sabato 2 novembre 2019

Recensione: Save Us di Mona Kasten

Save Us
di Mona Kasten
(Maxton Hall #3)

Editore: SPERLING & KUPFER 
Data di uscita: 15 Ottobre 2019

Trama
Dopo la sospensione da Maxton Hall, Ruby è disperata e affranta. All'improvviso, Oxford e tutti i sogni che le erano sembrati finalmente a portata di mano vengono messi a repentaglio da una macchia gravissima sul suo curriculum accademico. Il peggio, però, è che tutto parrebbe indicare James come unico responsabile della faccenda.
Inizialmente la ragazza, arrabbiata e delusa, non vuole sentire le sue ragioni - soprattutto non dopo che gli ha appena perdonato un tradimento -, tuttavia, alla fine si convince ad ascoltarlo e insieme i due arrivano a una terribile verità, che sconvolgerà entrambi. Mentre cerca di riabilitare il nome di Ruby a scuola, James passa altri guai con il padre, che è disposto davvero a tutto per tenerlo incatenato all'azienda di famiglia e a un futuro già scritto. Con Ruby al suo fianco, però, il ragazzo sente di potere lottare contro ciò che il destino e Mortimer Beaufort hanno in serbo per lui. Certo, la strada è in salita e gli ostacoli sono sempre dietro l'angolo. Basterà a James avere accanto la persona giusta per riuscire a prendere finalmente in mano le redini della sua vita?

La mia opinione


Finalmente è arrivato anche l’epilogo di una storia d’amore tra due giovani ragazzi presentata in tutte le sue possibili sfaccettature e molto altro. 
Proprio come era finito “Save you” troviamo i personaggi in un momento di crisi totale: Ruby è stata espulsa da Maxton Hall perché accusata di avere una relazione con Graham, il professore di storia. Come se non bastasse a scattare le foto “incriminate” è stato proprio James, in un momento in cui voleva essere pronto nel caso in cui avesse dovuto proteggere sua sorella da Ruby stessa. Chi ha utilizzato queste foto è l’artefice di tutto il “male” presente nei tre libri… e in questo tutti i nodi vengono finalmente al pettine! 
Dopo la calma tanto agognata ancora una volta un uragano si abbatte sulla vita degli studenti di questa prestigiosa scuola inglese.
In quest’ultimo capitolo l’autrice fornisce una visione più ampia degli eventi: questo è a tutti gli effetti un romanzo corale, dove viene dato molto più spazio a personaggi che negli altri due romanzi si erano mantenuti piuttosto al margine. Ognuno riesce ad avere il suo finale, che sia felice oppure no lascio a voi il piacere di scoprirlo. 
James matura in modo incredibile, nonostante dall’inizio della storia sia passata in realtà solo una manciata di mesi, cresce e diventa (o almeno prova) l’uomo che sogna di essere da sempre, indipendentemente dalla volontà di suo padre. 
Ruby matura insieme a James, così come la loro storia, ma non ho trovato il suo carattere piuttosto marcato in “Save us”, questo forse perché l’autrice ha deciso di lasciare spazio anche ad altri personaggi. Nonostante ciò, rimane la protagonista indiscussa.
Il messaggio che manda questa trilogia è molto positivo: nonostante all’inizio sembrasse che a contare fossero solo gli appartenenti ad un’élite molto ristretta ma alla fine non solo questa si è allargata, si apre anche a tutte le possibilità che la vita ci pone davanti ogni giorno che siano positive o negative.
Non posso non dire che ho adorato Ember, la sorellina geniale di Ruby, con la sua creatività ed il suo animo innocente e puro, da proteggere, che si è fatta valere sotto diversi punti di vista in modo eccezionale. Lei ed i suoi segreti sanno come trovare un posto nel cuore di chi legge.

“Mi piaci, Ember. Non solo. Credo di essere sul punto di innamorarmi perdutamente di te.”


Vi consiglio questa piacevole trilogia interessante per i suoi contenuti e per la scrittura dell’autrice. 


Punto di vista: prima persona, vario
Caratteristiche: young adult, amore giovanile, dinamiche scolastiche, crescita personale
Stile: lineare, fluido
sensualità: tipica degli YA
Finale: Fine di trilogia


Nessun commento:

Posta un commento

Se ti è piaciuto il post condividilo e clicca su G+1!
E se ti va, lascia un commento!