martedì 17 settembre 2019

Recensione: SAVE ME di Mona Kasten

SAVE ME
di Mona Kasten
(Maxton Hall Series #1)

Editore: Sperling & Kupfer
Data di uscita: 3 settembre 2019

TRAMA
In un mondo in cui ricchezza, glamour e potere sono tutto ciò che conta, l'amore è una sfida a superare l'apparenza.
Ruby Bell ha due obiettivi nella vita: entrare a Oxford e rendersi invisibile a tutti i suoi compagni snob del Maxton Hall College, una delle scuole private più prestigiose d'Inghilterra, che lei può permettersi solo grazie a una borsa di studio. Con l'inizio dell'ultimo anno, il traguardo sembra sempre più vicino, finché un giorno Ruby sorprende il suo professore in atteggiamenti equivoci con una studentessa. E non con una studentessa qualsiasi, ma con Lydia Beaufort, erede di una delle dinastie più facoltose di tutta la Gran Bretagna, nonché sorella gemella di James, il leader indiscusso del Maxton Hall, che, bellissimo e ricchissimo qual è, non fa che passare da una festa all'altra, da un eccesso all'altro. Deciso a fare di tutto per proteggere il segreto di Lydia, James comincia a tallonare Ruby e, in poco tempo, lei perde il suo mantello dell'invisibilità e si ritrova a fare i conti con una notorietà inaspettata, quanto sgradita. Tuttavia, più i due si frequentano, più entrambi si rendono conto di essere molto diversi da ciò che sembrano: James si accorge che Ruby non è la secchiona senza personalità che appare ai più, mentre quest'ultima capisce che l'aria da bad boy è solo una maschera che il giovane rampollo sfoggia per schermarsi dal mondo e, soprattutto, dalle pressioni della sua famiglia. I Beaufort, infatti, hanno già scritto il destino di James e di una cosa sono certi: Ruby non dovrebbe farne parte…


LA MIA OPINIONE


‘Save me’ è il primo romanzo di una trilogia che vede come protagonisti Ruby e James. L’ambientazione è scolastica, infatti i personaggi hanno tra i diciassette e i diciotto anni. James e Ruby non potrebbero essere più diversi: il primo è ricco e la sua famiglia è la proprietaria di una casa di moda molto famosa, la seconda è una borsista del Maxton Hall College.
Questa “semplice” differenza è il fulcro attorno al quale gira tutto il romanzo, al punto che sembra quasi esserci uno scontro tra i diversi gruppi che popolano la scuola inglese: i ricchi e popolari contro i poveri che fanno di tutto per passare inosservati. 
Il tutto funziona, Ruby è contenta di passare inosservata e godersi la sua vita scolastica con l’unico obiettivo di andare ad Oxford l’anno successivo, fino a quando si trova in una situazione spiacevole: scopre la sorella di James con il loro professore e da quel momento il ragazzo, giocatore di lacrosse, comincia a tallonarla con il fine di farle tenere la bocca chiusa. 
Due mondi che all’inizio sembrano opposti e che come unica cosa in comune hanno la voglia di ignorare l’altro entrando a contatto riescono a superare le barriere, infatti sia Ruby che James scoprono lati di loro stessi che da soli non avrebbero mai potuto scoprire, rendendo meraviglioso il rapporto tra i due. Gli ostacoli sono tanti, al punto che anche solo essere amici diventa complicato e soffrire sembra l’unica cosa da poter fare..


“Non ho mai capito perché si dica mal di cuore, e adesso lo capisco ancora meno. Quando vedo James, non mi fa male soltanto il cuore, ma tutto. Fatico persino a respirare. Si dovrebbe dire mal di corpo. Sarebbe meno romantico e molto più adeguato a mio avviso.”

Questa storia ha uno sfondo piacevole: i tempi del liceo sono i migliori, i momenti in cui si fanno le prime esperienze e in cui le emozioni sono tantissime, proprio come ci fa vedere l’autrice di questo romanzo. Sono curiosa di sapere come vada avanti la storia, dato il finale che lascia il tutto in sospeso e con un grande punto di domanda. 


PUNTO DI VISTA: alternato tra i due protagonisti
CARATTERISTICHE: college, young adult, amore
STILE NARRATIVO: scorrevole, semplice
SENSUALITA’: presenti scene d’amore
TIPO DI FINALE: aperto

1 commento:

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!