Recensione: Il Titano di Wall Street di Anna Zaires



Il Titano di Wall Street 
di Anna Zaires 
(#1 della serie Wall Street Titan)

Trama 
Emma è una giovane donna di Brooklyn che lavora come commessa in una libreria con il sogno di venire assunta da una casa editrice. Sogno che per ora coltiva facendo la correggitrice di bozze freelance per autori esordienti a tariffe molto convenienti. Convenienti per i suoi clienti, ma non certo per lei che si ingegna come può per pagare l'affitto e sfamare i suoi tre gatti. Tutto sembra filare liscio nella sua vita, finché la sua amica Kendall le fa notare che è diventata una gattara. Indispettita dal commento dell'amica, Emma si ritrova a rispolverare il suo profilo su un sito di incontri e a trovare il candidato perfetto per lei. 
Marcus sta cercando moglie. Non sta cercando l'amore, ma una candidata che risponda a tutti i suoi criteri e dato il suo scarso tempo libero affida la ricerca ad un’agenzia apposita. Miliardario noto per la sua arguzia negli investimenti, Marcus ha il pieno controllo su ogni aspetto della sua vita e la sua vita privata non deve fare eccezione. Se non fosse che per un puro caso si trova di fronte a Emma che è tutto ciò che non cerca, ma che si sorprende a volere intensamente. 
Fra i due l'attrazione è innegabile, ma sarà sufficiente a superare le insormontabili differenze fra la dolce amante dei libri e lo spietato miliardario? O il rischio di un cuore spezzato fermerà la storia sul nascere? 

La mia opinione 

Inizio avvisando che il romanzo termina con un finale sospeso e che quindi avrà bisogno di un seguito per scoprire come la storia fra i protagonisti si concluderà. In altre parole: non può essere letto come stand-alone.
Detto ciò, facciamo il punto della situazione: miliardario bellissimo e super sexy? Ce l'abbiamo. Ragazza amante dei libri e un po' timidina? Ce l'abbiamo. Vi suona famigliare? Forse perché ne sono stati scritti almeno 300 di romanzi così. Tuttavia le sfaccettature dei due protagonisti rendono questo romanzo non incredibilmente cliché come ci si aspetterebbe leggendo la trama. Mi spiego subito. 
Marcus è sì un uomo ricchissimo, bellissimo, altissimo (gli mancano solo purissimo e levissimo), che si è fatto da solo, con un passato difficile alle spalle e che regala costose prime edizioni di classici, ma nonostante tutto ciò faccia accendere a tutte noi un allarme con scritto CHRISTIAN GREY sopra, non è esattamente il caso.
Marcus è infatti in parte maniaco del controllo, in quanto tipico esempio di tipo da personalità A, ma non nasconde tendenze BDSM (non per ora almeno) e, fra i due, è lui che sta cercando una compagna di vita. 
Emma ama i libri e vorrebbe una carriera nell'editoria, ma è decisa nelle sue scelte, non si fa mettere i piedi in testa e ha un fortissimo istinto di protezione nei confronti dei suoi gatti. Per cui, nonostante le somiglianze ci siano, non fatevi ingannare. Emma ha carattere da vendere (spero che il prossimo romanzo non mi faccia cambiare idea) e lo dimostra mettendo dei chiari paletti nella relazione con Marcus e non avendo paura di porre le domande anche più scomode. 
Per quanto riguarda le dinamiche di coppia, è tutto un po' confuso. Ovvero: Marcus cerca una moglie ma sa che Emma non corrisponde, e mai corrisponderà, ai suoi canoni e tuttavia non può fare a meno di lei. Emma non stava cercando niente di che, solo un po' di compagnia, ma ben presto si ritrova completamente infatuata di quello che all'inizio le sembrava l'esatto opposto di ciò che voleva. Nonostante le premesse siano quelle di un totale disastro, qualcosa che va oltre la pura attrazione fisica lega i due in maniera inspiegabile e lo si vede nel corso del romanzo. 
Per concludere, nonostante le molte somiglianze con parecchi altri romanzi letti fino ad ora, la trama fila abbastanza bene senza incredibili colpi di scena, il passato difficile è presente ma non esasperato o reso in maniera eccessivamente melodrammatica.
Elementi mancanti dal mio punto di vista: qualche avvenimento non strettamente relativo all'interesse amoroso fra i due e un delineamento maggiore dei personaggi secondari (oltre a una maggiore originalità in linea generale). Ad ogni modo si tratta di una lettura leggera, scorrevole e a tratti intrigante.

Punto di vista: interno, alternato, Marcus-Emma
Sensualità: presente, esplicita
Stile narrativo: scorrevole, piuttosto basic 
Caratteristiche: miliardario-ragazza amante dei libri, relazione difficoltosa, incontro casuale
Finale: sospeso
Voto: 3/5 stelle




Ringrazio Mozaika Publications per la copia ARC del romanzo.

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!