Recensione: Molto amore per nulla di Anna Premoli



Molto amore per nulla
di Anna Premoli

Editore: Newton Compton Editori
Data di uscita: 24 febbraio 2020

Trama
Viola Brunello ne ha abbastanza degli uomini. Soprattutto di quelli che pensano di poter sfruttare la sua brillante intelligenza per i propri scopi. Avvocato d’affari e con uno studio avviato da poco, Viola non vuole perdere tempo a inseguire sogni romantici che in fondo al cuore ritiene del tutto irrealizzabili. Preferisce concentrarsi sulle sfide lavorative e sulla sua famosa “lista”, quella che ha compilato in una serata dall’elevato tasso alcolico. Sebbene l’idea sia nata per caso, ben presto Viola si lascia entusiasmare dall’idea di eliminare tutti i punti della sua “bucket list”: è così che decide di buttarsi in avventure che non pensava potessero proprio fare per lei… Una cosa è certa: le sfide filerebbero più lisce se Lorenzo Vailati, uno dei partner di una società che le ha da poco affidato un incarico, non avesse scoperto a sua volta il contenuto della lista e non ne fosse rimasto intrigato. Perché Viola ne ha abbastanza degli uomini. Di tutti, ma soprattutto di quelli come Lorenzo.

La mia opinione


Molto amore per nulla è la nuova commedia romantica auto-conclusiva di Anna Premoli, ma allo stesso tempo è collegata al precedente romanzo dal titolo Questo amore sarà un disastro.
L'autrice ci riporta a Milano, nella vita di Edoardo, Lorenzo e Ludovico che questa volta hanno intenzione di investire in un'azienda vinicola della Valpolicella. 
E chi assumono per assisterli legalmente al meglio e verificare che tutto sia in regola? Nientemeno che l'avvocato Viola Brunello, che collaborerà a stretto contatto proprio con Lorenzo Vailati, la sua nemesi. Vi ricordate quanto si irritavano a vicenda nell'altro libro, vero? Si meritavano un volume tutto loro!
Anche questa volta l'autrice ha utilizzato la narrazione in prima persona alternando il punto di vista maschile e femminile. Viola e Lorenzo sono due persone che apparentemente non potrebbero essere più diverse e male assortite, invece alla fine si sono rivelate una coppia ben riuscita e con una certa sintonia. 
A primo impatto, Viola e Lorenzo hanno una percezione l'uno dell'altra molto superficiale, entrambi sono colpevoli di soffermarsi unicamente alle apparenze
Viola è una donna molto pratica, schietta, indipendente, non tiene affatto al suo aspetto esteriore, il suo studio legale assorbe quasi tutto il suo tempo e non glie ne resta molto per il resto. 
Se a livello professionale è una donna molto sicura di sé, nel privato invece è chiaramente molto ponderata e insicura. A questo proposito, ci tengo a sottolineare una cosa: ragazze, non sottovalutatevi, mai! 
Ci voleva una bucket list stilata grazie all'alcool dopo una degustazione di vini per vederla finalmente uscire dalla sua routine e conoscerla sul serio. Idea geniale, a mio modesto parere, adoro le liste improbabili! 
Lorenzo invece è un uomo che non passa inosservato: è bello, sexy, provocatorio ed abituato alle donne che cadono ai suoi piedi. Tutte tranne una, perché è proprio quel tipo di uomo che Viola cerca di evitare come la peste. Ma scoprirà che Lorenzo non è solo bello … 
Entrambi si sono rivelati due bei personaggi, ho adorato tutte le loro schermaglie, sia quelle verbali che quelle via chat. Ma si sa, la Premoli è bravissima in questo, è un suo punto di forza. 
Oltre a far sorridere, questa storia mostra come è facile soffermarsi alla superficie, quando invece una persona è molto di più rispetto a quello che può sembrare a primo impatto. 
La lettura è molto scorrevole e ricca di dialoghi, se come me siete rimaste un po' stranite da tutto quel parlare di finanza nel volume precedente vi tranquillizzo, questa volta c'è solo qualche accenno utile alla storia. Ovviamente c'è tensione sessuale, attrazione inaspettata e romanticismo
Il finale poi mi è piaciuto molto, davvero, davvero, romantico! 
Anna Premoli si conferma una penna italiana imperdibile per chi ama le commedie romantiche e ironiche!

Punto di vista: prima persona, alternato di Viola e Lorenzo
Sensualità: scena hot presente, ma molto soft
Caratteristiche: ironico, romantico, attuale
Stile narrativo: scorrevole con dialoghi frizzanti 
Tipo di finale: auto-conclusivo



Ringrazio Newton Compton per la copia ARC del romanzo

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!