Recensione: Bla1re di Anita Gray



Bla1re 
di Anita Gray 
(Serie Dark Romance Blaire #1)

Editore: Hope edizioni
Data di uscita ebook: 8 Giugno 2020

Trama
Venduta. Comprata. Condizionata.
Il mio nome è Blaire. 
Sono una combattente esperta e un’abile hacker, e sono a capo della sicurezza dell’uomo che controlla la malavita russa in Europa. Il suo nome è Maksim ed è il mio Padrone. Mi ha comprato quando non ero che una bambina e, da allora, mi ha brutalmente condizionato, per adorarlo e proteggerlo. 
E io lo proteggo.  
Uccido coloro che cercano di fargli del male. Finché un giorno non mi cede in prestito a un altro uomo, che minaccia di spezzare ciò che sono e tutto ciò in cui finora ho creduto.  
Avrete bisogno di uno stomaco di ferro e di un cuore forte per leggere la mia storia, perché, credetemi sulla parola, non è una favola.

La mia opinione

“Vorrei che Maksim mi avesse preparata a cose come questa.”

Ci troviamo di fronte ad un Dark Romance molto disturbante, sicuramente non adatto a tutti. 
Per leggere “Blaire”, infatti, occorre avere uno stomaco forte e prepararsi ad una storia che, inevitabilmente, turberà il nostro stato d’animo.
Avviso già che ci sono scene di violenza molto forti, sia sessuali, sia fisiche, sia psicologiche.
Blaire è una ragazza giovanissima, plagiata da Maksim, l’uomo che l’ha comprata, seviziata e addestrata ad essere ciò che è. 
Blaire non sa distinguere ciò che è giusto o sbagliato, ma soltanto ciò che fa stare bene Maksim e cosa no.
Se qualcuno minaccia Maksim, lei lo uccide.
Se Maksim le dice di fare qualcosa (qualsiasi cosa), lei lo fa.
Questa è la sua normalità, fino a quando non conosce Charlie.
Charlie Decena è un uomo potente, l’unico a non temere Maksim. Inoltre, Maksim ha un grosso debito con Charlie, poiché in passato l’ha tradito.
Blaire rimane spiazzata quando Maksim accetta di “prestare” Blaire a Charlie per alcuni mesi. 
Ed è proprio con Charlie che la nostra protagonista inizierà a realizzare di desiderare una vita diversa. Anche se staccarsi da Maksim, sia fisicamente che mentalmente, sembra qualcosa d’impossibile per Blaire.
Pur essendo entrambi due membri della criminalità, Charlie e Maksim sono due personaggi molto diversi. 
Mentre Maksim, con le sue depravazioni e la sua cattiveria, incute terrore sin dalle prime righe, Charlie appare subito (seppur pericoloso) più umano.
Maksim è un mostro senza scrupoli, un antagonista che è stato in grado di sconvolgermi e che avrei voluto uccidere con le mie mani per il tutto il male che ha causato a Blaire e a molti altri.
Charlie, invece, è il classico personaggio maschile presente nei Dark romance: spietato, oscuro, ma anche dolce e protettivo. 
Era da tempo che non mi capitava d’innamorarmi così tanto di una protagonista femminile. 
Blaire un’anima spezzata, ma anche una combattente feroce e fedele al suo padrone. Non conosce il potere dei sentimenti che iniziano a nascere in lei quando incontra Charlie: nessuno l’ha mai preparata a questo.
Blaire sembra quasi un robot senza sentimenti, eppure quel suo malessere, che cerca disperatamente di nascondere a Maksim, emerge violentemente. 
Il suo tormento interiore tormentava anche me.
Impossibile non amare questo personaggio femminile e non provare tenerezza per lei. 

“Mi picchia per il suo piacere e mi coccola per il mio. Lo proteggo. Lavoro per lui. Studio, eseguo i lavori che mi assegna, e questo è tutto. Non sono destinata ad un’altra vita. Non sarei in grado di funzionare correttamente in un’altra vita.”
Charlie mi prende l’altra mano e mi passa i pollici sulle nocche, ma il suo tocco non mi fa alcun effetto. 
“Se volessi, potresti avere una vita diversa, Blaire.”

Ho amato lo stile narrativo di quest’autrice: scorrevole, duro e con la giusta dose di scene hot.
Aspettatevi anche moltissimi colpi di scena, soprattutto nella parte finale. 
Tutto il libro è narrato in prima persona da Blaire; devo dire che mi è mancato leggere qualcosa dal punto di vista di Charlie, perché secondo me, in questo modo, il suo personaggio rimane un po’ in sospeso: spero venga approfondito di più il suo POV nel secondo libro.
Nonostante il finale aperto (sperando arrivi prestissimo il prossimo capitolo!), non posso che dirvi di fiondarvi su questa lettura, seppur intensa e non adatta a chiunque, ma assolutamente indimenticabile.

Punto di vista: POV di Blaire
Sensualità: presente
Caratteristiche: disturbante, violento, dark
Stile narrativo: scorrevole e duro
Tipo di finale: aperto
Voto: 4.5 stelline




Ringrazio Hope edizioni per la copia ARC del romanzo

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!