Recensione Prima regola: non innamorarsi di Felicia Kingsley


Ciao ragazze, è disponibile da oggi in ebook e in libreria il nuovo romanzo di Felicia Kingsley


Prima regola: non innamorarsi
di Felicia Kingsley

Editore: Newton Compton Editori
Data di uscita: 01/06/2020

Trama
A soli trentadue anni, l’affascinante Nick Montecristo ha già vissuto varie vite: ricercatore universitario, falsario, gestore di una bisca clandestina e, oggi, ladro per conto terzi nel mercato nero dell’arte. La sua fama lo precede: è chiamato “Il Chirurgo”, perché è preciso, puntuale, un abile osservatore e i suoi lavori sono sempre perfetti. Contattato da Lord Cavendish, uno dei più famosi collezionisti d’arte al mondo, per recuperare un diario misterioso risalente al ‘700, È determinato a mettere a segno un altro colpo magistrale. Ma questa volta Nick non sarà solo. Al suo fianco ci sarà Sylvie Coreau, una truffatrice figlia d’arte, in grado di parlare ben nove lingue; conosciuta nel giro come “La Gazza Ladra” per la sua mano veloce e i colpi lampo. Peccato che né lei né Nick abbiano intenzione di collaborare. Riusciranno a non pestarsi i piedi e mantenere un rapporto professionale, nonostante l’attrazione tra loro inizi a farsi irresistibile?

La mia opinione

Potremmo approfittare l’una dell’altro, con tutto l’egoismo di cui, sia io che Nick, siamo dotati, ma lui non lo sta facendo, e io ho bisogno di fargli sentire quanto l’ho desiderato.
Abbiamo già fatto l’amore mille volte, con ogni singola parola che ci siamo scambiati, con ogni incrocio di sguardi, con ogni silenzio che da solo diceva tutto quello che noi tacevamo.

Con Prima regola: non innamorarsi, Felicia Kingsley dimostra di essere una bravissima autrice del genere romantico ma non solo, questa volta infatti ha ideato una storia diversa dal solito, intrisa di misteri, indizi ed inseguimenti, con due protagonisti indimenticabili e fuori dal comune. 
Nick Montecristo è un mix tra Lupin e il Professor Langdon de Il Codice Da Vinci.
Trentadue anni, ladro su commissione, ex galeotto, ama il lusso e la bellavita e i suoi clienti sono sempre persone altolocate. Nel suo campo è il migliore, il più preciso e puntuale, non a caso è conosciuto come “Il Chirurgo”.
Nick è uno dei personaggi maschili più intelligenti e colti che mi sia capitato di trovare in un romance, è una vera e propria enciclopedia vivente, e questo dettaglio l'ha reso ancora più affascinante ai miei occhi, e sicuramente anche a quelli della protagonista.
Sylvie Coreau, conosciuta nel giro come “La Gazza Ladra”, è una truffatrice bellissima e imprevedibile che conosce dodici lingue diverse.
Il modo di agire dei due è molto diverso, mentre Nick programma ogni cosa, Silvye è impulsiva, un'improvvisatrice nata.
Innegabile è la chimica tra i due protagonisti sin dai primi capitoli. Anche se in principio non prendono affatto bene la notizia di dover collaborare per la stessa commissione, cercando persino diverse volte di fregarsi a vicenda, l'attrazione è sempre nell'aria.
La parte iniziale del romanzo è sicuramente la più divertente e impertinente, mi sono innamorata di questa coppia di furfanti praticamente subito.
La Kingsley a questo giro è stata veramente geniale nell'intrecciare presente e passato dei suoi personaggi, dando vita ad una trama molto intrigante e ricca di risvolti ed enigmi da decifrare.
Anche l'ambientazione mi è piaciuta molto, insieme a Nick e Silvye ho potuto viaggiare con l'immaginazione per diverse città europee, in particolare Venezia e Vienna, le location dove accadono le cose più interessanti, e visto che ho visitato entrambe qualche anno fa è stato bello poterci tornare attraverso la lettura.
Consiglio Prima regola: non innamorarsi a chi è alla ricerca di una lettura romantica e avventurosa. Questo romanzo conferma Felicia Kingsley come una delle mie autrici preferite!
Siete pronte a viaggiare con Nick e Sylvie e scoprire quali sono le regole di un buon ladro?
Buona lettura!

Punto di vista: prima persona alternato 
Sensualità: presente, ma soft
Caratteristiche:  avventuroso, romantico, intrigante
Stile narrativo: scorrevole
Tipo di finale: auto-conclusivo con un perfetto epilogo




La Playlist 
(Ascoltala su Spotify QUI)

Runaway Baby, Bruno Mars
Kiwi, Harry Styles
Partition, Beyoncé
Body Talks, The Struts
Toxic, Britney Spears
Torn, Ava Max
Mambo Italiano, Bette Midler
A Little Less Conversation, Junkie XL e Elvis
Cocoleta Fandango, Lelio Luttazzi
You Give Love A Bad Name, Bon Jovi
Smooth Criminal, 2Cellos
Straight To… Number One, Touch & Go Duck’s Radio Mix
Let You Love Me, Rita Ora
Roman Holiday, Halsey
Like Lovers Do, Heather Nova
The Temperature Of The Air On The Bow Of The Kaleetan, Chris Zabriskie
Thank You For Loving Me, Bon Jovi
Without Me, Halsey

Nessun commento

Se ti è piaciuto il post condividilo!
E se ti va, lascia un commento!