Recensione: Giochi proibiti di Raine Miller



Giochi proibiti 
di Raine Miller 
(Vegas Crush #2)

Editore: Hope Edizioni
Data di uscita ebook: 06/02/2020

Trama
"C’è molto altro in me di quanto non abbia mostrato al pubblico." - Georg Kolochev, VEGAS CRUSH
No, non bevo vodka direttamente dalla bottiglia. Non la verso nemmeno sui cereali a colazione. Non ho bisogno di andare in riabilitazione… a meno che non significhi starsene chiuso in una stanza, da solo, con una certa bionda mozzafiato. Ho esagerato con le feste, devo ammetterlo. Sì, mi sono anche guadagnato una certa reputazione da sciupafemmine, lontano dal campo di gioco. Questo perché sono stato imprudente con i miei post sui social, ma so bene cosa conta davvero nella mia vita.
Mi importa solo di due cose: l’hockey e… Pamela Jenson.
La mia fisioterapista preferita ha bisogno di me, più di quanto lei possa immaginare, perché sarò l'uomo che le farà conoscere il peccato.
Sì, proprio così.
Sarò il suo primo amante.
Peccare con Pam non è mai stato così eccitante.

La mia opinione

Giochi proibiti è uno sport romance che fa parte della serie Vegas Crush ed è il secondo volume, nonostante ciò si può leggere tranquillamente senza aver letto il primo. 
I protagonisti sono Georg e Pamela, rispettivamente un giocatore della squadra di hockey di Las Vegas e la nuova fisioterapista del team. Tra i due c’è un passato a cui si fa spesso riferimento, che però non li ha portati molto lontano… per questo il nuovo incontro riaccende qualcosa che era stato precedentemente lasciato in sospeso. 
I personaggi sono caratterizzati piuttosto bene, nonostante alcune cose non quadrano perfettamente. Georg è in crisi e ha paura che la squadra lo scambi con un’altra, beve a più non posso, soprattutto la vodka come a voler sottolineare il suo essere russo. Pam, invece, è una giovane che ha appena terminato gli studi e ha trovato questo lavoro come fisioterapista ed è fortemente attratta dal russo. 
La storia è piuttosto lineare parte lentamente per poi vedere un avvicinamento tra i due protagonisti verso la metà, gli ostacoli ovviamente non mancano ed il finale è scontato. 
L’unico problema che ho riscontrato leggendo questo libro è stato capire la linea temporale in cui si svolge l’azione che è abbandonata a sé stessa e poco chiara; mi ha lasciato spesso confusa. 
L’ambiente in cui Georg e Pam si muovono è ovviamente quello sportivo che è curato molto bene.
Tutto sommato il romanzo non è male se si vuole passare del tempo con una lettura leggera e divertente, che però non è raffinata e presta poca attenzione ai dettagli. 

PUNTO DI VISTA: prima persona alternato tra i due protagonisti
SENSUALITA’: presenti scene hot
CARATTERISTICHE: sport romance
STILE NARRATIVO: semplice, non molo curato
FINALE: autoconclusivo con epilogo


Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!