venerdì 2 agosto 2019

Recensione: In-moral di Naike Ror

In-moral
di Naike Ror

self-publishing
Data di uscita su Amazon: 31/07/2019


Testardi
Combattivi
Ostinati

Matthew Carter, lo scout di cheerleaders e Kay Morgan, il vicepresidente dei Miami Dolphins, vivono esistenze agli antipodi, anche se ad accomunarli c’è la tenacia con cui si fanno la guerra. Ma se dietro a ogni sgambetto ci fosse qualcosa di diverso rispetto alla morbosa competitività? Se nascosto sotto l’ennesimo placcaggio ci fosse la rivalsa di sentimenti insabbiati? 

Kay
“Erano stati pensieri disonesti, depravati, immorali? 
Però me ne fregavo perché quella era la mia dannata orchestra, quello era il mio teatro e quella era la mia platea; se avessi voluto inserire un assolo di chitarra nel bel mezzo di una Turandot, giusto per scandalizzare e prendermi qualche soddisfazione personale, lo avrei fatto senza esitare. 
E si fottesse l’etica sul posto di lavoro.”

Matthew 
“Kay Morgan aveva toccato tasti senza mai avermi sfiorato, aveva rimesso nel mio stomaco almeno quattro farfalle sgraziate, ma svolazzanti. 
Qualcosa di così diverso poteva essere così semplice?
Qualcosa di così inaspettato poteva essere così limpido? 
Qualcosa di così immorale poteva essere così giusto?”

IN-MORAL è uno STAN-ALONE contemporary romance male/male. 




LA MIA OPINIONE


“In-moral” è il secondo spin off di “Duke” e ha come protagonisti Matthew, il fratello di Caltha Carter, e Kay Morgan il suo datore di lavoro.
Kay e Matthew non potrebbero essere più diversi: il primo è il vicepresidente dei Dolphins, una squadra di football molto importante, e guadagna abbastanza soldi da poter sfamare un intero paese; mentre invece Matthew è una scout di cheerleader, lavora anche lui per i Dolphins, e fatica ad arrivare a fine mese avendo anche a carico tre fratelli e una situazione familiare molto delicata. 
Le tre parole chiave potrebbero essere amore, passione ma soprattutto competizione.
Tutto nasce da una forte competitività tra i due uomini, che non riescono a tenere a bada arrivando anche a situazioni paradossali, come distruggere il muro in cartongesso dell’entrata del palazzo dei Dolphins. 
Non mancano, quindi, momenti leggeri che vi faranno sorridere, così come è pieno di momenti in cui l’aria si fa più tesa ed emozionante e in cui la sessualità viene vissuta liberamente sia da Matthew, che non aveva mai avuto esperienze omosessuali, sia da Kay, decisamente più esperto.
L’alchimia che c’è tra i due protagonisti è il collante di tutta la storia, a volte cela le fragilità di entrambi, ma allo stesso tempo gli permette di essere sinceri con l’altro e con sé stessi, non senza poca fatica ma arrivando ad essere più forti che mai. 
Tra incomprensioni, stili di vita diversi e tanto amore brucia questa fantastica storia.

“Qualcosa di così diverso poteva essere così semplice?
Qualcosa di così inaspettato poteva essere così limpido?
Qualcosa di così immorale poteva essere così giusto?”

Questa è una storia frizzante, divertente e che apre la mente come non mai.
Consigliato assolutamente a chi vuole allontanarsi da quelle che possono essere le “solite” storie e vivere qualcosa di emozionante e passionale.
Ancora una volta Naike Ror non delude con il suo stile particolare e riconoscibile ad occhi chiusi!


PUNTO DI VISTA: alternato tra i due protagonisti Kay/Matthew
CARATTERISTICHE: romantico, coppia omosessuale, coinvolgente
SENSUALITA’: sono presenti scene hot
STILE NARRATIVO: scorrevole, semplice
FINALE: conclusivo


Ringrazio l'autrice per la copia ARC del romanzo.

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!