Recensione: Bloody Sky di Bianca Ferrari




Bloody Sky
(Flames Series Vol. 2)
di Bianca Ferrari

self-publishing
Data di uscita ebook: 25/03/2020

TRAMA
Da tre anni Alexander e Skylar non sanno niente l’uno dell’altra.
Eppure, nessuno dei due è riuscito a scordare l’amore travolgente che li ha visti perdere i propri confini sulla sabbia rovente dell’Iraq.
Mentre Skylar presta servizio per missioni umanitarie in giro per il mondo, Alexander vive rinchiuso in una topaia a Seattle e porta sulle spalle il peso del proprio sacrificio, sempre più convinto di aver fatto la scelta giusta.
Bastano un evento drammatico, il trillo di un telefono e il contatto con un amico di vecchia data per sconvolgere tutto il suo mondo. E così Alexander si trova catapultato in Africa, con una missione da compiere e un destino beffardo da sconfiggere.
La vita offre a Skylar e Alexander l’occasione di riavvicinarsi, una seconda chance per difendere il loro amore dalle peggiori avversità.
Ma è possibile dimenticare il passato, perdonare le menzogne e superare traumi che spezzano dentro e fuori.

LA MIA OPINIONE

Bloody sky è il secondo volume della Flames series ed è necessario aver letto il primo per procedere con questa lettura. Ci ritroviamo tre anni dopo la fine di Burning sand.
Alexander e Sky non potrebbero essere più lontani e le loro vite procedono, anche se forse non è propriamente “vita” quella che conducono. Lex ha portato avanti la sua idea sconsiderata di fingersi morto e la sua quotidianità è fatta di dolore e solitudine, nella convinzione di aver fatto il meglio per la sua dottoressa: le ha risparmiato di vederlo in certe condizioni lasciandola libera di essere felice, anche se con qualcun altro. 

“Soldato. La parola che aveva significato tutto per lui, prima di essere sostituita da sei lettere molto più importanti: Skylar.”

Le cose però non vanno sempre come si vuole, infatti Sky si considera vedova e dopo una forte depressione grazie ad Armand è in missione. Proprio il voler fare del bene agli altri la trascina in una situazione che non avrebbe mai pensato di vivere e da cui forse non pensa di poterne uscire viva. 

“Come poteva dimenticare il momento in cui era tornata a respirare, sotto una pioggia incessante, sulle labbra incazzate di Alexander?”

Non voglio dire nient’altro riguardo la trama, perché il rischio di spoiler è alto e credo che questo libro vada letto e scoperto pagina dopo pagina. 
La narrazione è in salita, caratterizzata nella prima parte da una tensione crescente e azione fino ad un punto di svolta in cui la situazione si stabilizza pian piano. 
I temi trattati sono molto intensi e forti: la violenza sia fisica che psicologica, l’elaborazione di un trauma, la perdita e lo smarrimento, ma allo stesso tempo c’è ampio spazio anche per l’altra faccia della realtà, meno aspra e più tranquilla.
Quella che ci racconta Bianca Ferrari non è una semplice storia d’amore: è intensa, brucia come il fuoco e fa male proprio come le fiamme, allo stesso tempo però c’è la delicatezza e la dolcezza, il prendersi cura di ciò che è caro, la forza con cui ci si può rialzare anche quando sembra che sia rimasta solo cenere. 
Consiglio vivamente questi due libri a chi cerca una storia vera, intensa, con colpi di scena e che abbia tanto da dare. Io ho girato l’ultima pagina con il cuore più grande. 

PUNTO DI VISTA: terza persona, diversa focalizzazione
(eccetto prologo ed epilogo che sono in prima persona).
CARATTERISTICHE: emozionante, tematiche forti (come violenza sessuale, fisica, psicologica), amore
STILE NARRATIVO: curato, scorrevole
SENSUALITA’: presenti scene hot
FINALE: conclusivo con epilogo
VOTO: 5/5



Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!