Recensione: ARIES - Black Dynasty Series #3 di Marilena Barbagallo





ARIES
( Black Dynasty Series #3)
di Marilena Barbagallo

self-publishing
Data di uscita su Amazon:  06/05/2020

Trama
Se nasci in una famiglia come la mia, prima o poi, arriva il giorno in cui sarai chiamato a dare il tuo contributo. Poco importerà se risulterà un compito scomodo, ciò che conta è preservare l’impero della dinastia e mantenere il suo prestigio. Quando mio fratello Taurus mi ha affidato una nuova missione, non mi sono tirato indietro. Sedurre una bella e ricca ereditiera non mi è parso un sacrificio troppo grande. In quel momento, nella mia vita, tutto filava liscio, fino a quando la mia ex ha lasciato la prigione. Con l’Innominabile si sono riaperte tutte le mie ferite e mi sono fatto divorare dalla rabbia. Sono Aries Leclerc, il secondogenito della linea dei Dodici, non posso dire che non mi manchi niente perché, in realtà, mi è sempre mancata lei. Ma ora che è tornata, avrei preferito sentire la sua assenza in eterno, perché eterno è stato il dolore che mi ha inflitto. L’ho odiata per nove anni e non intendo smettere di farlo adesso. Toglietemela dalla vista, portatela via! Solo così, finalmente, smetterò di amarla. E sarò libero. La famiglia Leclerc sta per essere stravolta dal ritorno di Crystal Colin, il grande amore di Aries. A volte, le prigioni più opprimenti si annidano nel cuore. Riusciranno Aries e Crystal a distruggere le sbarre che li separano?


La mia opinione

Bentornati al castello Leclerc! Dopo Taurus e Venus ecco Aries, il terzo capitolo della Black Dynasty Series di Marilena Barbagallo. Se non avete letto i primi due capitoli… cosa aspettate, fatelo, subito!
Aries, secondo nella linea di successione dei Leclerc, non si tira certo indietro quando suo fratello gli chiede di sedurre una donna, di conquistarne la fiducia e poi di indirizzarla a vendere proprio a Taurus le quote di maggioranza della società della quale è a capo. Niente di più semplice, lui è Aries Leclerc, niente è impossibile per lui… Eccetto pensare all’Innominabile senza provar dolore. L’Innominabile altri non è che Crystal Colin, in prigione da nove anni per essersi trasformata nella Killer di cristallo uccidendo il marito di sua madre dopo che l’infame ha minacciato di rendere pubblica la loro relazione sessuale. Crystal però nonostante le opposizioni di Aries torna ad incrociare le strade dei Leclerc ed entrambi si trovano a dover fare i conti con la quantità di emozioni e sensazioni che provano trovandosi nuovamente faccia a faccia.
Aries, forse il personaggio più enigmatico che abbiamo incontrato nei precedenti volumi, conduce una vita che apparentemente lo fa sentire realizzato, ha un lavoro che gli piace e nel quale è geniale e ha tutte le donne che vuole. Peccato che suo malgrado voglia l’unica che ha deciso di non poter avere. Lo ha deciso quando lei ha confessato di fare sesso con il suo patrigno, quando in tribunale si è dichiarata colpevole di ogni accusa. Schifo, disprezzo, tristezza, abbandono e tradimento, ecco ciò che ha provato Aries quando l’ha vista portare via dalle guardie dopo la sua condanna. Poi non l’ha più cercata, non ha letto le sue lettere, non è andato a trovarla in carcere, non ha voluto più sapere nulla di lei. Autoconvintosi di non essere stato abbastanza, ha eliminato ogni ricordo, cancellandola da ogni pensiero e imponendo ai suoi fratelli di non nominarla mai più. 
Il suo ritorno fa uscire allo scoperto tutto il risentimento che il protagonista prova nei suoi confronti, ma anche i sentimenti che da anni lui stesso prova fingere che non esistano.
Crystal esce di prigione nove anni dopo esserci entrata, anni durante i quali non ha ricevuto una sola visita, nessuno ha chiesto di lei, nessuno le ha scritto. Per nove anni ha vissuto come se fosse completamente sola al mondo e ha iniziato a considerare “casa” la prigione e “famiglia” la sua compagna di cella. L’unico che c’è stato, perché pagato dal sistema, è il dottor Nolan Duris, lo psicologo del carcere. Contro ogni aspettativa di Crystal il loro rapporto si trasforma quando viene scarcerata, diventando una relazione amicale a tutti gli effetti. La protagonista è stata abbandonata dai suoi unici e storici amici, Scorpio e Chantal, quando è stata condannata: i Leclerc certamente non potevano farsi immortalare mentre andavano a far visita ad un’assassina, questo avrebbe messo a rischio l’opinione pubblica nei confronti della famiglia. Inoltre l’Ariete ha chiesto loro di fare una scelta e, con tutto il bene del mondo, i fratelli Leclerc vengono prima di Crystal Colin.
Aries crede che sia necessario far soffrire Crystal per raggiungere finalmente la pace e lei è convinta di meritarsi tutta la sofferenza che i gesti e le parole di Aries le recano, l’importante è che lui stia bene, che sia finalmente libero.
Un po’ troppo crocerossina lei, un ottuso cretino lui. L’avrei preso a calci nel suo regal didietro, sappiatelo.
Non nego di aver apprezzato maggiormente i primi due capitoli della serie e di aver trovato l’epilogo di Aries troppo veloce, ma nella sua totalità il romanzo mi è piaciuto.
Ora non ci resta di aspettare il prossimo segno, da un lato mi unisco alla folla che nei locali invoca Scorpio, dall’altra mi rendo conto che ci siano delle ottime possibilità per il Cancer. Vedremo!

Punto di vista: prima persona alternato
Sensualità: scene hot presenti
Caratteristiche: seconde occasioni
Stile narrativo: scorrevole
Tipo di finale: Autoconclusivo


Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!