Recensione: Non devi dirlo a nessuno di Karen M. McManus



Non devi dirlo a nessuno 
di Karen M. McManus 

Editore: Mondadori
Data di uscita: 04/02/2020

Trama
Ellery non è mai stata a Echo Ridge, ma ne ha sempre sentito parlare, e molto. Qui viveva la zia Sarah, gemella di sua madre, scomparsa nel nulla all'età di diciassette anni. Qui viveva anche Lacey, la reginetta del ballo scolastico, trovata strangolata cinque anni prima sotto la ruota panoramica del parco divertimenti della città. E ora che la madre di Ellery è entrata in una clinica di riabilitazione, è proprio qui che lei ed Ezra, il suo gemello, sono costretti a trasferirsi, per vivere con una nonna che conoscono a malapena.
Malcolm è cresciuto con un gran peso sulle spalle. Suo fratello, infatti, è stato il principale sospettato della morte di Lacey, ancora senza colpevole, e per questo ha lasciato Echo Ridge, abbandonando lui e la madre. E ora che il ragazzo si è rifatto vivo, neanche a farlo apposta, iniziano a comparire strani e minacciosi messaggi in città: a quanto pare un killer è intenzionato a colpire, di nuovo. Di lì a poco, poi, quasi a provarlo, un'altra ragazza sparisce. Spinti da motivazioni diverse, Ellery e Malcolm uniscono gli sforzi per scoprire se esista un collegamento tra le tre ragazze scomparse a distanza di anni l'una dall'altra, e, a mano a mano che si avvicinano alla verità, realizzano che tutti in città nascondono qualcosa, che i segreti sono pericolosi e che per questo, a Echo Ridge, i segreti è molto più sicuro tenerli per sé.

La mia opinione

“Non devi dirlo a nessuno” è un romanzo di Karen Mcmanus. 
In realtà, faccio un po’ fatica ad inserire questo libro in una categoria specifica: oserei aprire un genere a parte chiamato “thriller- young adult” e metterlo proprio lì.
Non è per niente semplice cercare di raccontarvi la trama di questo libro, sia perché ci sono moltissimi personaggi, molti eventi che si susseguono e anche perché non voglio rivelarvi troppo.
Ellery si è appena trasferita nella misteriosa Echo Ridge, a casa di sua nonna, poiché sua madre Sadie è finita in una clinica riabilitativa. Ellery ha un fratello gemello, Ezra, a cui è molto legata (personaggio che ho amato!) ed è una grandissima appassionata di romanzi gialli e polizieschi. Sin da subito, infatti, Ellery si ritrova ad investigare sui misteriosi avvenimenti di Echo Ridge. 
Malcom è il fratello minore di Declan, ex fidanzato di Lacey (una ragazza scomparsae poi ritrovata misteriosamente morta 5 anni prima). Malcom è, da sempre, vissuto all’ombra di suo fratello: il fatto che Declan fosse uno dei principali indiziati della sparizione di Lacey, ha influenzato inevitabilmente anche la sua vita e quella della sua famiglia. 
Malcom è un ragazzo introverso e impacciato. Eppure, anche lui si ritrova coinvolto nelle inspiegabili sparizioni di Echo Ridge. Inoltre Ellery, con il suo casco di ricci ribelli e gli occhi sognanti, ha, sin da subito, attirato la sua attenzione. 

“Benvenuta nella vita di una città di provincia. Così funziona qui: vali quanto la cosa migliore che ha fatto la tua famiglia. O la peggiore.”
“O la peggiore che le è stata fatta.” Aggiunge Ellery in tono riflessivo.

Il libro viene narrato dal punto di vista di Ellery e di Malcom, a capitoli alterni.
Entrambi i protagonisti sono ben caratterizzati, anche se devo dire di aver preferito la protagonista femminile, forse grazie alla sua grinta, mentre Malcom invece è più taciturno e tranquillo. 
La storia d’amore tra Malcom e Ellery viene poco approfondita e le loro scene romantiche insieme sono poche e rapide, ma questa cosa non mi ha dato per niente fastidio: sono i misteri i veri protagonisti di questo libro. 
Tutto il resto è un po’ un contorno, che rende però la storia incredibilmente appassionante.

“In questo momento, scelgo di credere che lui non sia “un Kelly dal carattere irascibile” o “una persona con un movente e un’occasione”, o “il tipo tranquillo di cui non avresti mai sospettato”. Scelgo di credere che sia la persona che si è sempre dimostrata essere. Scelgo di fidarmi di lui.”

“Non devi dirlo a nessuno” è una lettura che mi ha tenuta sulle spine dall’inizio alla fine. Proprio come Ellery, infatti, non ho fatto altro che ipotizzare su chi potesse essere il colpevole, cercando di cogliere ogni possibile indizio, formulando teorie e finendo per cambiare idea ad ogni capitolo. 
Nonostante inizialmente abbia fatto un po’ di fatica a ricordarmi tutti i nomi dei numerosi personaggi, ognuno di loro viene assolutamente ben caratterizzato: piano piano, ho iniziato a capire chi fossero, a simpatizzare con qualcuno di loro e a cercare di capire chi fosse il colpevole (sbagliando alla grande!).
Mi sarebbe piaciuto vedere approfondita la storia personale di qualcuno dei personaggi che compaiono durante il racconto (ad esempio, di Declan, il fratello di Malcom), ma essendo davvero tanti, capisco la scelta dell’autrice di non soffermarsi eccessivamente su nessuno. 
Lo stile di scrittura è semplice e, fortunatamente, poco contorto (altrimenti sarebbe stato impossibile star dietro alle vicende!). Non mancano dialoghi, rivelazioni sconvolgenti e scene d’azione.
Il finale mi ha lasciata a bocca aperta e posso dirvi che mi è davvero piaciuto, perché fino all’ultima riga dell’ultima pagina… non smettono di esserci scoperte inattese!
“Non devi dirlo a nessuno” è una lettura intrigante, che riesce a rendere il lettore stesso protagonista. Uno young adult ricco di misteri, da cui vorrei tanto venisse fuori una bella serie tv.
Super consigliato!

Punto di vista: Alternato prima persona di Malcom e Ellery
Sensualità: molto soft
Caratteristiche: thriller, misterioso, young adult, appassionante 
Stile narrativo: coinvolgente e ricco di colpi di scena!
Tipo di finale: Autoconclusivo
Numero stelle: 4 e mezzo


Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!