lunedì 28 ottobre 2019

Recensione: Il Regno Corrotto - GrishaVerse di Leigh Bardugo


GrishaVerse – Il regno corrotto
di Leigh Bardugo
( Six of Crows #2)

Editore: Mondadori
Data di uscita: 29 Ottobre 2019 

Trama
Kaz Brekker e la sua banda di disperati hanno appena portato a termine una missione dalla quale sembrava impossibile tornare sani e salvi. Ne avevano dubitato persino loro, a dirla proprio tutta. Ma rientrati a Ketterdam, non hanno il tempo di annoiarsi nemmeno un istante perché sono costretti a rimettere di nuovo tutto in discussione, e a giocarsi ogni cosa, vita compresa. Questa volta, però, traditi e indeboliti, dovranno prendere parte a una vera e propria guerra per le buie e tortuose strade della città contro un nemico potente, insidioso e dalle tante facce. A Ketterdam, infatti, si sono radunate vecchie e nuove conoscenze di Kaz e dei suoi, pronte a sfidare l’abilità di Manisporche e la lealtà dei compagni. Ma se i sei fuorilegge hanno una certezza è questa: dopo tutte le fughe rocambolesche, gli scampati pericoli, le sofferenze e le inevitabili batoste che hanno dovuto affrontare insieme, troveranno comunque il modo di rimanere in piedi. E forse di vincerla, in qualche modo, questa guerra, grazie alle rivoltelle di Jesper, al cervellone di Kaz, alla verve di Nina, all’abilità di Inej, al genio di Wylan e alla forza di Matthias. Una guerra che per loro significa una possibilità di vendetta e redenzione e che sarà decisiva per il destino del mondo Grisha.


La mia opinione

Il regno corrotto è il secondo e conclusivo romanzo della serie fantasy Six of Crows
L'autrice ha recentemente annunciato di avere in progetto un seguito ambientato anni dopo, ma tutto ciò che è iniziato in Sei di Corvi trova in questo volume una sua conclusione. 
Non avendo letto la serie Shadow & Bone, l'inizio di Sei di Corvi mi aveva lasciata un po' perplessa, non avevo ben chiaro il world-building del GrishaVerse, ma pian piano, con l'avanzare della trama, sono riuscita a colmare le mie lacune. 
Il regno corrotto invece non mi ha dato questo problema, i fatti riprendono esattamente da dove l'autrice ci aveva lasciato, a Ketterdam, con Kaz e la sua banda di Scarti pronti a liberare Inej e recuperare i soldi che gli erano stati promessi per il colpo alla Corte di Ghiaccio. 
La narrazione è sempre in terza persona dei vari personaggi, tutti e sei sono protagonisti allo stesso modo, compreso il mercantuccio Wyland, del quale finalmente possiamo leggere alcuni capitoli. 
Kaz si conferma il capo banda sempre sul pezzo, il più intelligente, scaltro e sempre con un asso nella manica quando ogni cosa sembra perduta. Un antieroe che mi è piaciuto dall'inizio alla fine, anche quando tentava di far credere a tutti che l'obiettivo era recuperare il bottino e non la sua Inej. 
Per tutti i personaggi questo volume segna una svolta. Kaz deve fare i conti con i suoi sentimenti e il suo desiderio di vendetta, Nina con l'astinenza dalla jurda parem e con ciò che comporta per i suoi poteri di Grisha spaccacuore, Jesper con il padre e la sua dipendenza, Wyland con diverse rivelazioni familiari. 
La Bardugo è stata bravissima a farmi tifare per tutti questi suoi personaggi, a soffrire e a lottare con loro, sfida dopo sfida. Le varie ship che nel primo libro iniziavano a intravedersi, finalmente vengono concretizzate, la mia preferita? Forse quella di Kaz e Inej, le loro scene sono così innocenti ma sentite e struggenti! Come non volerli vedere felici e senza il peso che si portano sulle spalle per i loro trascorsi passati? Però ho adorato anche il rapporto di Jesper e Wylan e quello di Nina e Matthias, da nemici a innamorati. 
La narrazione della Bardugo è ricca di descrizioni, sui personaggi e sull'ambientazione del mondo che ha creato, in certi punti il ritmo di lettura è un po' più lento, in altri invece è più adrenalinico e lascia con il fiato in sospeso. Preparatevi ad avere l'ansia fino alla fine!
Ho apprezzato anche l'incastro nella trama di alcuni aneddoti sul passato dei protagonisti, per darci un'idea più chiara di chi erano e cosa hanno subito nelle loro giovani vite, prima di arrivare a far parte della banda degli Scarti nella corrotta e spietata Ketterdam. 
E qui arriviamo alla nota stonata di questo romanzo: il finale. Ovviamente non posso dirvi chiaramente cosa non mi è piaciuto per niente, ma succede una certa cosa (e come succede …) che non ho proprio digerito. Un'ultima sofferenza inutile che mi ha lasciato decisamente l'amaro in bocca. Per fortuna la scena finale mi ha risollevato un po', anche se avrei voluto un epilogo più approfondito. Se amate i fantasy è una duologia consigliata!

Punto di vista: terza persona dei vari personaggi
Sensualità: baci e struggimento
Caratteristiche: fantasy, ricco di azione,  avvincente, intenso, risvolti inaspettati
Stile narrativo: scorrevole, ricco di descrizioni che a volte rallentano un po' il ritmo
Tipo di finale: finale di serie, mi la lasciato in parte con l'amaro in bocca 




Ringrazio Mondadori per la copia ARC del romanzo

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!