martedì 29 ottobre 2019

Recensione: Non guardarmi così di Roni Loren

Non guardarmi così
di Roni Loren
(The Ones Who Got Away #1)

Editore: Newton Compton Editori
Data di uscita: 10/10/2019

Trama
Sono passati dodici anni dalla mattina in cui tutto è cambiato per i ragazzi dell’ultimo anno al liceo di Long Acre. I pochi superstiti sono stati soprannominati dalla stampa “i sopravvissuti”. Liv Arias non avrebbe mai pensato di fare ritorno a Long Acre dopo quello che era successo. Ma quando i produttori le chiedono di partecipare a un documentario su quegli eventi, Liv non riesce a dire di no. E così parte per il luogo in cui hanno sede tutti i suoi incubi, terrorizzata all’idea di rivivere quei ricordi. Anche gli altri “sopravvissuti” sono tornati. E tra loro c’è Finn Dorsey, il primo amore di Liv. Scoprire di provare ancora un’attrazione bruciante per lui non era previsto. Anche se Finn è molto diverso dall’affascinante giocatore di football di un tempo: la sua faccia si è indurita e nei suoi occhi verdi non c’è più la minima traccia di innocenza. Ritrovarsi sempre più vicini significa riaprire vecchie ferite, ma forse fidarsi l’uno dell’altra è l’unico modo per recuperare il coraggio di vivere.


La mia opinione


Non guardarmi così è un contemporary romance che racconta la storia di Liv e Finn, due ex compagni che sono sopravvissuti ad una sparatoria nella loro scuola.
Quando è accaduta la tragedia, Liv e Finn erano insieme in uno sgabuzzino, a insaputa di tutti, perché la loro relazione è sempre stata un segreto, perfino di fronte ad un evento del genere.
Dodici anni dopo, quando un canale televisivo decide di produrre un documentario sull’accaduto, i due si ritrovano nello stesso posto nello stesso momento, ed è come se gli anni non fossero passati.
Non è così, però. Sia Liv che Finn sono due persone del tutto diverse da allora. Vogliono anche cose diverse, ed integrare di nuovo i loro sentimenti nella vita attuale non sarà per nulla semplice.
Mi è piaciuta questa lettura un po’ diversa dal solito. Se devo essere del tutto onesta, credevo fosse ben più emozionante di quello che invece è stato. 
È una storia carina, è dolce, parla di un amore ritrovato che è più forte del tempo e della vita stessa, ma l'autrice sarebbe potuta scendere più in profondità in alcuni aspetti che invece mi sembrano solo sfiorati.
Entrambi i personaggi sono interessanti e ben costruiti. 
Quando Liv era adolescente era una ragazza indipendente, le è servito rincontrarsi con le sue ex compagne di scuola per ricordarsi quello che voleva e chi voleva essere in futuro, e per capire che la sua vita stava prendendo una direzione sbagliata. 
Finn, invece, una ex star del football, dopo l’accaduto era del tutto scomparso e anche nel presente è difficile farlo rimanere nello stesso posto tanto a lungo. Ha un lavoro che non gli permette di legarsi, ma non può farci niente quando la vita lo riporta di nuovo faccia a faccia con Liv.
Loro due insieme avevano e hanno una chimica non indifferente e, il modo in cui si rapportano e si capiscono anche a distanza di anni, è speciale.
Mi sarebbe piaciuto qualche approfondimento in più su alcuni aspetti del passato, come ad esempio sul fatto che Finn l’avesse quasi fatta ammazzare. Mi sembra un dettaglio accennato all’inizio ma poi non sviluppato.
Nel totale, darei quattro stelle a questo romanzo. Mi ha portato in un viaggio particolare ed emozionante che mi ha fatto conoscere una storia che non credo dimenticherò tanto presto.


- Punto di vista: prima persona e terza persona, alternato
- Sensualità: scene esplicite
- Caratteristiche: coinvolgente, carino, dolce
- Stile narrativo: scorrevole
- Tipo di finale: conclusivo, con epilogo
 

Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!