Recensione: Fighting Silence - Incontro con il silenzio di Aly Martinez



Fighting Silence - Incontro con il silenzio
Aly Martinez
(On the Ropes #1)

Editore: Triskell Edizioni
Data di uscita: 22 agosto 2019

Trama
Per la maggior parte delle persone, il silenzio è un concetto astratto. Passiamo la vita a bloccare qualsiasi interferenza esterna, per concentrarci su ciò che riteniamo davvero importante. E se invece, quando il silenzio oscura la chiarezza, quell’oscuro rumore di sottofondo fosse l’unica cosa a cui aggrapparsi?
Sono sempre stato un combattente, un lottatore. Figlio di genitori che a stento riuscivano a stare fuori di prigione e con due fratelli più piccoli che per miracolo hanno evitato i servizi sociali, sono diventato un esperto nello schivare i pugni che la vita cercava di assestare. Mentre crescevo, non ho mai avuto nulla da poter chiamare mio, ma dall’istante esatto in cui ho messo gli occhi su Eliza Reynolds, lei è sempre stata mia. Sono diventato dipendente da lei e dalla sua capacità di fornirmi una fuga dalla realtà. Negli anni, lei ha avuto ragazzi e io ragazze, ma non c’è stata una sola notte in cui non abbia sentito la sua voce.
Vedete, incontrare l’amore della mia vita a tredici anni non ha mai fatto parte dei miei piani. Ma dopotutto, neanche diventare sordo a ventuno. Ma entrambe le cose sono successe comunque.
Ora, mi trovo sul filo del rasoio in una delle battaglie più difficili che abbia mai affrontato.
Lottare per la mia carriera.
Lottare contro il silenzio incombente.
Lottare per lei.

La mia opinione:

Eliza e Till hanno solo 13 anni quando, in un vecchio appartamento abbandonato, si incontrano. Hanno entrambi una vita familiare molto triste e sviluppano una sorta di amicizia fondata all'inizio sul loro dolore. Con il passare dei giorni, notte dopo notte, quell'appartamento diventa il loro porto sicuro, un posto dove possono andare e allontanarsi dalle loro vite e dove la loro amicizia diventa la cosa più preziosa che hanno.
Ma il tempo passa e le loro strade prendono direzioni diverse, Eliza ottiene una borsa di studio per il college e quindi andrà via da casa dei suoi genitori, mentre Till rimane intrappolato nella sua routine, perché mai abbandonerà i suoi due fratelli minori, ma questo vuol dire rinunciare ad Eliza, l'unica che davvero lo capisce e lo accetta per quello che è. Ma proteggere i sui fratelli è troppo importante per lui, anche a costo di perdere l'amore della sua vita.
In seguito, il destino ci metto lo zampino e si ritrovano ad essere vicini di casa, e da quel momento il loro rapporto inizia a subire dei cambiamenti.
Till ha avuto una vita difficile con dei genitori che, nei giorni migliori erano inesistenti, ma quando si ricordavano di lui la violenza non mancava. Solo praticare la boxe lo ha salvato dal diventare un delinquente, ma Till non potrà mai essere un atleta normale, a causa di un difetto genetico ha perso quasi del tutto l'udito, e la prognosi non è delle migliori perché arriverà il giorno in cui l'udito se ne andrà del tutto.
L'unica luce nella sua vita è Eliza, ma Till ha un modo strano di dimostrare i suoi sentimenti e questo ,ad un certo punto, lo farà rischiare di perderla per sempre. In più ha due fratellini più piccoli da proteggere e questo non è assolutamente semplice. Till è un bel personaggio, è un combattente nell'anima, combatte sul ring ma soprattutto combatte nella vita, per i suoi fratelli, per Eliza e combatte con tutto se stesso contro il destino che presto lo priverà dei suoni e con essi anche del suo futuro sul ring.
Ma Anche Eliza non è da meno, lei è un personaggio spettacolare. E' buona, dolce ma anche determinata. Accetta e ama Till per quello che è, con i suoi pregi e i suoi mille difetti. Le loro scene sono bellissime, dolci, romantiche ma anche forti e sensuali. Anche il rapporto che Eliza instaura con i fratelli di Till è davvero bello, per loro lei è la madre che non hanno mai avuto e lei ricambia il loro sentimento con tutta se stessa. Quando sono loro quattro sono realmente una famiglia!
Questo è il primo libro che leggo di questa autrice ed è stata una scoperta. Il suo stile è incisivo e diretto, il modo con cui ha descritto il problema di Till è stato perfetto. Così come è riuscita a descrivere perfettamente le reazioni dei protagonisti in modo così vero e reale da essere quasi doloroso. Non è semplice riuscire a rendere credibili sentimenti come la paura, il dolore e la rabbia, senza cadere nei luoghi comuni e inutili drammi e lei c'è riuscita benissimo.
Come benissimo è riuscita a coinvolgermi dalla prima all'ultima pagina, in questo libro ho provato tantissime emozioni, ho riso, ho pianto e ho sofferto e, quando un libro riesce a far provare tutte queste cose vuol dire che è un libro veramente ben riuscito!
Consiglio la lettura di Fighting Silence assolutamente a tutti, perché la storia è avvincente, dolce, sensuale e vera e una volta terminata sarete coinvolte come poche volte vi sarà capitato, e sono sicura che Eliza, Till e i ragazzi vi entreranno nel cuore e sarete curiose di leggere anche le altre storie di questa famiglia!

Punto di vista: Prima persona alternata
Sensualità: Scene hot presenti
Caratteristiche: Dolce, romantico, intenso
Stile narrativo: diretto e incisivo
Tipo di finale: auto-conclusivo
Voto: 4 stelle


Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!