l'idilliaco ranch in Brasile in cui avrà luogo, ogni cosa è perfetta. Ma tutti i suoi progetti s’infrangono quando il jet privato che la sta portando dagli Stati Uniti al Brasile, dove il fidanzato l’attende alla vigilia delle nozze, ha dei problemi tecnici e il pilota è costretto a effettuare un atterraggio di emergenza, proprio nel cuore della foresta amazzonica.
Impossibilitati a raggiungere la civiltà, per Aimee e Tristan – il pilota – l’essere soccorsi è l’unica possibilità. Una flebile speranza che pian piano si inaridisce, lasciando il posto alla disperazione, perché la morte, nella giungla, può arrivare sotto molte forme: fame, malattie, animali.
Aimee e Tristan combattono per la sopravvivenza e, nel frattempo, si avvicinano. Insieme scoprono che affrontare angosce scolpite nell’anima da un passato doloroso, richiede un coraggio persino maggiore dell’affrontare la foresta pluviale.
Nonostante la devozione per il suo fidanzato, Aimee non può nascondere i suoi sentimenti per Tristan, un uomo per il quale sta lentamente diventando tutto.
Ci sono molte cose che puoi nascondere nella foresta pluviale. Ma non le bugie. O l’amore.
Questa è la storia di un uomo alla disperata ricerca di perdono e della donna che gli fa conoscere di nuovo la speranza. È una storia in cui l’istinto di sopravvivenza mette le ali e si trasforma in un bellissimo e intenso sentimento d’amore. Un amore proibito.



La mia opinione



Un'ultima speranza è il primo romanzo di Layla Hagen ad essere pubblicato in Italia.
Non avevo mai sentito parlare di questa autrice, ma come potevo non prendere in considerazione una lettura con una trama così particolare? A volte buttarsi si rivela essere una buona idea, perché questa lettura mi ha veramente sorpreso. 
Su un volo privato dell'ultimo minuto diretto in Brasile ci sono soltanto due persone: il pilota e una futura sposa. 
Aimee si sta recando in Brasile per seguire da vicino i preparativi delle sue future nozze con il fidanzato, un ragazzo con cui è praticamente cresciuta e che considera il suo migliore amico. 
Tristan lavora come pilota privato per il fidanzato di Aimee da un paio di anni, lui ed Aimee si sono quindi incontrati in diverse occasioni, ma a parte qualche scambio formale di poche parole non c'è mai stata nessuna vera e propria interazione tra loro. 
Almeno fino all'incidente aereo e all'atterraggio di emergenza del jet privato nel bel mezzo della foresta Amazzonica. 
Aime e Tristan si ritrovano così completamente soli in balia della pericolosissima foresta pluviale, circondati dalle creature letali e velenose che la abitano e con i viveri per pochi giorni. L'unico loro rifugio è il jet fuori uso.
Per fortuna Tristan non è l'ultimo degli sprovveduti, grazie alle sue esperienze passate e le sue conoscenze sulle tecniche di sopravvivenza i due non se la caveranno proprio così tanto male. Più o meno, ma questo lo scoprirete leggendo. 
I due protagonisti di questo romance sono caratterialmente molto diversi, Tristan è un tipo taciturno e riservato, mentre Aimee è esattamente l'opposto, una persona solare, calorosa, benvoluta e con una parola gentile e amichevole per tutti.
L'elemento avventuroso della storia, sicuramente molto marcato vista l'ambientazione inusuale per un romance, si mescola benissimo ai sentimenti che, giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, nascono e crescono tra i protagonisti.
L'amore tra i due non scatta subito così su due piedi e tanti saluti al buon fidanzato che probabilmente pensa che siano entrambi morti, la loro storia si sviluppa a gradi, passando dai comprensibili sensi di colpa per le emozioni che provano alla consapevolezza di cosa sia il vero amore.
Il connubio storia d'amore e ambientazione nella natura selvaggia mi è piaciuto molto, ho trovato questo romanzo emozionante, affascinante e da ansia al tempo stesso. Ai tempi ho visto non so quante volte il film “Laguna Blu” e ho adorato anche il romanzo “L'isola dell'amore proibito”, quindi forse sono io che ho una predisposizione per queste situazioni. Lo stile di questa nuova autrice mi è piaciuto, la sua prosa è scorrevole e con la sua penna è riuscita a trasmettermi le emozioni dei suoi protagonisti, dettaglio che ritengo sempre fondamentale, ed anche l'ansia provocata dai pericoli della foresta.
Se in generale questo libro mi è piaciuto molto, c'è però un dettaglio che mi ha lasciato un po' di stucco. Essendo un romanzo auto-conclusivo, l'autrice ha aggiunto un epilogo, bello oltretutto, dopo la conclusione della vicenda avventurosa, ma non contenta ne ha aggiunto anche un secondo … Il messaggio che voleva trasmettere è passato, ma io ne avrei fatto volentieri a meno, ecco. Lo so che vi ho incuriosito con questa mia affermazione, ma ora non andatevelo a leggere! In ogni caso Un'ultima speranza è una lettura consigliata, anche a chi è in cerca di una storia avventurosa!

Punto di vista: prima persona
Sensualità: scene hot presenti, ma soft
Caratteristiche: avventuroso, romantico
Stile narrativo: scorrevole
Tipo di finale: auto-conclusivo con epiloghi




Ringrazio la Hope edizioni per la copia ARC del romanzo

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!